fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Spurs-Raptors, DeRozan e Belinelli rovinano il rientro di Pascal Siakam

Spurs-Raptors, DeRozan e Belinelli rovinano il rientro di Pascal Siakam

di Michele Gibin

La giocata più importante di Spurs-Raptors, partita del ritorno dopo 11 gare di assenza per infortunio di Pascal Siakam, la piazza il grande ex DeMar DeRozan, a fine terzo quarto e con San Antonio sotto 59-76 nel punteggio.

Fino a quel momento, la partita era stata un riscaldamento per Siakam, che aveva già segnato 14 dei suoi 15 punti finali. Con l’apporto del camerunense, dell’altro rientrante Norman Powell e di Serge Ibaka, i Raptors sembravano avviati ad una vittoria facile, prima che DeMar DeRozan riaprisse i giochi.

Con circa 3 minuti ancora da giocare nel terzo periodo, la star degli Spurs batte Rondae Hollis-Jefferson e schiaccia sulla testa del malcapitato Chris Boucher i primi due punti (con tiro libero aggiuntivo) di un parziale di 17-0 San Antonio condotto da LaMarcus Aldridge e Rudy Gay.

E mentre gli Spurs risalgono, Pascal Siakam si spegne, sbaglia tutti i tiri del suo secondo tempo compreso l’appoggio a canestro del possibile pareggio a 19 secondi dal termine. Ruggine e fatica comprensibili per l’ala dei Raptors, al rientro dopo 11 partite di assenza: “Ho perso ritmo, semplicemente, col tempo tornerò a fare meglio di così, oggi sono stato discreto ma avrei potuto essere più aggressivo“.

I Raptors non staccano però dopo il parziale Spurs, e con 120 secondi ancora da giocare impattano sul 100 pari con Serge Ibaka (doppia doppia da 21 punti e 14 rimbalzi), ma il vantaggio decisivo per San Antonio lo sigla Marco Belinelli, servito da DeRozan per il 103-101 a 28 secondi dal termine. Per Marco, partita da 5 punti, 4 rimbalzi e 3 assist in soli 12 minuti, gli Spurs resistono all’ultimo assalto di Kyle Lowry ed espugnano la ScotiaBank Arena per 105-104.

Silenziosamente, i San Antonio Spurs chiudono una finestra temporale in cui sono riusciti a battere Milwaukee Bucks, Boston Celtics ed i Raptors, riproponendosi per l’ottavo posto nella Western Conference assieme ai sorprendenti Memphis Grizzlies.

I Toronto Raptors sono stati dal canto loro una delle squadre più flagellate dagli infortuni in questa prima metà di stagione (stop forzati per Lowry, Ibaka, Gasol, Siakam e Powell), e l’unica tra queste a tenere un record positivo, “ma oggi abbiamo smesso di giocare” Così Kyle LowryAbbiamo smesso di giocare con aggressività, loro ci hanno battuto e sono stati più rapidi e veloci di noi, noi abbiamo sbagliato tanti tiri, abbiamo perso quella fiducia i noi stessi che per noi è fondamentale“.

DeMar DeRozan è ancor una volta il migliore dei suoi, con 25 punti e 8 rimbalzi, con 11 su 14 ai tiri liberi davanti al suo ex pubblico: “La schiacciata? Ho visto Chris Boucher sotto canestro, ci conosciamo perché in estate ci alleniamo assieme e so che è un grande stoppatore, allora ho deciso di andare forte a canestro e provare a guadagnarmi anche il fallo“.

I Raptors hanno incassato la sesta sconfitta nelle ultime 10 partite, e la seconda sconfitta casalinga di misura dopo quella di settimana scorsa contro i Portland Trail Blazers, ma che dopo Siakam e Powell ritroveranno anche Marc Gasol, ormai prossimo al rientro dopo 12 partite di assenza. “Di solito la nostra difesa nel quarto periodo è eccellente, oggi non è stato così” Coach Nick Nurse dopo la gara “Oggi come contro i Blazers abbiamo lasciato agli altri l’iniziativa, dobbiamo tornare ad essere in grado di sostenere uno sforzo maggiore più a lungo, ma non è facile con tutti gli infortuni ed i cambi di quintetti“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi