Warriors, parla coach Steve Kerr: "Russell sarà fondamentale per noi"
145315
post-template-default,single,single-post,postid-145315,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Warriors, parla coach Steve Kerr: “Russell sarà fondamentale per noi”

Warriors, parla coach Steve Kerr: “Russell sarà fondamentale per noi”

Steve Kerr è sicuro: D’Angelo Russell sarà una pedina imprescindibile del gioco dei Golden State Warriors. L’ex point guard dei Nets è arrivato tramite sign-and-trade firmando un contratto al massimo salariale da 117 milioni in 4 anni. Molti sostengono tuttora che verrà nuovamente scambiato dalla società della Baia perché non compatibile con gli Spash Brothers. Tuttavia, coach Kerr ci ha tenuto a ribadire con forza il contrario.

E’ pronto per inserirsi bene in questo gruppo. Abbiamo bisogno di lui, disperatamente, soprattutto con l’assenza di Klay (Thompson, ndr). Abbiamo bisogno dei punti di D’Angelo (Russell, ndr), ed è compito nostro come staff di riuscire a sfruttarlo al meglio e di dare una forma alla squadra e al nostro pacchetto offensivo…ce la faremo.”

L’intenzione è quella di non rinunciare assolutamente alle prestazioni di Russell. In particolar modo, con l’assenza di Klay Thompson che si protrarrà almeno fino a Febbraio, gli Warriors non potranno affidarsi soltanto ai punti di Steph Curry. Per questo il contributo di D’Angelo diverrà fondamentale.

Il prodotto di Ohio nella scorsa stagione ha fatto il vero e proprio salto di qualità. Ha trascinato i Brooklyn Nets mettendo a referto 21.1 punti di media a partita, 7.0 assist di media, il 43.4% dal campo e il 78% dai liberi. Tuttavia, durante  questa turbolenta free agency, i Nets lo hanno sacrificato per raggiungere Kyrie Irving e poi Kevin Durant proprio dagli stessi Golden State Warriors.

D'Angelo-Russell-Warriors-D'Angelo Russell, Los Angeles Lakers vs Brooklyn Nets at Staples Center

D’Angelo Russell.

Russell nei piani  di coach Steve Kerr

Ora, a molti esperti è sorto il dubbio su come Russell possa integrarsi nel gioco dei Dubs. Teoricamente il suo ruolo sarebbe quello occupato da Curry, quindi dovrà muoversi diversamente. Steph è solito giocare con accanto una guardia che sappia fare bene il catch and shoot, ma questa caratteristica non è propria dell’ex Nets. Ancora di più, col futuro rientro di Klay Thompson, sarà ancora più arduo trovare un sistema di gioco che possa contemplare la presenza in campo di tutti e tre i giocatori. Ma su questo punto Steve Kerr sembra essere irremovibile:

Penso che sarà grandioso. Innanzitutto, solo avere un ragazzo che può mettere venti punti a notte – specialmente con Klay (Thompson, ndr) che è fuori dai giochi per la maggior parte della regular season – è un enorme lusso. D’Angelo è un grande giocatore di pick-and-roll, come lo è ovviamente anche Steph (Curry, ndr), partiranno entrambi nel quintetto titolare. Quando Klay tornerà, penso che tutti e tre partiranno dall’inizio…non penso che avremo problemi.”

Vedremo durante il corso della stagione se coach Kerr riuscirà ad inventare un altro dei suoi sistemi di gioco per riportare Golden State lassù dove merita.

Francesco Catalano
fr.cata7@gmail.com
No Comments

Post A Comment