Simmons e Butler, tensioni, Jimmy: "Non mi piace la parola soft"
128935
post-template-default,single,single-post,postid-128935,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Simmons e Butler, tensioni nel post 76ers-Hawks, Jimmy: “Non mi piace la parola soft”

Simmons e Butler, tensioni nel post 76ers-Hawks, Jimmy: “Non mi piace la parola soft”

I Philadelphia 76ers perdono la seconda partita consecutiva, questa volta contro gli Atlanta Hawks per 123-121. Complice l’assenza di Joel Embiid, problema alla caviglia destra per lui e riposo precauzionale, Ben Simmons e Jimmy Butler non riescono a battere dei più che abbordabili Hawks, a causa anche di quest’ultimo.

Butler cuasa con 30 secondi da giocare una palla persa che porterà poi John Collins a segnare il canestro del +2 con 8 secondi da giocare. Coach Brown affida a Butler la palla dell’ultimo possesso. L’ex Twolves si guadagna un fallo ma incredibilmente fa 0 su 2 ai liberi e regala la vittoria agli Hawks.

Vittoria degli Hawks intelligente e causata non solo dai demeriti dei 76ers. Atlanta sfrutta in maniera eccellente l’assenza di Joel Embiid, segnando 62 punti nel pitturato e vincendo anche la lotta sotto le plance (44-30 a rimbalzo in favore di Atlanta).

MVP del match il rookie Kevin Huerter, che segna 29 punti tirando col 65% dal campo. John Collins chiude con 25 punti 9 rimbalzi e il canestro della vittoria.

Le tensioni in casa 76ers sono aumentate nel post partita quando Ben Simmons (tripla doppia da 23 punti, 10 rimbalzi e 15 assist per lui) ha definito la squadra “troppo soft”.

“Penso solamente che non siamo stati abbastanza fisici.” Ha detto Simmons nel post partita. “Difensivamente, non la prendiamo abbastanza sul serio o con serietà quando gli avversari ci segnano contro. Dovremmo avere un sussulto di orgoglio quando qualcuno segna, dovresti essere frustato ogni volta. Penso che dobbiamo fare di più tutti per migliorarci e arrivare al livello successivo, elevare il nostro gioco. Questo perché so che quando arriveranno i playoff, dovremo salire di livello.”

Jimmy Butler: “Non mi piace la parola soft”

Le osservazioni di Simmons sono arrivate in risposta ad una domanda sul fatto se l’australiano ritenesse che “la fisicità” fosse stato il problema in campo per i Sixers. Nel post gara, Jimmy Butler ha detto la sua sulle parole di Simmons, dopo essere stato informato dei commenti del compagni di squadra

“Non mi piace la parola soft. Penso solamente che non abbiamo fatto quello che dovevamo fare.” Ha detto Butler. “Non dirò che qualcuno è soft, penso soltanto che siamo stati battuti in ogni singolo aspetto del gioco. Sono usciti dallo spogliatoio e hanno fatto quello che volevano fare, e l’hanno fatto per 48 minuti di fila.

Anche coach Brett Brown ha parlato della prova difensiva dei suoi Sixers: “La nostra difesa è stata molto deludente. Lo dobbiamo riconoscere, ci vuole un impegno molto maggiore da parte nostra”.

Leonardo Tomassini
leotomassini5@gmail.com

18 anni,dalle marche, studente di beni culturali a Macerata, ossessionato dalla NBA. Sogno di diventare un giornalista.

No Comments

Post A Comment