fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Warriors, Klay Thompson torna ad allenarsi per la prima volta dall’infortunio

Warriors, Klay Thompson torna ad allenarsi per la prima volta dall’infortunio

di Gabriele Melina

Il 14 giugno dello scorso anno, in occasione di gara 6 delle finali NBA tra Golden State Warriors e Toronto Raptors, Klay Thompson cadde dolorante sul parquet a seguito di un tentativo di schiacciata. Dalle prime reazioni del cinque volte All-Star, componente fondamentale della recente dinastia Warriors, molti capirono immediatamente che qualcosa, all’interno della gamba sinistra del giocatore, era andato storto.

Thompson fece appena in tempo a tirare i due tiri liberi scaturiti a seguito del fallo subito. Dopo essere stato condotto nei rispettivi spogliatoi, ulteriori diagnosi effettuate nelle ore successive mostrarono la temuta rottura del legamento crociato. I Raptors conclusero poi quella serie di finale da campioni, vincendo il primo titolo nella storia della franchigia. Brutte invece le notizie per la formazione della baia californiana, costretta a tenere ai box la guardia trentenne per tutta l’intera stagione 2019\20.

Da quel giorno, dalla rottura del legamento, sono passati poco più di 470 giorni. Il tre volte campione NBA è tornato ad allenarsi con i suoi Warriors, reduci da una stagione alquanto movimentata: a seguito dell’infortunio di Thompson, la rottura del tendine d’Achille e la dipartita di Kevin Durant, la frattura alla mano per Stephen Curry, oltre allo scambio di metà stagione che ha portato la guardia D’Angelo Russell, acquisito pochi mesi prima, nello stato del Minnesota.

Klay Thompson torna ad allenarsi, Kerr: “Felice di averlo in campo”

Nonostante Klay Thompson fosse pronto per allenarsi già dal mese di luglio, i Golden State Warriors hanno dovuto attendere ancora qualche mese per poterlo vedere all’opera. Difatti, l’effetto della pandemia da Sars-CoV-2, ha ritardato anche la ripresa delle sessioni di allenamento per le squadre non convocate nella bolla di Orlando.

“Siamo ovviamente partiti in modo graduale, niente partitelle cinque contro cinque per ora”, ha dichiarato coach Steve Kerr. “Tuttavia, Klay, entro i suoi limiti e le sue  momentanee possibilità, si è comunque allenato a pieno regime, e credo abbia compreso a che punto del suo percorso di riabilitazione si trovi, e cosa ancora gli manchi per raggiungere la massima forma”.

“E’ stato il suo primo allenamento dopo la rottura del legamento crociato, dopo più di un anno di pausa, nessuno si aspettava di ritrovarlo in piena forma. Si è mosso comunque bene sul campo, è stato un buon primo passo. Solo la sua presenza, sul parquet e negli spogliatoi, ci ha fornito una notevole carica emotiva”.

Nel corso dell’annata 2018\19, Thompson ha viaggiato ad una media di 21.5 punti, 3.8 rimbalzi, 2.4 assist. Viste le continue problematiche dovute alla diffusione del virus, per rivedere in campo il trentenne bisognerà aspettare almeno fino all’inizio del prossimo anno, dato che la lega ed il suo commissioner Adam Silver prevedono di iniziare la stagione successiva a quella attuale non prima di gennaio 2021.

 

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi