fbpx
Home Lega Basket AFortitudo Bologna Fortitudo Bologna-OriOra Pistoia: recap del match

Fortitudo Bologna-OriOra Pistoia: recap del match

di Gabriele Ramponi

Il match tra Fortitudo Bologna-OriOra Pistoia ha visto trionfare la Fortitudo Bologna, sul parquet di casa, contro l’OriOra Pistoia con il risultato di 82 a 71. La squadra di casa inizialmente è stata discontinua, ma poi nell’ultimo periodo è riuscita a mostrare il suo volto reale e a portare a casa i due punti fondamentali per la classifica, dopo quelli persi domenica scorsa contro la Virtus Roma. Continua invece la striscia negativa della squadra pistoiese, dato che anche in questo incontro non si sblocca e resta nella posizione pericolosa della classifica.

1°quarto Fortitudo Bologna-OriOra Pistoia: match molto equilibrato

La partita Fortitudo Bologna-OriOra Pistoia inizia all’insegna della parità con rapidi attacchi da una parte e dall’altra, entrambe le squadre coprono molto bene l’area ed entrare nel pitturato avversario si rivela complicato. Il primo squillo da parte della Fortitudo Bologna arriva con la tripla da parte di Pietro Aradori, che permette alla sua squadra di essere avanti di 5 lunghezze a 3 minuti dalla fine del primo quarto. La tripla di Carl Wheatle riporta Pistoia sotto di 2 punti, ma viene subito ricacciata indietro dal gioco da 3 punti realizzato da Ed Daniel sul fil di sirena. Il quarto si chiude 22 a 17 per la squadra di casa.

2° quarto: botta e risposta equivale ad una parità

Il secondo quarto inizia subito con una palla recuperata da Rok Stipcevic e convertita in due punti dallo stesso playmaker croato. Dopo un paio di canestri segnati dall’Oriora, ma sempre recuperati dalla Fortitudo, la formazione pistoiese riesce a piazzare il canestro del pareggio a 6 minuti dall’intervallo, portandosi sul 26 pari. Grazie all’iniziativa di Terran Petteway, i bianco-rossi riescono addirittura a portarsi in vantaggio di 4 lunghezze. Dopo un time-out motivazionale chiamato da coach Antimo Martino, Henry Sims piazza un break di 4 a 0, partita nuovamente in parità. Si va  negli spogliatoi sul risultato di 39 a 39. Sugli scudi le prestazioni di Henry Sims con 12 punti e di Terran Petteway con 8.

3° quarto: persiste l’equilibrio

Il gioco della Fortitudo Bologna è basato sulla velocità mentre quello di Pistoia è più ragionato e la parità persiste ancora a quattro minuti dalla fine del terzo quarto. La squadra bolognese è riuscita a portarsi in vantaggio di 4 punti ma il fallo tecnico fischiato a Daniele Cinciarini rimette Pistoia sotto di una sola lunghezza. Il terzo periodo finisce con la Fortitudo avanti 55 a 54 e con l’ultimo quarto tutto da vedere, per scoprire chi avrà maggiore lucidità per portare a casa il risultato.

4° quarto: allungo decisivo e vittoria Fortitudo

Pistoia parte subito forte e grazie a Terran Petteway si porta in vantaggio di 5 lunghezze, ma Rok Stipcevic non ci sta e risponde con un gioco da 3 punti riportando la squadra bolognese di nuovo in parità. Ora è la squadra di casa che comanda ed aiutata da un PalaDozza infuocato si porta sopra di 6 punti, che rappresentano il massimo vantaggio. 5 minuti al termine dell’incontro, Fortitudo 67 OriOra 61. La squadra di coach Michele Carrea non segna più e scivola a meno 9 con 3 minuti ancora sul cronometro. Sulla tripla di Stefano Mancinelli si chiude il match: il risultato  finale al PalaDozza recita 82 a 71 a favore della Fortitudo Bologna.

Chiavi del match Fortitudo Bologna-OriOra Pistoia: qui Bologna

Assist: la squadra bolognese ha realizzato 20 assist, segnale che i giocatori si cercano tra di loro e scelgono il compagno meglio piazzato in ogni situazione.

Henry Sims: il ritrovato apporto del centro americano rappresenta la nota più lieta della serata per coach Antimo Martino: i 18 punti e 5 rimbalzi sono ossigeno per una Fortitudo che nelle ultime partite ha sofferto molto sotto i tabelloni.

Difesa: la difesa bolognese ha concesso veramente poco alla squadra toscana costringendola a diverse palle perse e impedendole di trovare canestri comodi appoggiati al ferro. La copertura su Terran Petteway ha rappresentato la vera svolta in chiave difensiva.

Chiavi del match Fortitudo Bologna-OriOra Pistoia: qui Pistoia

Rimbalzi: i rimbalzi sono stati una delle poche categorie in cui i toscani hanno avuto la meglio: pur soffrendo un po’ la fisicità dei lunghi bianco-blu, hanno preso 39 rimbalzi, ma solo 6 in fase offensiva.

Palle perse: le palle perse sono state un po’ la rovina della squadra pistoiese: 18 sono veramente troppe e sicuramente coach Michele Carrea avrà modo di lavorarci in settimana.

Terran Petteway: nonostante la difesa studiata da coach Antimo Martino per toglierlo dai giochi offensivi avversari, è riuscito a costruirsi tiri, spesso forzati, ma segnati grazie alla sua classe. I suoi compagni, però, non l’hanno seguito.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi