Home Lega Basket A Olimpia Milano, Ettore Messina: “Scudetto? Soddisfazione enorme”

Olimpia Milano, Ettore Messina: “Scudetto? Soddisfazione enorme”

di Stefano Sanaldi
Olimpia Milano Ettore Messina

L’Olimpia Milano di coach Ettore Messina è campione d’Italia per la trentunesima volta nella sua storia, la terza consecutiva. L’apoteosi al termine di una gara-4 che la formazione biancorossa ha prima dominato per 30 minuti, salvo poi rischiare di vanificare tutto nell’ultimo periodo, come spesso è accaduto in questa tribolata stagione milanese. 

La soddisfazione per aver vinto lo Scudetto è tantissima, soprattutto perché questo rappresenta l’unico titolo di una stagione che, alla vigilia, vedeva Milano grande protagonista su più fronti. Una sorta di riscatto per una stagione, soprattutto quella europea, al di sotto delle attese.

Olimpia Milano, tutta la gioia di Messina

L’Olimpia Milano riesce nell’impresa di vincere il terzo titolo consecutivo sotto la guida di coach Ettore Messina. Un’impresa che in casa Olimpia Milano era riuscita solo una volta nella sua storia. Non può che essere soddisfatto il coach biancorosso per la conquista dell’ennesimo tricolore della sua carriera: “Un’enorme soddisfazione, abbiamo battuto una grande squadra profonda, dura, con un sacco di possibilità di fare canestro. Dopo la partita con Trento, abbiamo avuto coesione e determinazione, ma anche l’umiltà di giocare sempre insieme, su ogni rimbalzo e difesa. Nelle varie partite di queste serie c’è stato sempre un protagonista diverso. Abbiamo trovato, in questi playoff, la solidità che solo a sprazzi abbiamo avuto durante l’anno. I ragazzi sono riusciti a farlo ed abbiamo ottenuto un risultato ad un certo punto inaspettato, contro una grande avversaria. C’è soddisfazione per aver ripagato Armani e Dell’Orco con un risultato di grande importanza. Nessuno ha piacere che uno vinca tre scudetti di fila e devi soffrire per farlo. I ragazzi se lo sono meritati”.

In gara-4 è stata determinante la chimica tra Nikola Mirotic e Nicolò Melli, col montenegrino a caricarsi la squadra sulle spalle nella metà campo offensiva e il capitano ad alzare il muro in difesa, oltre a segnare due triple importantissime: “La chimica non riguardava solo loro, ma è importante sia arrivata nei playoff. Settimane di lavoro e di impegno, di disponibilità di tutta la squadra”.

Insomma, chiudere la stagione con uno Scudetto può essere considerato un finale positivo al termine di una stagione davvero difficile: “Stagione difficile, abbiamo perso la guardia titolare. Non so se la Virtus avesse perso Belinelli… Non dico siano due giocatori uguali, però è molto importante”.

Un Ettore Messina che fa anche autocritica sulla costruzione del roster, ma gioisce per il successo: Speravamo prima o poi sarebbe arrivato. Abbiamo poi fatto un errore su una determinata posizione, abbiamo aspettato Napier. Su questo poi ci sono le tante aspettative. Ora c’è la soddisfazione di aver rimesso tutti assieme questa annata in tempo per vincere lo scudetto ed è un’enorme soddisfazione. Una vittoria bellissima e spero di godermela”.

You may also like

Lascia un commento