fbpx
Home Lega Basket A Supercoppa 2020: perdono Venezia e Trieste

Supercoppa 2020: perdono Venezia e Trieste

di Marco Baroni

Dopo la giornata numero 11 della Supercoppa 2020, che ha visto coinvolte ben dieci squadre, nella dodicesima giornata si sono giocate soltanto due partite. La prima ha visto protagoniste la De’Longhi Treviso e l’Umana Reyer Venezia, mentre in serata si è giocato il match tra la Dolomiti Energia Trento e l’Allianz Trieste. Andiamo a vedere insieme come sono andate queste due partite e chi sono stati i top scorer di giornata.

Supercoppa 2020, il recap del day 12

  • Ore 18.00: De Longhi Treviso-Umana Reyer Venezia.

Il day 12 di Supercoppa 2020 è aperto dalla sfida del Palaverde tra De’Longhi Treviso e Umana Reyer Venezia. Una partita strana, ricca di emozioni fino alla sirena finale. Venezia in controllo del match fin dall’inizio, molto concentrata e solida in difesa. L’Umana respinge ogni tentativo di aggancio dei padroni di casa, fino a quando il capitano di Treviso Matteo Imbrò e Nicola Akele suonano la carica nel quarto quarto e con un parziale di 13-0 la De Longhi mette la testa avanti. Finale teso in cui Jeremy Chappell va in lunetta e sbaglia i due liberi ma cattura il rimbalzo del possibile pari, non riuscendo però a convertire a canestro. Dall’altra parte Imbrò non è preciso ai liberi e da l’ultima possibilità ad Austin Daye che però sbaglia l’ultimo tiro che avrebbe portato i suoi all’overtime. Vince quindi Treviso 73-70 e prova a riaprire i giochi del girone C.

Per Treviso tanti errori al tiro in una gara come detto dal punteggio basso per entrambe le compagini. Un 7/20 da tre per gli uomini di coach Max Menetti, dato ben lontano dai tradizionali numeri da oltre l’arco dei trevigiani. Bene a rimbalzo la De’Longhi, che vince il confronto complessivo con la Reyer malgrado un inizio difficile di Christian Mekowulu e Giovanni VIldera, sovrastati da Mitchell Watt e dall’ex Isaac Fotu nei primi due quarti di match. Miglior realizzatore di Treviso DeWayne Russell, sempre più leader in cabina di regia e che inizia ad entrare bene nelle dinamiche di squadra. Per lui 14 punti e 4 rimbalzi, malgrado una serata non felice al tiro, come racconta il 6/15 complessivo. Ancora un’ottima gara di Jeffrey Carroll che sbaglia tanto da tre ma ai 13 punti aggiunge 8 preziosi rimbalzi e 2 palle recuperate. Particolare la serata di Imbro e Akele, entrambi a zero punti prima dell’ultimo quarto di partita in cui realizzano rispettivamente 9 e 12 punti che danno il là alla rimonta trevigiana. Serata in chiaroscuro infine per David Logan che chiude in doppia cifra, senza però illuminare particolarmente.

Grande rammarico per Venezia che spreca una ghiotta occasione per allungare in testa al girone C di Supercoppa 2020. Male il dato dalla lunga distanza, con un 4/16 finale da tre che di certo non può far piacere a coach Walter De Raffaele. Problemi anche ai liberi nella serata dell’Umana che chiudono con un pesante 8/19 comprendente i cruciali tiri dalla lunetta sbagliati nel finale da Chappell e De Nicolao.

Poche le palle perse per gli ospiti che avevano iniziato la gara con grande concentrazione e con una difesa molto aggressiva e fisica soprattutto sotto canestro. Miglior realizzatore dei suoi e della gara Mitchell Watt, incontenibile per la difesa trevigiana e che mette a referto 19 punti, 7 rimbalzi e 2 stoppate a cui aggiunge 2 palloni recuperati. Bene anche Austin Daye che chiude a quota 15 malgrado l’errore nel tiro finale che poteva portare i suoi all’overtime. Solido Stefano Tonut: 10 punti, 4 rimbalzi e 5 assist malgrado una serata non positiva da oltre l’arco.

Parziali singoli quarti: 13-18; 17-20; 18-19; 25-13.

Parziali progressivi: 13-18; 30-38; 48-57; 73-70.

De’Longhi Treviso: D.Russell 14, D.Logan 10, T.Cheese 5, A.Buzzavo n.e, L.Faggian n.e, G.Vildera 2, V.Bartoli, M.Imbro 12, M.Chillo, C.Mekowulu 8, J.Carroll 13 N.Akele 9. Coach: Max Menetti.

Umana Reyer Venezia: D.Casarin, J.Stone 4, M.Bramos 5, S.Tonut 10, A.Daye 15, A.De Nicolao, I.Fotu 6, J.Chappell 9, V.Mazzola 2, L.D’Ercole n.e, B.Cerella, M.Watt 19. Coach: Walter De Raffaele.

  • Ore 20.30: Dolomiti Energia Trento-Allianz Trieste.

Si chiude la giornata di Supercoppa 2020 con il match tra Dolomiti Energia Trento e Allianz Trieste. Partita non particolarmente entusiasmante che vede vincitori i padroni di casa che, principalmente nel secondo quarto, si sono portati avanti col punteggio raggiungendo un parziale di 20 a 6 e dopodiché sono riusciti a mantenere il controllo del risultato e a tenere la doppia cifra di vantaggio. La squadra triestina non è riuscita a sfruttare l’opportunità di passare in vantaggio nel girone C, considerando che Venezia aveva perso contro Treviso qualche minuto prima che iniziasse la partita.

Sicuramente Trieste ha pagato la mancanza di soluzioni offensive efficaci e di alcuni assenti, tirando con percentuali non eccelse: 41,7% da 2 punti (15/36) e appena il 26% dalla lunga distanza (6/23). Inoltre sono mancati i punti dalla panchina, appena 19 contro i 32 di Trento. Nonostante il risultato deludente, è da sottolineare la buona prova di Milton Doyle che mette a referto 16 punti aggiungendo anche 5 rimbalzi e 4 assist. Soddisfacente anche la prova di DeVonte Upson che raggiunge 10 punti e 6 rimbalzi. Nessun altro giocatore è riuscito ad arrivare alla doppia cifra.

Trento si è dimostrata una squadra nettamente più solida sia in difesa che in attacco riuscendo a catturare ben 4 rimbalzi difensivi in più degli avversari (28 per Trento e 24 per Trieste), Inoltre è stata molto più concreta in attacco raggiungendo il 50% totale al tiro, il 63,3% da due (19/30) e il 35,7% dall’arco (10/28). Senza dubbio, avere a disposizione più rotazioni e avere una panchina più profonda ha concesso a trento di mantenere una qualità alta del gioco fino a fine partita. Anche il numero di assist forniti per i compagni è nettamente superiore: 18 a 11 (il miglior assist-man della partita è stato Toto Forray con 6 passaggi decisivi). Equilibrati invece i numeri di palle recuperate e palle perse: 13 palle perse e 9 recuperate per Trento e 15 palle perse e 8 recuperate per l’Allianz. Il top scorer della partita è Gary Browne che segna 20 preziosi punti e regala 4 assist ai compagni.

Parziali singoli quarti: 22-20; 20-6; 18-17; 19-18.
Parziali progressivi: 22-20; 42-26; 60-43; 79-61.

Dolomiti Energia Trento: G. Browne 20,  V. Sanders 8, M. Ladurner 9, L.Conti n.e, D. Pascolo 4, A. Forray 7, J. Williams 8, J. Morgan 7, A. Mezzanotte 8, K. Martin 2, I. Jovanovic 6, L.Lechthaler n.e. Coach: Nicola Brienza.

Allianz Trieste: M. Da Ros 7, M. Doyle 16, A.Arnaldo, D. Alviti 6, J. Fernandez 5, D. Upson 10, M.Henry n.e, I. Udanoh 8, T. Laquintana 5, A.Grazulis n.e, A. Coronica 4. Coach: Eugenio Dalmasson.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi