fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationMercato NBA, ultime notizie su scambi e trattative L’ex Pistons Chauncey Billups vuole diventare allenatore NBA. Alcune squadre già sulle sue tracce

L’ex Pistons Chauncey Billups vuole diventare allenatore NBA. Alcune squadre già sulle sue tracce

di Giovanni Oriolo

Da quando si è ritirato con la canotta dei Detroit Pistons nel 2014, tanti ritengono che l’ex stella NBA Chauncey Billups potrebbe essere un ottimo allenatore soprattutto visto quanto ha fatto vedere sul campo da gioco. L’ex giocatore di Pistons, Nuggets e Clippers ha spesso dichiarato in passato di non voler diventare coach di una squadra, ma piuttosto entrare in un front office (magari da GM).

Negli ultimi anni Billups ha avuto colloqui con Cavaliers ,Timberwolves e gli stessi Pistons per un ruolo da dirigente, ma nessuno di questi è andato a buon fine.

Dopo la notizia di giovedì della nomina di head coach dei Brooklyn Nets di Steve Nash, alcuni tifosi sono tornati a sostenere che anche il campione NBA nel 2004 dovrebbe cercare una panchina NBA su cui sedersi. Questa volta sembra che Chauncey sia d’accordo e si sia reso disponibile per sostenere dei colloqui per un ruolo da allenatore.

Chauncey Billups vuole diventare un allenatore NBA

Dopo le voci di questo interessamento dell’ex stella dei Pistons al ruolo di allenatore è arrivata la conferma di Chris Haynes di Yahoo Sports, che scrive: “L’ex star NBA Chauncey Billups è finalmente interessato a perseguire un lavoro di head coach e le squadre hanno iniziato a contattarlo”.

Billups, nel corso della sua carriera da giocatore, ha mostrato di avere tante abilità che lo renderebbero un buon allenatore NBA. Un’elevata intelligenza cestistica (in entrambi i lati del campo), sa cosa vuol dire essere una star e un giocatore franchigia, in più è una persona che ha sempre dimostrato di saper comunicare. Tuttavia, come detto prima, non ha la minima esperienza come coach. Quindi puntare su di lui sarebbe un’enorme scommessa.

Sicuramente Chauncey non troverà posto in contender o squadre che puntano al titolo (alle quali servono allenatori esperti e navigati). Però qualche squadra in ricostruzione che abbia bisogno di un nome e un volto noto, con la possibilità e la voglia di puntare su di lui per farlo crescere con i giovani, potrebbe esistere. D’altronde i Nets, squadra con giovani, ma anche gente esperta e di valore assoluto come Kevin Durant e Kyrie Irving, ha voluto prendersi un rischio simile nominando Nash capo allenatore, anch’esso alla prima esperienza su una panchina NBA.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi