AD7

LeBron James: “Non vorrete essere qui quando perderò la pazienza”

LeBron pazienza terminata? Il Prescelto è calmo ma chiaro al termine del match contro Minnesota. “Non credo vorrete essere qui quando perderò la pazienza, sono serio” parola di LeBron James ai report che gli domandano dopo la gara persa contro Minnesota qualche parere sul match e soprattutto sulla sua leadership.

Il giocatore dei Lakers, arrivato in estate via free agency è ovviamente il leader di una squadra in via di definizione, con giovani e veterani ma anche evidenti problemi di spaziatura.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Parlate sempre di LeBron, non esiste solo lui”. Quanti messaggi di questo genere ci sono arrivati da quando abbiamo aperto la nostra pagina Instagram. Ma come facciamo a non parlare di questo giocatore, di questa macchina distruggi-record inarrestabile? Nella sconfitta di questa notte a San Antonio, LBJ conclude con 35 punti e 11 rimbalzi in 34 minuti, realizzando il suo 432° 30+ game (superando il Mamba tra l’altro). Inoltre, nello stesso luogo in cui l’anno scorso entro nell’olimpo dei 30k players, l’ AT&T Center, il King sorpassa Dirk Nowitzki al 6° posto della classifica dei marcatori all-time della NBA , con 31202 punti totali. Ma ora serviamo un assist ai suoi “haters”, che ci hanno spesso criticato per questo. Secondo voi, quali sono i record che LeBron non riuscirà mai a battere? 👑 ° ° #nbapassion #nba2k19 #NBApassionapp #NBA #basketball #lebron #lebronjames #23 #king #losangeles #lakers #lakersnation #lakeshow #showtime #bron #LABron #LBJ #nbahistory #nbarecord #alltimescoringlist

Un post condiviso da NBA Passion (@nbapassion_com) in data:

LeBron pazienza terminata? I numeri contro Minnesota

Il Prescelto perde ancora con i suoi Lakers ma è autore di una altra prova veramente positiva. LeBron James ha le spalle larghe, ma non basta a Los Angeles. Ancora non basta, altra sconfitta contro Minnesota ma numeri importanti:

  • 29 punti
  • 10 rimbalzi
  • 8 assist
  • 2 palle rubate
  • 2 stoppate
  • 50% da tre

Insomma una gara positiva, parziale finale punto a punto in cui sfida Jimmy Butler (perfetto nel quarto quarto e non a caso senza Wiggins tra i piedi Minnesota vince). Segna i canestri che riportano sotto i Lakers, ma poi è l’ex Bulls a sparare in faccia ad un altro ex Bulls come Rondo il canestro della vittoria.

Il Prescelto nel finale di gara si rammarica per gli errori, tanti, troppi ripetuti dal team che ha giocato ogni sfida disputata fino ad ora punto a punto ma rimediando molte sconfitte e soltanto due vittorie. Serve maturare e serve farlo in fretta in un ovest che non lascia pietà.

Il re riuscirà a portare i Lakers nuovamente ai playoffs? Missione non facile ovviamente, ma neanche impossibile: il Prescelto, LeBron James vuole riuscirci.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.