Home Basket femminileWNBA, Women's National Basketball AssociationNew York Liberty New York Liberty, esordio flop a Washington: “Lezione da imparare”

New York Liberty, esordio flop a Washington: “Lezione da imparare”

di Michele Gibin
new york liberty

L’esordio delle New York Liberty? Un flop totale contro le Washington Mystics che a DC si impongono per 80-64 nella opening night della stagione WNBA 2023.

Le Liberty di Sabrina Ionescu, Breanna Stewart, Jonquel Jones e Courtney Vandersloot sono e restano la squadra più attesa in questa stagione, in attesa di capire se siano anche la squadra più forte (le Las Vegas Aces attendono). La prima partita ha mostrato perlopiù a che punto siano i lavori del cantiere superteam a New York.

Contro le Mystics di Elena Delle Donne, le Liberty hanno tirato con il 34.3% dal campo e con 7 su 31 da tre punti, la partita di Jonquel Jones è durata appena 19 minuti e Ionescu e Stewart hanno sparato a salve dalla lunga distanza. Le palle perse sono state 20, un’enormità frutto soprattutto della voglia quasi ostentata di volersi passare il pallone a tutti i costi e trovare tiri e possessi per tutte.

Sabrina Ionescu ha tirato con 7 su 20 dal campo e 2 su 9 da tre, Breanna Stewart ha fatto anche peggio con 3 su 10 al tiro. Pur senza strafare, le Mystics hanno giocato una partita più accorta, con Delle Donne da soli 9 tiri ma il consueto playmaking di qualità (13 punti con 5 assist e 4 rimbalzi) e una panchina efficace con Kristi Toliver, 10 punti al suo debutto-ritorno a Washington, e con la rookie Tianna Hawkins da 8 punti e 4 rimbalzi all’esordio. Natasha Cloud e Ariel Atkins hanno chiuso con 14 punti a testa, le Mystics sono state in vantaggio anche di 19 lunghezze nel quarto quarto.

“E’ stata una grandissima lezione per noi“, così Courtney Vandersloot dopo la partita, per l’ex Chicago Sky 8 punti con 6 assist e 4 su 10 al tiro ma 4 palle perse “Un grande test iniziare con una squadra così, che ha giocato a ritmo così alto“.

Jonquel Jones e Breanna Stewart, reduci da un infortunio (Jones) e da una stagione europea lunga (Stewart) non sono al meglio della forma e hanno preso parte solo parzialmente al training camp. La loro condizione crescerà col passare delle partite, così come la chimica di squadra dopo tanti cambiamenti. “Col tempo, e con la capacità di costruire più chimica tra noi, capire come vogliamo giocare in attacco e come vogliamo trovarci tra noi, tante cose andranno a posto da solo. Da leader, sta a me e a Courtney (Vandersloot, ndr) gestire il pallone e tenere tutte coinvolte e attive. Oggi abbiamo forzato troppo invece“, ha detto Ionescu.

Le Washington Mystics sono apparse molto più rodate con Elena Delle Donne, Cloud, Atkins e Shakira Austin, e con il buon esordio della scelta numero 6 al draft 2023 Tianna Hawkins. Per coach Eric Thibault, che ha preso il timone dalle mani del padre Mike Thibault da questa stagione, si tratta della prima vittoria in carriera nella WNBA.

You may also like

Lascia un commento