Home Eurolega Niente da fare per la Virtus, vince il Baskonia e arriva ottavo

Niente da fare per la Virtus, vince il Baskonia e arriva ottavo

di Federico Circhirillo
La Virtus Bologna vince contro la Vanoli Cremona:

La stagione regolare di Eurolega si chiude questa sera, venerdì 12 aprile, con la penultima sfida che vede affrontarsi Virtus Bologna e Saski Baskonia. La palla a due alla Virtus Segafredo Arena sarà alle 20.30, mezz’ora prima dell’ultima partita che vede la sfida tra Asvel Villaurbanne e Barcellona. Invece la sfida del capoluogo emiliano sarà importante per definire il tabellone del Play In visto che entrambe le squadre sono appaiate all’ottavo posto a pari merito con l’Anadolu Efes a diciasette vittorie. La vincitrice della sfida odierna si sfiderà contro il Maccabi Tel Aviv e nel caso ne uscisse sconfitta andrebbe ad affrontare la vincitrice della sfida tra nona e decima.
I ragazzi di Luca Banchi nella competizione europea stanno vivendo un momento difficile con una striscia aperta di sei sconfitte consecutive iniziata contro l’Olympiakos il 7 marzo. Gli ospiti invece hanno chiuso la serie di tre sconfitte di fila nell’ultimo turno contro il Real Madrid al Wikinz Center con il punteggio di 91 a 95.

Virtus – Baskonia, l’analisi del match

La Virtus Bologna nonostante un ottimo primo tempo non riesce ad ottenere la vittoria contro il Baskonia. Il risultato finale è di 91 a 95 per la squadra spagnola grazie anche ad una prestazione incredibile di Markus Howard che realizza 34 punti e crea scompiglio nella difesa bolognese. Con questa sconfitta gli uomini di Luca Banchi chiudono la stagione regolare al decimo posto che li costringe ad andare a vincere in casa dell’Anadolu Efes prima e poi battere la squadra che uscirà sconfitta dalla sfida tra il Maccabi Tel Aviv e il Baskonia. 

Il Baskonia ottiene la vittoria grazie ad una maggiore precisione ai tiri liberi: 18 le realizzazioni a fronte dei 22 avuti a disposizione (81.8%) e sopratutto ai rimbalzi in attacco, ben 13, che sono stati un fattore nel successo finale. La Virtus dal canto suo tira meglio dal campo con un positivo 68.4% da due (26/38) e con il 31% da tre con un 9 su 29 finale. La squadra di casa gioca anche di più insieme e il dato degli assist ne è la riprova, sono 24 a fine gara, contro i 17 degli ospiti. 

Il migliore della partita è il già citato Markus Howard, autore di 34 punti tirando con il 50% dal campo con 5 triple. Per il Baskonia, oltre al numero 0, ci sono le prove solide di Vanja Marinkovic da 17 punti e quella di Codi Miller-McIntyre da 16 punti ma che ha portato un energia straripante. Per Bologna invece il top scorer è il solito Iffe Lundberg, autore di 18 punti con il 100% da due punti (6/6) accompagnato dall’intramontabile Marco Belinelli, 15 per lui. Gara positiva anche per Daniel Hackett che realizza 11 punti, 6 rimbalzi e smazza ben 8 assist. 

Il tabellino del match

Parziali singoli quarti: 22-21, 31-23, 21-31, 17-20

Parziali progressivi: 22-21, 53-44, 74-75, 91-95

Virtus Segafredo Bologna: Lundberg 18, Belinelli 15, Pajola 3, Polonara 8, Hackett 11, Shengelia 8, Mickey 10, Zizic 4, Dunston 4, Abass 7, Cordinier, Dobric 3. Coach: Luca Banchi

Saski Baskonia: Marinkovic 17, Kotsar 4, Miller-McIntyre 16, Costello 6, Chiozza 2, Raieste, Sedekerskis 4, Theodore, Rogkavopoulos, Moneke 12, Howard 34, Diez n.e. . Coach: Dusko Ivanovic

You may also like

Lascia un commento