Home Lega Basket ABasket mercato A Olimpia Milano, punto sul mercato: si riparte da Shields e Mirotic

Olimpia Milano, punto sul mercato: si riparte da Shields e Mirotic

di Stefano Sanaldi
Olimpia Milano Real Madrid Nikola Mirotic e Shavon Shields

Dopo lo scossone di questi ultimi giorni, proviamo a fare un punto sul mercato dell’Olimpia Milano, che vedrà Shavon Shields e Nikola Mirotic come stelle di un roster che sarà molto rivoluzionato rispetto a quello che ha appena vinto lo scudetto. Rivoluzione che riguarderà il pacchetto stranieri, mentre l’idea della dirigenza è di creare un gruppo italiano che possa essere solido e duraturo, partendo dalla conferma di Stefano Tonut.

Mercato Olimpia Milano: chi resta?

Al via della prossima stagione, il roster dell’Olimpia Milano sarà molto differente rispetto a quello cui erano consueti i tifosi biancorossi. Detto delle conferme di Shavon Shields e dell’MVP Nikola Mirotic (smentite sul nascere le voci di un suo addio), la formazione di coach Ettore Messina si appresta ad aprire un nuovo ciclo.

Per quel che riguarda il mercato in uscita, hanno già lasciato Milano sia Devon Hall sia Nicolò Melli, due colonne silenziose dell’architettura milanese, mentre a giorni dovrebbe arrivare anche l’annuncio del ritiro di Kyle Hines. La situazione di Shabazz Napier sembra abbastanza definita: l’ex UConn, tornato negli USA, non ha ancora un accordo con la società e pare che non si arriverà al rinnovo tra le parti.

Rimarrà intatto, invece, il nucleo italiano. Stefano Tonut si avvicina a grandi passi al rinnovo, mentre il resto della pattuglia azzurra è sotto contratto e sarà confermata in toto, salvo Guglielmo Caruso che potrebbe andare in prestito per trovare continuità.

Restando in tema italiani, la dirigenza dell’Olimpia è sempre alla finestra per Danilo Gallinari. Il “Gallo”, impegnato con la Nazionale, attende una chiamata dalla NBA. In caso di fumata nera, l’ipotesi amarcord del ritorno a Milano è sempre viva. La dirigenza sarebbe pronta a riaccogliere il  figlio prodigo e, molto probabilmente, dargli i gradi di capitano. La pista entrerà nel vivo, a meno di una firma in NBA in precedenza, a metà luglio.

Chi arriva?

Il mercato in entrata dell’Olimpia Milano è già in fermento. I tifosi non pensino ai grandi nomi in stile Nikola Mirotic, a meno che capiti qualche occasione irrinunciabile, ma piuttosto a giocatori emergenti. In questa categoria rientrano tanto Armoni Brooks quanto Nenad Dimitrijevic, fresco di ufficialità. Oltre all’ex Valencia, in cabina di regia si attende l’ufficialità di Leando Bolmaro e, molto probabilmente, di un altro esterno.

Col sempre più probabile ritiro di Kyle Hines, la dirigenza cerca un lungo straniero da affiancare a Josh Nebo. Nei giorni scorsi si sono fatti i nomi di Serge Ibaka, che potrebbe però tornare a Madrid, e Johnatahn Motley. Molto probabile, invece, che possa arrivare un nome emergente come vice Nebo, come riporta RealOlimpiaMilano.com.

Restando al capitolo stranieri, manca solo l’annuncio del ritorno di Zach LeDay a Milano. L’ala americana ha ufficialmente salutato il Partizan Belgrado ed è pronto a fare ritorno nella squadra che lo ha lanciato ad altissimi livelli nel basket europeo. I tifosi biancorossi lo ricorderanno, oltre che per il famosissimo zainetto, anche per la giocata che si rivelò determinante nella serie di playoff in EuroLeague contro il Bayern Monaco di Andrea Trinchieri. Sarà lui a prendere l’eredita di Nicolò Melli.

Passando al capitolo italiani, in attesa di capire cosa sarà di Danilo Gallinari, che la dirigenza considera un jolly e un’occasione dopo la metà di luglio, Milano ha individuato chi, a livello di passaporto, andrà ad occupare la casella lasciata libera da Nicolò Melli. Probabilmente non sarà Awudu Abass, in scadenza con la Virtus Bologna, ma Ousmane Diop. Il lungo senegalese ex Sassari ha la formazione italiana, ma soprattutto è un giocatore ancora da plasmare ed è perfetto per l’idea della nuova Milano.

You may also like

Lascia un commento