fbpx
Home Lega Basket ADolomiti Energia Trento Germani Brescia-Aquila Trento: magic moment dell’ Aquila

Germani Brescia-Aquila Trento: magic moment dell’ Aquila

di Alessandro Bisetto

Chiude il programma di questo ottavo turno di LBA il match tra Germani Brescia e Aquila Trento. Entrambe le squadre sono reduci dagli impegni di EuroCup in settimana; i padroni di casa arrivano alla gara del PalaLeonessa dopo la  sconfitta con l’Ulm che compromette notevolmente la situazione nel proprio girone. Bilancio europeo agrodolce invece per Trento, dopo la vittoria di mercoledì a Patrasso infatti è arrivato il primo ko della stagione a Las Palmas contro Gran Canaria. Brescia che dunque prova a rilanciarsi in campionato, dove però son ben tre gli tre stop consecutivi, tra cui l’ultimo senza storia in casa dell’Olimpia Milano. Ospiti che al contrario arrivano lanciati dal successo pesante ottenuto nello scorso turno contro la Dinamo Sassari.

Germani Brescia-Aquila Trento: l’analisi del match

Partita vivace e intensa al PalaLeonessa dopo un inizio sprint dei padroni di casa che volano sul +12 alla prima pausa. Grazie a una difesa asfissiante Brescia concede solamente un tiro da due nel quarto all’Aquila Trento. Con il proseguo della gara si sblocca l’attacco degli ospiti e alla pausa lunga la partita è completamente riaperta. Dopo un inizio secondo tempo vissuto punto a punto da entrambe le compagini, l’allungo decisivo arriva a pochi minuti dalla fine del quarto quarto. Un successo che permette ai ragazzi di coach Brienza di continuare il proprio magic moment tra campionato e coppa. Germani Brescia-Aquila Trento 73-80.

Per la Leonessa una prova decisamente positiva nella metà campo difensiva. Soprattutto nei primi due quarti di gioco infatti, gli uomini di coach Vincenzo Esposito concedono davvero poco a un’Aquila provata dalle fatiche europee e con poca lucidità negli schemi offensivi. Ottimo anche il lavoro a rimbalzo dei lunghi della Germani, con un Christian Burns dominante nel primo tempo e che chiude la sua gara con 18 punti e 7 rimbalzi. Doppia cifra anche per l’altro lungo dei padroni di casa Dusan Ristic. Ben 43 i rimbalzi complessivi di Brescia, 17 dei quali offensivi.

La pecca dei lombardi è stata quella di non riuscire a mantenere la stessa intensità per tutti i minuti in campo, con Moss e compagni divorati dalla pressione di vincere una partita fondamentale dopo i tanti ko consecutivi. Da registrare il dato negativo delle 15 palle perse, mentre è più confortante quello dei 18 assist totali, concentrati però soprattutto nella prima metà di gara. A livello individuale male Drew Crawford, quasi mai veramente in palla in questo avvio di stagione. Serata difficile anche per Kenny Chery, spento e mai veramente in partita. Positiva invece la partita di T.J. Cline che litiga da oltre l’arco (1/7 il dato finale) ma colleziona 13 punti e regala ottime giocate in difesa. 

L’Aquila Trento continua a volare malgrado le quattro partite settimanali e una situazione infortuni certamente influente. Assente per la gara del PalaLeonessa infatti il centro titolare JaCorey Williams, mentre raccoglie qualche minuto in campo Davide Pascolo dopo lo stop. Coach Nicola Brienza e i suoi ragazzi hanno avuto la pazienza e la tenacia per resistere all’alta intensità di Brescia in avvio e sono riusciti a rientrare prontamente in partita prima della pausa lunga grazie a una fluidità offensiva sempre più efficace man mano che trascorrevano i minuti.

Partita da vero leader per Kelvin Martin, trasformato da cinque, viste le assenze forzate e autore di una doppia doppia da 19 e 10 rimbalzi, con il 70% da due. Proprio il quintetto piccolo ha messo in difficoltà la Germani e ha costretto i padroni di casa ha numerosi falli e conseguenti giri in lunetta per la Dolomiti Energia (16/23 complessivo ai liberi). In un collettivo ben assemblato malgrado le corte rotazioni  brilla il play portoricano Gary Browne. Il folletto trentino chiude la sua gara con 16 punti, 8 assist, 6 rimbalzi e ben 7 falli subiti. Quattro gli uomini in doppia cifra per Trento e tra questi è da segnalare certamente la prova di Victor Sanders, il primo a guidare la rincorsa dell’Aquila con i suoi strappi in campo aperto. L’americano classe ’95 raccoglie 16 punti, con 4 palle recuperate e 6 falli subiti. Lontano dalla media il dato oltre l’arco con un 30 % finale che risente dei tanti tiri forzati nei primi due quarti condizionati dalla estenuante difesa bresciana. 

Il tabellino della gara

Parziali singoli quarti: 25-13; 12-22; 22-24; 14-21

Parziali progressivi: 25-13; 37-35; 59-59; 73-80

Germani Brescia: T.Cline 13, D.Moss 9, C.Burns 18, T.Kalinovski 5, K.Chery 5, G.Bortolani, D.Ristic 10, S.Parrillo, D.Crawford 9, L.Vitali, B.Sacchetti 4, A.Ancellotti n.e. Allenatore: Vincenzo Esposito

Aquila Trento: K.Martin 19, V.Sanders 16, J.Morgan 13, A.Forray 3, D.Pascolo, L.Maye 9, L.Conti 4, A.Mezzanotte n.e, G.Browne 16, J.Williams n.e, I.Jovanovic n.e, M.Ladurner. Allenatore: Nicola Brienza

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi