fbpx
Home Lega Basket AHappy Casa Brindisi Happy Casa Brindisi-Germani Brescia: ok Brindisi a fatica

Happy Casa Brindisi-Germani Brescia: ok Brindisi a fatica

di Alessandro Bisetto

Al PalaPentassuglia si affrontano Happy Casa Brindisi e Germani Brescia, nel penultimo appuntamento di questa nona giornata di LBA. Due squadre protagoniste in settimana anche in Europa. Padroni di casa di scena in Spagna, contro il San Pablo Burgos, campione in carica di Basketball Champions League. Per i pugliesi una sconfitta (93-71) che non complica, per ora, le sorti del proprio girone, giunto appena al secondo turno. Germani che invece è alla quarta partita in sette giorni, dopo la sconfitta con Trento in campionato e i due appuntamenti di Eurocup contro Mornar Bar (77-75) e Buducnost (66-75), entrambe affrontate al PalaLeonessa.  Una vittoria e una sconfitta dunque, nel bilancio europeo degli uomini di coach Vincenzo Esposito, ma le sorti di qualificazione del gruppo B sono ormai compromesse. 

La fatica per i recenti impegni non si è però fatta sentire in casa Germani che dà filo da torcere alla squadra più in forma del campionato. Una gara punto a punto quella andata in scena nella serata brindisina, con i padroni di casa che strappano l’ottava vittoria consecutiva. Finisce 74-71 per l’Happy Casa Brindisi, ma onore a una Germani Brescia che ha lottato fino all’ultimo possesso disponibile e ha anche rischiato di vincere il match con la tripla corta di Luca Vitali sul 73-71. Di seguito i punti chiave della gara del PalaPentassuglia.

Happy Casa Brindisi-Germani Brescia: l’analisi della gara

Altra vittoria per l’Happy Casa Brindisi, ottenuta però, come detto,  davvero a fatica contro una Germani Brescia che veniva da quattro ko consecutivi e che ha prodotto sul parquet una reazione d’orgoglio, forse inaspettata. Una partita equilibrata fin dall’avvio, con i padroni di casa che esprimono una pallacanestro lontana dalle recenti uscite, con tanti errori al tiro provocati dalla difesa forte di Brescia. Solo la Reyer Venezia nella gara d’esordio di questa LBA aveva tenuto i brindisini sotto gli 80 punti in stagione e questo è già un dato che racconta bene l’andamento del match.

Per l’Happy Casa fondamentale l’abbacinante lavoro in penetrazione del solito D’Angelo Harrison, condizionato peraltro, fin dallo start, da problemi di falli. Il terzo miglior realizzatore del campionato chiude con 19 punti, 3 rimbalzi ( dei quali uno fondamentale dopo l’errore accennato in precedenza di Vitali nel finale) e ben 6 falli subiti, grazie alle sue incursioni nella difesa bresciana. Emerge il dato sulle palle perse, ben 5 sulle 11 complessive di squadra e, specialmente nei minuti conclusivi di match potevano davvero costare caro alla truppa di coach Frank Vitucci.

Importante il consueto lavoro a rimbalzo ( Brindisi è la seconda forza del torneo con 41.6 di media a partita) per un reparto che ritrova un giocatore fondamentale come Derek Willis, di ritorno post contagio da Covid-19. Il lungo classe ’95, condizionato dal minutaggio ridotto dà comunque il suo apporto in difesa, con 6 rimbalzi raccolti, mentre sono ben 11 quelli messi a referto da Nick Perkins ( doppia doppia con 15 punti per lui). Lontano dalla media stagionale il dato degli assist, in un match tattico, deciso perlopiù dalle invenzioni individuali e dalla dura lotta sotto i tabelloni.

La prestazione della Germani Brescia è certamente da mettere in risalto. Coach Vincenzo Esposito può essere soddisfatto dei suoi ragazzi, che hanno lottato e hanno rischiato di condurre a termine una sorta di impresa. Se lo spirito sarà questo per i prossimi incontri dopo la sosta per le Nazionali, quel penultimo posto in classifica potrà essere soltanto un ricordo. Per restare in partita fino allo scadere, i bresciani si sono attaccati alla difesa, forse a tratti fin troppo aggressiva visti i 19 viaggi in lunetta dei padroni di casa. Una scelta però necessaria per non permettere all’Happy Casa di incendiarsi con i consueti strappi offensivi già visti in passato. Positivo il dato sulle palle perse che nelle ultime partite aveva flagellato la Germani e che invece sono state contenute a 8 questa sera.

Il gruppo c’è ed è concentrato a risollevarsi da questa brutta situazione il più presto possibile. Da questo punto di vista non può che far piacere la prova messa in mostra da Dušan Ristić, sul quale pendevano, come una spada di Damocle, alcune voci di taglio nei giorni scorsi. Per il lungo serbo 14 punti, con 7/9 da due e 4 rimbalzi. Qualche segnale di ripresa anche da Kenny Chery, con il canadese che termina la sua gara in doppia cifra, 11 punti e 4 rimbalzi anche per il play tascabile della Germani, con 5 falli subiti. Sorprende la gara del tiratore dei lombardi Tyler Kalinoski (10 punti, 4 assist e 4 rimbalzi), finalmente in partita fino alla fine e decisivo per restare attaccato al punteggio nel quarto quarto. 

Il tabellino del match

Parziali singoli quarti: 23-18; 15-18; 18-20; 18-15

Parziali progressivi: 23-18; 38-36; 56-56; 74-71

Happy Casa Brindisi: D.Willis, O. Krubally 2, A. Zanelli 5, D. Harrison 19, R. Visconti, R. Gaspardo 7, D. Thompson 9, R. Cattapan n.e, A. Guido n.e, M. Udom 7, J. Bell 10, N. Perkins 15. Coach: Francesco Vitucci

Germani Brescia:  T.Cline 8, D.Moss 5, C.Burns 6, T.Kalinovski 10, K.Chery 11, G.Bortolani n.e, D.Ristic 14, S.Parrillo n.e, D.Crawford 8, L.Vitali 4, B.Sacchetti 5, A.Ancellotti n.e. Allenatore: Vincenzo Esposito

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi