Home Lega Basket ABasket mercato A Olimpia Milano, Ettore Messina: “Spero che restino tutti”

Olimpia Milano, Ettore Messina: “Spero che restino tutti”

di Stefano Sanaldi

Il giorno dopo la conquista dello Scudetto numero 31, il terzo consecutivo, è tempo per il consueto Media day per l’Olimpia Milano di coach Ettore Messina. Tra i tanti protagonisti, non poteva mancare il plenipotenziario coach della formazione meneghina che, tra le tante tematiche trattate, ha parlato del futuro di Nicolò Melli, Shavon Shields, Devon Hall e Shabazz Napier.

Olimpia Milano, Ettore Messina sulle situazioni di Melli e Shields

Nel corso del Media Day in casa Olimpia Milano, che celebra la conquista del 31° Scudetto, il grande protagonista è stato Ettore Messina. Oltre a fare un bilancio sulla stagione italiana ed europea della sua Milano, e rilanciare le ambizioni per il prossimo anno, il tema rinnovi è stato molto caldeggiato dai giornalisti presenti all’evento.

In primis, la situazione di Nicolò Melli, in scadenza il 30 giugno, di cui ancora non si conosce il futuro. Lo stesso capitano biancorosso, subito dopo la conquista del titolo, non si è sbilanciato sulla sua decisione. E, di conseguenza, nemmeno Messina ha potuto dire molto a riguardo: “Ci sono situazioni aperte con diversi giocatori importanti che sanno benissimo quale sia la volontà mia, del club e della proprietà e che restino con noi. Adesso continueremo a parlare, come abbiamo fatto negli ultimi mesi”, riferendosi al rinnovo del capitano.

Coach Messina ha anche messo a tacere le voci su un possibile addio di Shavon Shields: “Da parte nostra non è una situazione in discussione. Se poi un giorno gli venisse voglia di andare a giocare ai Clippers, ce lo verrà a dire. Se dobbiamo cominciare a mettere in discussione i giocatori che abbiamo sotto contratto e di cui siamo contenti, la situazione si da difficile. Se la questione si dovesse presentare, l’affronteremo”.

Le situazioni Hall e Napier

Ettore Messina ha speso parole di elogio per Devon Hall, anche lui in scadenza di contratto il 30 giugno: “Speriamo resti con noi. Vorremmo a tutti i costi che restasse. Più di così non posso dirti. Lo scorso anno ha dovuto coprire un sacco di buchi. Ha dovuto giocare da uno, due, tre, due e mezzo. Si è sacrificato molto per la squadra. Quest’anno è riuscito a tornare a giocare nel suo ruolo naturale di due/tre. E’ un giocatore che sa trattare la palla, ma può anche tirare, penetrare . In più, difende molto, molto bene. credo abbia avuto anche un salto di leadership importante all’interno della squadra”.

Infine, la questione Shabazz Napier, tornato a stagione in corso, il cui futuro è tutto da decidere: “E’ stato molto importante, anche perché lo scorso anno, tranne l’ultima partita, la sua finale fu davvero una serie complicata. Quest’anno in generale e durante tutti i playoff, ha tirato molto bene e ha avuto un saldo tra palle perse ed assist positivo. Anche ieri (gara-4, ndr) aveva fatto un ottimo primo tempo, poi nel secondo ha perso qualche palla di troppo. Però creo abbia fatto molto bene il suo lavoro in una squadra non facile da guidare. Se resterà? Prima di prendere una decisione, parleremo con lui e considereremo anche le sue aspettative”.

You may also like

Lascia un commento