fbpx
Home Lega Basket ADinamo Sassari Banco di Sardegna Sassari – Happy Casa Brindisi: i brindisini non si fermano più!

Banco di Sardegna Sassari – Happy Casa Brindisi: i brindisini non si fermano più!

di Francesco Catalano

Quella andata in scena al PalaSerradimigni tra Banco di Sardegna Sassari e Happy Casa Brindisi è stata senza dubbio la partita di cartello di questa ottava giornata di LBA che sarà molto più atipica delle altre. Infatti, col numero dei contagi da coronavirus in netto aumento anche tra le varie squadre del nostro campionato, le partite rinviate in questa giornata sono state ben quattro. 

Questa gara vedeva contro due delle principali antagoniste dell‘Olimpia Milano e, in questo senso, Brindisi ha dato un segnale molto forte. Al termine di una partita bella e combattuta, l’Happy Casa ha conquistato la vittoria col punteggio finale di 87 a 100, andando in tripla cifra.

Banco di Sardegna Sassari – Happy Casa Brindisi: le chiavi del match

I brindisi arrivavano a questa sfida col vento in poppa dopo una serie di sei vittorie consecutive, mentre i sardi dovevano riscattare la brutta sconfitta subita nella scorsa giornata sul campo dell’Aquila Trento.

La squadra ospite è partita subito forte e i ragazzi di coach Gianmarco Pozzecco hanno faticato a tenere il ritmo.  Nel primo quarto e all’inizio del secondo i pugliesi sono riusciti a creare il primo strappo della partita superando anche la doppia cifra di vantaggio. Ma i sardi, nonostante qualche difficoltà di troppo al tiro, sono rimasti attaccati alla partita in particolar modo grazie alle giocate offensive di Miro Bilan che, dopo la prova incolore della scorsa settimana, oggi ha fatto vedere tutto quello di cui è capace. Il lungo croato, infatti, ha chiuso la sua gara con ben 29 punti (9 su 11 dal campo e 2 su 2 da tre) e 7 rimbalzi.

Dopo la metà del secondo quarto e nel terzo, i sardi sono riusciti con caparbietà a rientrare in partita e hanno agguantato la parità. La partita si è fatta in questo frangente particolarmente bella ed avvincente e  sembrava che i padroni di casa potessero riuscire a ribaltarla davvero. Alla lunga però gli ospiti hanno ripreso in mano il pallino del gioco finché hanno messo a segno lo strappo decisivo che ha dato loro la vittoria finale. 

Nonostante l’assenza di Derek Willis, il sistema creato quest’anno da coach Francesco Vitucci gira bene comunque e fa della sua forza proprio la coralità. A fare la differenza tra le due squadre non sono state le percentuali al tiro che sono state più o meno simili (67.6% contro un 61.9% dal campo e 29.2% contro un 37.1% dall’arco), ma il diverso approccio alla sfida e la capacità di creare gioco per tutta la durata dell’incontro.

Ancora una volta il miglior marcatore di giornata per Brindisi è stato D’Angelo Harrison con i suoi 24 punti (4 su 7 da tre), 5 rimbalzi e 4 assist, seguito, però, a ruota dalle ottime prestazioni del solito Darius Thompson (17 punti), James Bell (17 punti e 10 rimbalzi) e Nick Perkins (15 punti).

Per Sassari, invece, oltre alla super prestazione di Miro Bilan, sono stati importanti gli apporti di Marco Spissu (anche se è ancora lontano dal suo migliore stato di forma), Jason Burnell e Stefano Gentile. Pesa la prova irriconoscibile di quello che era stato il giocatore migliore di Pozzecco nelle ultime uscite, ovvero Eimantas Benzdius. Per il lituano, un solo punto segnato.

Con questo risultato Brindisi raggiunge Milano in vetta alla classifica, anche se i meneghini avranno una partita da recuperare. Mentre Sassari languisce al sesto posto con otto punti.

Il tabellino del match

Parziali singoli quarti: 23-31; 23-25; 23-18; 18-26

Parziali progressivi: 23-31; 46-56; 69-74; 87-100

Banco di Sardegna Sassari: M. Spissu 13, M. Bilan 29, K. Treier 2, F. Kruslin 3, G. Devecchi 0, C. Martis n.e, M. Re n.e, J. Burnell 13, E. Bendzius 1, L. Gandini n.e, S. Gentile 16, J. Tillman 10. Coach: Gianmarco Pozzecco

Happy Casa Brindisi: O. Krubally 2, A. Zanelli 0, D. Harrison 24, R. Visconti 10, R. Gaspardo 6, D. Thompson 17, R. Cattapan n.e, A. Guido 0, M. Udom 9, J. Bell 17, N. Perkins 15. Coach: Francesco Vitucci

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi