Home Lega Basket A Reggio Emilia, Priftis: “Orgoglioso dei miei, ottenuta grande vittoria”

Reggio Emilia, Priftis: “Orgoglioso dei miei, ottenuta grande vittoria”

di Giacomo Zingaro

L’Unahotels Reggio Emilia ha firmato la più grande sorpresa dei quarti di finale di Coppa Italia eliminando la Virtus Bologna. L’allenatore della squadra reggiana, Priftis, ha voluto celebrare l’impresa dei suoi ragazzi. L’ex allenatore dell’Unics Kazan, infatti, durante la conferenza stampa post partita ha lodato la sua squadra per l’atteggiamento mostrato nei momenti di difficoltà e per la capacità di restare in partita contro una formazione più quotata.

UnaHotels Reggio Emilia – le parole di coach Priftis

Grande impresa per Reggio Emilia che, guidata da un super Galloway nel finale, ha superato la Virtus Bologna guadagnandosi l’accesso alle semifinali di Coppa Italia. L’allenatore dei reggiani, Dimitris Priftis, ha sottolineato al vittoria dei suoi contro un avversario di elevata caratura. “Una grande vittoria per noi, ho grande rispetto per la Virtus Bologna, perché è una delle squadre più solide e che occupa una posizione di rilievo anche in Eurolega. Questo chiaramente dà ulteriore valore alla nostra vittoria”.

L’allenatore greco ha evidenziato la capacità dei suoi ragazzi di restare in partita nei momenti più complicati, affidandosi a tutti gli elementi del roster. “È importante per noi riprenderci dai momenti critici: la cosa più difficile in quei momenti è non disunirci, non perdere il filo e questo dipende solo da noi e dalla nostra capacità di rimanere dentro la partita. Sono veramente orgoglioso del contributo che ci hanno dato i ragazzi in uscita dalla panchina, ci hanno dato una grande mano e posso dire che hanno fatto proprio la differenza”.

Ovviamente ora le prospettive per l’Unahotels cambiano drasticamente. Sabato affronterà in una partita alla pari la Gevi Napoli con l’obiettivo di raggiungere l’atto finale di una competizione che storicamente è molto propensa alle sorprese. “Questa è una competizione che riserva sorprese, adesso la cosa più importante sarà saper gestire le emozioni, perché non è facile giocare tre partite in quattro giorni quando non sei abituato”. 

You may also like

Lascia un commento