fbpx
Home Lega Basket A Venezia, De Raffaele a caccia: “Dobbiamo ritrovare certi automatismi”

Venezia, De Raffaele a caccia: “Dobbiamo ritrovare certi automatismi”

di Marco Tarantino

Da Venezia De Raffaele è a a caccia di punti pesanti e con uno Stone in ripresa ma avverte: “Dobbiamo ritrovare certi automatismi”. In quest’ultima settimana ha tenuto sicuramente banco il caso Julyan Stone in casa Reyer Venezia dopo l’esclusione per problemi personali contro Fortitudo e Partizan, ma i lagunari devono provare a ripartire dopo due stop consecutivi tra campionato e coppa e la prossima sfida è contro una delle pretendenti al titolo, la Virtus Bologna di Teodosic, il quale potrebbe anche avere qualche minuto contro la Reyer.

De Raffaele non vuole cali di attenzione

De Raffaele in conferenza stampa ha presentato così la partita: “Bologna è una squadra con giocatori molto forti in grado di fare la differenza in Italia ed in Europa ed altrettanto in salute: ci aspetta una partita difficile, ovviamente andiamo là sperando di vincere e proveremo a superare i limiti mostrati nelle ultime uscite. Loro sono forti fisicamente e con grande qualità, ma noi dobbiamo cercare di mostrare le nostre di qualità per provare a vincere su un campo difficile. Dobbiamo trovare gli equilibri che avevamo in passato, abbiamo avuto diversi problemi finora e abbiamo solo tre giorni per lavorare: di tempo ce n’è poco ma dobbiamo alzare il rendimento di tutti. Udanoh si sta inserendo e sta trovando una buona condizione fisica oltre che la sua posizione in campo con compagni nuovi, Mazzola è in recupero anche se i suoi tempi sono ancora lunghi. Julyan si è allenato ieri (e lo ha fatto anche oggi, ndr), per domenica vedremo come si comporterà in questi quattro giorni e come si comporterà la squadra, comunque si sta allenando bene ma la situazione deve ancora stabilizzarsi. Fisicamente non ha problemi, da piccolo è caduto in una pozza d’acqua di forma fisica, mi preoccupa il fatto che ha saltato due partite e che non ci sia stato in questi giorni, un po’ per rispetto di chi è stato sempre presente e un po’ perché deve recuperare gli automatismi in campo.”

Presente in sala stampa anche il pivot americano Mitchell Watt, che è tornato sull’espulsione contro la Fortitudo e ha parlato delle ultime sconfitte: “Mi sono fatto sopraffare dall’emozione e ho lasciato i miei compagni combattere da soli, mi dispiace molto. A Bologna (contro la Fortitudo) siamo stati terribili in entrambe le fasi, col Partizan è stata una partita molto fisica dove siamo mancati in qualche dettaglio come il tiro da tre (5/27 per i lagunari contro i serbi). Siamo contenti di affrontare questa sfida difficilissima contro la Virtus che è una squadra importante ed anche un giocatore come Teodosic, dovremo essere ancora più attenti a ciò che faremo.”

Gli orogranata dunque si presentano al PalaDozza contro la Virtus di Djordjevic con un recupero di Stone che sarà valutato fino all’ ultimo istante e con la forte volontà di trovare quegli equilibri che hanno permesso lo scorso anno ai lagunari di cucirsi il tricolore sul petto. Sicuramente un match tutto da seguire, con la Reyer che va a caccia del primo successo esterno e del primo scalpo importante di questa stagione. Ore 21 diretta raisport questa supersfida tra la Virtus di Djordjevic e la Reyer tricolore di De Raffaele.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi