fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsHouston Rockets Nuovo allenatore per i Rockets: Sam Cassell dei Clippers al posto di D’Antoni?

Nuovo allenatore per i Rockets: Sam Cassell dei Clippers al posto di D’Antoni?

di Edoardo Zanucco

Il nuovo allenatore dei Rockets potrebbe essere Sam Cassell, attuale vice di Doc Rivers ai Los Angeles Clippers. Mike D’Antoni, dopo la quarta sconfitta di fila per mano dei Lakers e l’eliminazione dai playoffs, ha informato la dirigenza che non tornerà l’anno prossimo sulla panchina degli Houston Rockets.

È già partita la rincorsa al sostituto, e Tim McMahon su Twitter ha fatto il nome di Sam Cassell. Pochi giorni fa era stato proprio l’allenatore dei Clippers a candidare Cassell a un ruolo da capo allenatore, ne aveva parlato così: “Sam Cassell dovrebbe essere un capo allenatore, punto. Ha un QI cestistico incredibile, spero solo possa avere un’opportunità. Se si parla di gavetta, ha fatto tutta la gavetta possibile e ancora deve avere un lavoro. Dunque, spero succeda“.

Tra gli altri candidati papabili ci sono anche Tyronn Lue Jeff Van Gundy, ma al momento sembra siano più defilati.

La carriera di Sam Cassell e le prospettive dei Rockets

Cassell ha 50 anni e fu scelto proprio dai Rockets nel 1993. Ha giocato 3 anni a Houston, vincendo due titoli. È stato All-Star nel 2004 e ha concluso la sua carriera NBA di 15 anni nel 2009 con i Boston Celtics, dopo aver vinto l’anello nel 2008, allenato proprio da Rivers. È stato poi vice-allenatore degli Washington Wizards dal 2009 al 2014, e da allora ha avuto lo stesso ruolo ai Clippers. Questo potrebbe essere il momento più importante della sua carriera. L’obiettivo sarebbe quello di migliorare i risultati dei Rockets dopo i quattro anni di D’Antoni che han portato al massimo a una Finale di Conference, persa nel 2018 contro i Golden State Warriors.

Il general manager dei Rockets, Daryl Morey, dovrebbe rimanere al suo posto. Tenterà nuovamente l’assalto al titolo costruendo la squadra attorno alle sue stelle, Russell Westbrook e ovviamente James Harden. La dirigenza dovrà anche gestire la questione free agents, con giocatori di rilievo come Jeff Green Austin Rivers che dovranno fare le loro scelte in vista della prossima stagione.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi