Wizards pronti a scambiare sia John Wall che Bradley Beal | Nba Passion
Wizards pronti a scambiare sia John Wall che Bradley Beal | Nba Passion
125220
post-template-default,single,single-post,postid-125220,single-format-standard,cookies-not-set,qode-news-1.0.5,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive
John Wall-peggiori contratti NBA

Wizards pronti a scambiare sia John Wall che Bradley Beal

John Wall sul mercato? Bradley Beal lo stesso? I Washington Wizards sono disponibili a cedere chiunque nel proprio roster, a partire dai due giocatori cardine del progetto, come il playmaker e la guardia. Nessuno incedibile e chiari segnali di apertura alle altre squadre nella lega.

John Wall partirà? Al momento segnali positivi da parte di Washington ma servirà una offerta importante per portarlo via dai Wizards.

John Wall in bilico il futuro?

Adrian Wojnarowski di ESPN ha parlato di volontà di scambiare chiunque nel roster, compresi proprio i due giocatori titolari dei Wizards nel reparto guardie. Al momento non ci sono interessamenti ufficiali, ma dopo questa notizia si scatenerà sicuramente una serie di telefonate per capire fino a che punto sono disponibili a trattare e cosa chiedono in cambio dei due giocatori.

Molte franchigie in tempi non sospetti si sono fatte sotto, monitorando la situazione Wizards con un avvio di stagione a dir poco pessimo. Serve ricominciare da zero a Washington? Sotto a chi tocca, si ascolterà ogni tipo di offerta.

Una guardia con punti nelle mani, un playmaker con grande velocità di esecuzione e di pensiero: un mix mai esploso veramente per via di un rapporto tra i due non idilliaco. Ora andranno a finire altrove? Los Angeles sponda Lakers e Clippers potrebbe essere la meta giusta per i due, ma soprattutto la franchigia purple and gold non sembra ben disposta a prendere giocatori con contratti lunghi e pesanti in ottica free agency 2019, quando il sogno per la dirigenza sarà quello di far giocare insieme LeBron James…e Kevin Durant

 

 

 

Post a Comment