fbpx
Home Eurolega Up and Down del sedicesimo turno di Eurolega

Up and Down del sedicesimo turno di Eurolega

di Alessandro Minola

Il sedicesimo turno di Eurolega, giocato nella settimana di Natale, ha visto più conferme che sorprese. Conferme in positivo ma soprattutto in negativo, dato che Fenerbahçe, Baskonia e Bayern Monaco hanno perso per l’ennesima volta, prolungando il periodo di crisi in cui si trovano da tempo.

Conservano la testa della competizione Anadolu Efes, FC Barcellona Real Madrid, che ha conquistato l’undicesima vittoria consecutiva sul campo del Pana. Continuano a giungere buoni segnali dall’Olimpia Milano, uscita a testa alta dalla sfida in Russia contro il CSKA. Passiamo dunque ad analizzare le prestazioni migliori e peggiori del turno.

Up del sedicesimo turno di Eurolega

Billy Baron/ Lorenzo Brown: la coppia americana di esterni della Stella Rossa Belgrado ha letteralmente dominato la partita contro lo Zenit S. Pietroburgo. La shooting guard Baron ha messo a referto 26 punti, frutto di una prestazione balistica pressoché perfetta ( 9/10 dal campo). Prestazione a tutto tondo invece per Brown: 18 punti, 9 rimbalzi e 6 assist; è chiaro il motivo per cui era stato cercato dall’Olimpia Milano come rinforzo tra i piccoli. I serbi tornano dalla trasferta con una vittoria, ma bisogna sottolineare che, a parte le prestazioni spaziali della coppia sopracitata e qualche lampo di James Gist, il contributo degli altri giocatori è abbastanza modesto.

Zalgiris Kaunas: finalmente una vittoria per i lituani. Inaspettata, visto le circostanze in cui è arrivata: in trasferta, su un campo non facilissimo come quello del Bayern Monaco, e con due assenze pesanti, quelle di Marius GrigonisJock Landale. Tutti hanno giocato bene, persino il neo arrivato K.C. Rivers che finora non aveva inciso. Il premio di MVP del match va a Thomas Walkup, autore di una doppia doppia da 13 punti e 11 rimbalzi. Menzione d’onore per Zach LeDay, il quale si fa sempre sentire sotto canestro nonostante sia spesso in svantaggio in termini di centimetri e chili.

Bojan Dublijevic: il centro montenegrino è stato il mattatore della vittoria ai tempi supplementari del suo Valencia Basket contro il Fenerbahçe. Per lui 42 di valutazione (record di giornata), risultato ottenuto grazie a una doppia doppia da 30 punti e 12 rimbalzi. Dublijevic è stato ben coadiuvato da Jordan Loyd, autore del gioco da 3 punti che ha messo fine alla partita. Ennesima sconfitta per la squadra di Zeljko Obradovic; è facile intuire il motivo che sta dietro di essa: i turchi hanno ruotato praticamente in sei, con quattro giocatori che sono stati in campo per ben 40 minuti.

Down del turno numero 16 di Eurolega

Greg Monroe: quella di ieri sera contro lo Zalgiris è stata probabilmente la peggior prestazione del centro americano sin dal suo arrivo in Europa. L’unico aspetto positivo sono stati i 7 rimbalzi catturati; per il resto, ha tirato poco (e male) e ha perso 5 palloni. La prestazione di Monroe rispecchia il momento di sbandamento generale dei bavaresi, che hanno perso 8 delle 11 gare giocate in Eurolega. L’impressione è che in assenza di Monroe, non ci sia un leader in grado di condurre la squadra alla vittoria.

Khimki Moscow Region: il Khimki è senza dubbio una delle squadre più talentuose del torneo, ma non convince mai del tutto. Riprova di ciò è la sconfitta nel match di Villeurbanne contro l’Asvel. La differenza di talento era evidente, ma i francesi hanno messo in campo più voglia ed intensità. Tardivo il tentativo di rimonta dei russi, che non si è poi concretizzato. Forse è proprio l’eccessivo talento dei singoli che li porta a sottovalutare gli avversari? Comunque, continuano a stupire i ragazzi di coach Zvezdan Mitrovic: con questa vittoria raggiungono in classifica proprio il Khimki, e si avvicinano sempre di più alla zona playoff.

Tornike Shengelia: il Baskonia è stato già inserito più volte tra i Down di giornata, ma il capitano si era sempre distinto positivamente anche nei momenti peggiori. Stavolta però la anche la sua prestazione è stata pessima: -2 di valutazione in 25 minuti sul parquet, con un misero punto. Se anche Shengelia inizia a giocare male, la situazione si fa davvero brutta per il Baskonia. L’arrivo di Dusko Ivanovic non basterà a risollevare le sorti della squadra. Come detto la settimana scorsa, servirà qualche nuovo acquisto e in generale i giocatori dovranno cambiare mentalità per uscire da questo brutto periodo.

Per gli Up&Down dell’ultimo doppio turno di Eurolega clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi