fbpx
Home Lega Basket ACarpegna Prosciutto Basket Pesaro Carpegna Prosciutto Pesaro-Happy Casa Brindisi 77-103: non c’è storia alla Vitifrigo Arena

Carpegna Prosciutto Pesaro-Happy Casa Brindisi 77-103: non c’è storia alla Vitifrigo Arena

di Pierluigi Ninni

L’anticipo domenicale della 23esima giornata di LBA tra Carpegna Prosciutto Pesaro-Happy Casa Brindisi mette di fronte la sesta compagine del campionato e il fanalino di coda della graduatoria con una sola vittoria all’attivo in questa stagione. La Happy Casa, reduce dall’ultima gara di Basketball Champions League e dalla sconfitta contro l’Armani Exchange, recupera in extremis Kelvin Martin e si presenta con il terzo attacco della Serie A con 83.65 punti di media a partita; mentre la Carpegna Prosciutto chiude un trittico di fuoco dopo le pesanti sconfitte rimediate contro il Banco di Sardegna Sassari (-25) e la Virtus Bologna (-27) e confermandosi una delle peggiori difese del campionato con 91.89 punti subiti di media a gara.

Alla Vitifrigo Arena, che ospiterà le Final Eight di Coppa Italia da prossimo 13 Febbraio, l’equilibrio regna due quarti: all’uscita degli spogliatoi, Adrian Banks e un terzo quarto da urlo offensivamente parlando sanciscono la fine della gara. Il tabellino finale recita 77-103 per i pugliesi che salgono a quota 26 punti in classifica. Di seguito, il riassunto della gara.

Carpegna Prosciutto Pesaro-Happy Casa Brindisi 77-103: recap e commento

Primo quarto

Inizio di gara scialbo per entrambe le squadre, con i primi punti a referto messi a segno da Raphael Gaspardo che raccoglie il rimbalzo in attacco e appoggia al ferro, che vedremo essere uno dei temi tattici della gara. Dopo 3 minuti di assoluta aritmia offensiva, la Carpegna Prosciutto Pesaro, trascinata dal neo acquisto Troy Williams stampa un parziale da 14-3 in cui l’americano ex Sacramento Kings segna 6 punti tra cui un’inchiodata in transizione, generando un paio di recuperi.

In uscita dal timeout, la squadra di Frank Vitucci alza l’asticella in difesa anche grazie all’ingresso in campo del duo Kelvin Martin-Dominique Sutton: proprio l’ex Virtus firma il parziale che porta in parità (14-14) la contesa con un appoggio in up&under in transizione ed un assist per la tripla di Adrian Banks dopo un’altra palla persa di Pesaro. Il poster di Darius Thompson ancora in transizione porta avanti i pugliesi, in un primo quarto che si chiude con un tap-in di Leonardo Totè e un arresto e tiro di Vasà Pusica (18-16).

Secondo quarto 

La prima tripla di Darius Thompson apre un mini-parziale di 5-0 di Brindisi in cui si iscrive a referto anche John Brown con il solito jumper dalla media. Sempre l’ex Leiden conclude un extra-possesso brindisino con la seconda tripla di giornata rispondendo ai primi punti di Federico Miaschi e serve un assist al bacio per la schiacciata di Sutton ancora in transizione.

La Happy Casa costruisce ottimamente grazie ad un migliore ball-movement e le evidenti difficoltà della difesa in transizione di Pesaro e mette a segno un 3 su 5 dalla distanza (Campogrande e ancora Thompson) che spaccano per la prima volta la gara sul 24-35. Leonardo Totè è l’unico pesarese attivo a rimbalzo e interrompere il momento positivo della Happy Casa correggendo al ferro un suo stesso tiro, ma non facendo altrettanto dalla lunetta con un 1-4 nei restanti 4 minuti del quarto. Williams e Banks firmano le ultime due triple del primo tempo conclusosi con un paio di buoni tiri creati ma non sfruttati da ambo le parti. Il punteggio a metà gara è di 35-45 per la Happy Casa Brindisi, grazie ai 13 punti di Darius Thompson e un secondo parziale da 29 punti in cui la panchina di Brindisi ha letteralmente dominato la second-unit di Pesaro (24-7).

Terzo quarto 

Un quarto da 61 punti complessivi non si era mai visto nella LBA 2019-2020, dove due incandescenti Banks e Pusica guidano due eccellenti fasi offensive a percentuali incredibili in un botta e risposta continuo. La Carpegna Pesaro inizia con un 3 su 3 dall’arco che porta la truppa di Giancarlo Sacco fino al -5 ma ci pensa il miglior realizzatore della LBA Adrian Banks a prendere in mano l’attacco di Brindisi e a tenere a distanza la compagine marchigiana (unico giocatore con 150+ triple tentate in LBA, tirando con il 41.4% dall’arco). Leonardo Totè inchioda il pallone del -8 dopo un ottimo bounce pass di Pusica.

Il terzo fallo di Paul Eboua costringe Sacco ad inserire il rientrante Clint Chapman su John Brown. Continua il festival delle triple di Brindisi che dopo i 14 punti consecutivi di Banks (18 punti nel terzo quarto), costruisce il +13 sul 69-56 grazie alle triple di Alessandro Zanelli e di Raphael Gaspardo dopo l’ennesimo strappo di uno scatenato Vasa Pusica (17 punti nel terzo quarto). Il fallo tecnico di un nervoso Dominique Sutton sembra aprire ad un possibile parziale di Pesaro che però causa un libero sbagliato ed una persa di Pusica e la schiacciata di Adrian Banks che formalmente chiude la partita sul 56-74. Il quarto si chiude con un putback di Gaspardo e il runner di Totè: un terzo periodo da 13/19 da 3 (68.5%) per le due squadre e un 63-78 finale!

Quarto quarto 

Il parziale di 7-0 della Happy Casa Brindisi con cui si aprono gli ultimi 10′ minuti genera il massimo vantaggio brindisino ed apre il garbage time in cui Frank Vitucci inizia a pensare alla kermesse della prossima settimana facendo sedere Adrian Banks e successivamente Tyler Stone. Unica nota da segnalare il quinto fallo di Sutton che conclude la gara con un +26 di plus-minus a dimostrazione dell’importanza dell’ex Dolomiti Energia Trentino.

Spazio ai giovani e a chi ha meno minuti come Iris Ikangi, Federico Miaschi, Henri Drell mentre rimane in campo un ottimo Leonardo Totè che rimpingua il suo tabellino personale chiudendo con 17 punti e 8 rimbalzi. La Happy Casa Brindisi scrive la 13esima vittoria stagionale e conferma un buon momento in campionato trascinata dall’onnipresente ed ancora MVP del match Adrian Banks da 25 punti (9-14 FG, 28 di valutazione in 21 minuti) nel giorno del suo 34° compleanno e dai 19 punti in 18 minuti di Darius Thompson. Da notare anche la doppia-doppia di Raphael Gaspardo da 16 punti e 11 rimbalzi e i 21 punti e 4 assist di Vasa Pusica nelle fila dei padroni di casa. Da segnalare l’esordio assoluto in LBA del giovane Federico Serra della Happy Casa Brindisi.

 

Carpegna Prosciutto Pesaro-Happy Casa Brindisi 77-103: tabellino e statistiche

Carpegna Prosciutto Basket Pesaro-Happy Casa Brindisi: 77-103 (18-16, 35-45, 63-78, 77-103)

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Barford 7, Drell 2, Mussini 6, Williams 13, Pusica 21, Miaschi 5, Eboua , Thomas , Totè 17, Zanotti 6, Basso ne, Solari ne. All.: Sacco.

HAPPY CASA BRINDISI: Banks 25, Brown 4, Martin 6, Sutton 3, Zanelli 9, Gaspardo 16, Campogrande 9, Thompson 19, Stone 6, Ikangi 4, Cattapan, Serra. All.: Vitucci.

Arbitri: Massimiliano Filippini – Guido Giovannetti – Matteo Boninsegna.

Note: Tiri liberi: Pesaro 7/12, Brindisi 13/17. Perc. tiro: Pesaro 30/67 (10/25 da tre, ro 10, rd 27), Brindisi 38/74 (14/31 da tre, ro 18, rd 35).

Fonte statistiche: newbasketbrindisi.it

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi