fbpx
Home Lega Basket ABasket mercato A Mercato De Longhi Treviso: è tempo di rivoluzione

Mercato De Longhi Treviso: è tempo di rivoluzione

di Alessandro Bisetto

Tempo di rivoluzione in casa De Longhi Treviso: sono infatti note le partenze nei giorni scorsi di Ivan Almeida, trasferitosi in Israele all’Ironi Nahariya, di Aleksej Nikolic, di ritorno al Partizan dopo la scadenza del prestito e di quelle ormai note di Tessitori, direzione Virtus Bologna e di Fotu verso Venezia.

A questi nomi si aggiungerà probabilmente quello di Jordan Parks, acquistato la scorsa stagione da Capo d’Orlando e che è ormai in procinto di lasciare il Palaverde dopo soltanto un’annata, peraltro abbastanza deludente.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Treviso Basket (@trevisobasket) in data:

Il mercato in uscita della De Longhi Treviso pare non essere chiuso

Le parole rilasciate dal presidente della squadra Vazzoler al quotidiano locale La Tribuna, riportano altre questioni spinose riguardanti le figure di Davide Alviti e Lorenzo Uglietti, i quali pare abbiano rifiutato la proposta di rinnovo del contratto offerta dalla società, iniziando a rivolgere le proprie attenzioni altrove.

Per il classe ’96 cresciuto nelle giovanili dell’Eurobasket Roma è stata una stagione complicata, conclusa con 5.4 punti di media, 2 rimbalzi e 0,4 assist, numeri poco rassicuranti dovuti allo scarso minutaggio e ad alcuni problemi fisici che ne hanno condizionato il rendimento. Sul ragazzo pare aver messo gli occhi Trieste, destinazione che potrebbe rilanciare Alviti, ormai ai margini del progetto trevigiano.

L’annata di Uglietti invece è stata colma di alti e bassi. Per il playmaker ex Biella 4.5 punti di media a partita, conditi da 2.9 rimbalzi e 2 assist, numeri che raccontano lo scoglio della promozione in massima serie e l’inesperienza di un contesto nuovo, nel quale il livello di gioco è sicuramente più alto. Il giocatore ha trovato comunque spazio nelle rotazioni di coach Menetti, malgrado l’ottima stagione del pari ruolo Nikolic, grazie a un impegno encomiabile soprattutto nella metà campo difensiva, che ha in parte mascherato i limiti visti in quella offensiva. Su di lui ha messo gli occhi la neopromossa Fiat Torino, in cerca di nuovi rinforzi dopo il recente ripescaggio ratificato dall’Assemblea di Lega.

La rivoluzione per Treviso comincia da Carroll

Il nuovo nome già ufficializzato dalla De Longhi è quello della guardia-ala Jeffrey Carroll, ventiseienne uscito dal college di Oklahoma State, con un passato in G-League nei South-Bay Los Angeles e reduce dalla sua prima stagione in Europa, in A2 con la maglia di Bergamo, conclusa con 17.9 punti di media per gara, 6.2 rimbalzi e 2 assist. Tanto atletismo, buone percentuali da due e discreti numeri oltre l’arco del tiro da tre per Carroll, inserito anche dai Lakers nel roster per la Summer League nel 2018.

Per Treviso è quindi tempo di ripartire e di rifondare, con le uniche parziali conferme di Chillo, di capitan Imbrò – desideroso di riscatto dopo una stagione resa complicata dagli infortuni – e quella ufficiale di  David Logan, trascinatore della scorsa stagione e artefice della promozione in Serie A della squadra trevigiana.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi