Home Lega Basket A EuroCup, la Reyer Venezia cede nella ripresa: vince il Prometey

EuroCup, la Reyer Venezia cede nella ripresa: vince il Prometey

di Andrea Grosso

Prometey Slobozhanske – Reyer Venezia – Il menu della BTK EuroCup 2023-24 alla sua ottava portata propone il match tra il Prometey Slobozhanske e l’Umana Reyer Venezia. Le due formazioni si erano già scontrate due volte nella scorsa stagione, con gli ucraini che si erano imposti in entrambe le occasioni.

Le due compagini “vantano” momentaneamente lo stesso record di tre vittorie e quattro sconfitte e si trovano appena sotto la zona playoff. Il Prometey, che gioca per il secondo anno di fila le partite casalinghe a Riga a causa della guerra in Ucraina, arriva dalla grande vittoria ottenuta contro l’Hapoel; la Reyer invece nell’ultimo turno ha espugnato Vilnius, ottenendo il primo successo esterno nella competizione.

I lagunari approdano in Lettonia con una vera e propria emergenza nel reparto esterni, considerando che ai box si trovano Marco Spissu, Jordan Parks e Barry Brown Jr. Dall’altro lato gli ucraini si ritrovano senza Devon Reed, al posto del quale fa il suo debutto Rob Gray, new entry della squadra nonché MVP delle EuroCup Finals 2020-21.

Prometey Slobozhanske-Umana Reyer Venezia: l’analisi del match

La Reyer Venezia esce sconfitta dallo scontro diretto per la lotta playoff con il Prometey Slobozhanske, con questo KO che fa molto male in termini di classifica. Gli oro-granata conducono nella prima metà di gara, trovando anche la doppia cifra di vantaggio grazie ad un super parziale di 17-5 (inizialmente 10-0) ad inizio seconda frazione, salvo poi sciogliersi al rientro dagli spogliatoi.

La truppa ai comandi di coach Spahija era chiamata ad una sorta di impresa considerando le pesanti assenze, ma le rotazioni corte sono risultate un fattore troppo determinante. La Reyer infatti dopo dei primi 20′ giocati a buona intensità, cede possesso dopo possesso nella seconda parte di gara, segnando 38 punti a fronte dei 49 concessi (di cui 31 nel solo terzo periodo).
Aumentano le fatiche e calano lucidità ed intensità, con Venezia che nella ripresa perde troppi palloni (18 perse in tutto) e perde colpi dalla lunga distanza (8/25). La difesa nei secondi 20′ di gioco cede troppo, con l’attacco che non riesce a sopperire ai canestri subiti.

Wiltjer chiude con 18 punti, Tucker ne aggiunge altri 15 e un positivo O’Connell ne firma 13 (con 4 rimbalzi e altrettanti assist). In doppia cifra finiscono anche Simms (11) e Casarin (10).

Dal canto suo il Prometey è abile a non lasciarsi andare nella seconda frazione, rimanendo in scia degli avversari. Gli ucraini riescono a ricucire dal -12 fino al -4 della pausa lunga, prendendo poi le redini del match nella ripresa e contenendo i disperati tentativi di rimonta veneziani negli ultimi minuti.
In evidenza le prove di Balvin (15 punti, 8 rimbalzi e 3 assist), Agada (12 punti, 4 rimbalzi e 5 assist) e Sanon (12 punti, 5 rimbalzi, 2 assist e 2 rubate).

Il tabellino statistico del match

Parziali singoli quarti: 20-21; 20-23; 31-25; 18-13.

Parziali progressivi: 20-21; 40-44; 71-69; 89-82.

Prometey Slobozhanske: Agada* 12, March* 5, Tkachenko* 5, Bobrov* 3, Lypovyy 11, Balvin 15, Odiase* 7, Sanon 12, Gray 7, Sydorov 12. Rimbalzi: Balvin 8. Assist: Agada 5, Sydorov 5. Coach: Ginzburg

Umana Reyer Venezia: Tessitori* 9, Casarin* 10, De Nicolao* 6, O’Connell 13, Janelidze NE, Brooks, Simms* 11, Wiltjer 18, Iannuzzi NE, Tucker* 15. Rimbalzi: Tessitori 6, De Nicolao 6. Assist: De Nicolao 4, O’Connell 4. Coach: Spahija

You may also like

Lascia un commento