Home Lega Basket AFortitudo Bologna Nessun problema per Reggio Emilia: dominata la Fortitudo Bologna

Nessun problema per Reggio Emilia: dominata la Fortitudo Bologna

di Andrea Delcuratolo

Per il trentesimo ed ultimo turno di LBA, è andato in scena all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, il match fra Unahotels Reggio Emilia e Fortitudo Kigili Bologna. Il match ha messo di fronte due squadre che non avevano più nulla da chiedere al campionato: la Fortitudo già retrocessa in A2 e Reggio Emilia già ampiamente qualificata ai playoff. La gara di andata è terminata con un punteggio di 80-81 per i Reggiani.

Ambo le squadre si sono presentate alla partita con defezioni importanti. Per Reggio Emilia erano assenti Leonardo Candi (frattura al metatarso del piede destro), Osvaldas Olisevicus (infiammazione al tendine d’Achille) e Momo Diouf (trauma iper-estensivo al ginocchio destro). Per la Effe gli assenti erano James Feldeine (lesione al tendine rotuleo sinistro), Jabril Durham (tornato negli USA) e Gabriele Procida (problema al ginocchio sinsitro).

Tre sono gli ex di questa partita: Candi, che ha giocato nelle giovanili della Fortitudo fino al 2017, prima di passare a Reggio Emilia. Per la Effe impossibile non nominare Pietro Aradori, giocatore di Reggio Emilia dal 2015 al 2017 e coach Antimo Martino, che ha guidato i Reggiani nel 2020/2021. 

Unahotels Reggio Emilia – Fortitudo Kigili Bologna: l’analisi del match

Primo tempo dominato dai biancorossi di Attilio Caja che scappano subito sul 10-0. Benzing però accorcia con una tripla con aprendo la strada per Borra e Aradori che portano il recupero sul 10-7. Crisi in attacco per Reggio che trova due liberi di Baldi Rossi dopo due minuti di tiri sbagliati. Non poteva mancare all’appello Andrea Cinciarini che spinge Reggio nella manovra offensiva. Ci pensa poi la tripla di Strautins a chiudere il parziale sul 23-14.

Secondo quarto che si apre con una reazione della Fortitudo  che però nulla può contro il dominio offensivo di Reggio Emilia, che scappa sul +15 con Andrea Cinciarini. Martino chiama il time-out, dal quale la Effe esce con tutt’altra faccia arrivando al -6. Il quarto si chiude in maniera equilibrata con Larson e Benzing che aiutano la Effe a stare in scia di Reggio Emilia, chiudendo il primo tempo sul 41-35.

Secondo tempo che si apre con uno show da tre punti firmato in successione da Frazier, Cinciarini e Charalmpopoulos che permette alla sfida di raggiungere la parità fra le due squadre. Fortitudo che trova poi il sorpasso con Hopkins. La sfida prosegue con un combattimento punto a punto fino agli otto punti in fila di Larson che rilanciano i biancorossi 62-53. Acuto di Benzing sul finale del quarto e si entra negli ultimi 10 minuti partendo dal 64-56.

Quarto quarto che si apre con Reggio che riprende i +10 di vantaggio, con la Effe che sembra arrancare. Ci pensano quindi Aradori e Larson che segnano dall’arco,  ma Thompson fa +16. Aradori e Borra si occupano di limitare i danni e finisce così 88-77.

Unahotels Reggio Emilia – Fortitudo Kigili Bologna: le chiavi del match

Una delle chiavi del match è stata senz’altro la tranquillità dei giocatori scesi in campo. Entrambe le squadre  non avevano più nulla da chiedere al Campionato dando così spettacolo in campo, regalando quindi una sfida molto combattuta, fatta di sorpassi e controsorpassi.

Altra chiave del match è stata la potenza offensiva di Reggio Emilia che manda ben cinque giocatori in doppia cifra, tirando con un ottimo 61% da due punti e ben 25 asisst.

Il tabellino statistico del match

Parziali singoli quarti: 23-14, 18-21, 23-21, 24-21

Parziali progressivi: 23-14, 41-35, 64-56, 88-77

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Thompson 11, Hopkins 21, Baldi Rossi 10, Strautins 3, Crawford 10, Colombo 0, Soliani 0, Cinciarini 8, Johnson 4, Larson 19. Allenatore: Caja.

KIGILI FORTITUDO BOLOGNA: Manna 19, Aradori 19, Mancinelli 0, Mingotti 0, Benzing 12, Casali, Fantinelli 2, Charalampoupolos 7, Groselle 5, Borra 9, Frazier 18. Allenatore: Martino.

 

 

You may also like

Lascia un commento