Home Lega Basket A Olimpia Milano, alla scoperta di Armoni Brooks

Olimpia Milano, alla scoperta di Armoni Brooks

di Salvatore Caligiuri

La stagioni LBA si è conclusa da pochi giorni e già le squadre al vertice mettono a segno le prime manovre in vista dell’inizio della nuova annata. L’Olimpia Milano ha messo sotto contratto Armoni Brooks, guarda americana con un passato NBA alle spalle. Il prodotto dell’università di Houston dovrebbe prendere il posto di Billy Baron, che molto probabilmente lascerà la squadra milanese in estate.

Olimpia Milano, chi è Armoni Brooks: stazza e tiro alla corte di Ettore Messina

Il primo acquisto della stagione 2024-205 dell’Olimpia Milano è Armoni Brooks. Nato nel 1998, il nativo di Waco esce dall’Università di Houston, dove registra buone cifre come dimostrano i 13.4 punti di media messi a referto nell’ultima annata. Undrafted nel 2019, inizia la sua carriera NBA agli Houston Rockets nel 2021, debuttando il 9 aprile 2021 nell’ultima parte di stagione. Tre giorni dopo realizza la sua prima partita in doppia cifra, chiudendo con 14 punti nella sconfitta contro i Phoenix Suns.

Nella stagione 2021-2022 trova più spazio, scendendo in campo per 41 volte con la casacca dei texani. Brooks disputa l’ultima parte di stagione ai Toronto Raptors, essendo stato tagliato dagli Houston Rockets. Dopo tanta G-League, torna in NBA nella stagione 2023-2024 con i Brooklyn Nets ma viene tagliato ad inizio anno. Vanta in totale 84 partite nella lega americana con 6.6 punti e 2.3 rimbalzi di media.

Lo spot di guardia è stato molto delicato per l’Olimpia Milano in questa stagione. L’acquisto di Brooks resta una scommessa, anche se l’ex giocatore dei Toronto Raptors potrebbe essere funzionale al sistema di Ettore Messina grazie alle buone doti da tiratore e allo spazio che gli potrebbe essere concesso sul perimetro. La speranza per i biancorossi è quella di non ripetere l’esperienza targata Troy Daniels, gran tiratore ma che poco si sposava con il gioco espresso dai campioni d’Italia.

Senza ombra di dubbio dovrà avere del tempo per adattarsi ad un basket europeo per lui totalmente nuovo, visto che si tratta della prima esperienza al di qua dell’Oceano: lo staff milanese dovrà cercare di inserirlo al meglio e lavorare sulle parti deboli del suo gioco: le qualità da handler ed una penetrazione a canestro che non è sempre affidabile. Nonostante ciò in attacco potrebbe essere un’arma importante per l’Olimpia, visto che è un ottimo giocatore nelle situazioni di catch and shoot, ovvero tirare sugli scarichi dei compagni, ed anche in uscita dai blocchi, aspetto del gioco in cui la squadra biancorossa dovrà cercare di lavorare meglio rispetto a quanto fatto vedere nell’ultima stagione (anche per mancanza di giocatori affidabili sotto questo aspetto). Sul lato difensivo Brooks si presenta come un discreto giocatore: non è di certo uno specialista, ma riesce comunque a fare il suo grazie alla potenza nelle gambe ed un fisico non banale, nonostante non sia altissimo.

You may also like

Lascia un commento