fbpx
Home Lega Basket AAcqua S.Bernardo Cantù Virtus Segafredo Bologna-S.Bernardo Cantù: tutto facile per la Virtus

Virtus Segafredo Bologna-S.Bernardo Cantù: tutto facile per la Virtus

di Marco Baroni

Si è giocata alle ore 19.00 la partita tra Virtus Bologna e S.Bernardo-Cinelandia Cantù, con la squadra di coach Aleksandar Djordjevic che risponde alla vittoria dell‘Olimpia Milano contro Reggio Emilia, dando così inizio al possibile testa a testa tra le due squadre per il vertice della classifica. Andiamo a vedere quali sono state le chiavi del match.

Virtus Bologna-S.Bernardo Cinelandia Cantù: le chiavi del match

La compagine bolognese si impone su Cantù per 84-65, dopo aver mantenuto per gran parte della partita il controllo del risultato e la doppia cifra di vantaggio, nonostante Milos Teodosic abbia subito una distorsione nel secondo quarto e non sia più rientrato.

Ottima prestazione di squadra della Virtus, che manda a referto tutti i giocatori eccetto il classe 2001, Lorenzo Deri, che comunque ha giocato discretamente, nei minuti concessi da Sasha Djordjevic. Da sottolineare l’esponenziale miglioramento della percentuale dalla lunga distanza per le V nere rispetto alle partite di Supercoppa (questa sera 8/16, 50%).

Di gran lunga superiori sono i tiri tentati da 2 punti: 42 realizzandone 26 (61%). Buona inoltre anche la percentuale ai liberi: 8/10 (80%). Fondamentali l’aiuto della panchina, che complessivamente segna 52 punti, i 24 assist forniti dimostrando un’ottima circolazione di palla e il dominio a rimbalzo, specialmente in difesa (32 rimbalzi difensivi e 4 offensivi). Ottima prova per Amedeo Tessitori, top scorer dei bianconeri con 13 punti, Awudu Abass, 12 punti,  Josh Adams 11 punti e Teodosic, con 8 punti e 7 assist in 11 minuti.

Cantù già dal primo periodo si è dimostrata una squadra con poche idee in attacco e con un gioco poco fluido, complice anche la caratura della squadra avversaria. Ciò ha provocato molte palle perse e punti facili in contropiede per la Virtus, cosa che non ti puoi permettere se vuoi impensierire una corazzata come la Virtus.

Inoltre le basse percentuali al tiro, 10/30 da due punti e 10/30 da tre punti non hanno consentito il rientro in partita dei canturini; discreta invece la percentuale ai liberi: 15/21 (71%). Nota positiva della partita sono i rimbalzi catturati in attacco, ben 9, mentre d’altra parte è deludente il numero di rimbalzi difensivi catturati, solamente 19. Da evidenziare le prestazioni di Jaime Smith (13 punti), Sha’markus Kennedy (13 punti) e Jazz Johnson (12 punti).

Tabellino del match

Parziali ogni singolo quarto: 25-15; 20-15; 20-14; 19-21.

Parziali progressivi: 25-15; 45-30; 65-44; 84-65.

Virtus Segafredo Bologna: J. Adams 11, A. Abass 12, J. Gamble 6, G. Ricci 3, A. Pajola 8, V. Hunter 8, L. Deri, A. Alibegovic 7, K, Weems 6, M. Teodosic 8, S. Markovic 2, A. Tessitori 13. Coach: Aleksandar Djordjevic.

Acqua S. Bernardo Cantù: D. Thomas 4, D. Johnson 12, G. Procida 5, J. Bayehe 1, A. Pecchia, J. Smith 13, A. La Torre 8, S. Caglio n.e., J. Woodard 6, M. Leunen 3, B. Baparapè ne, S. Kennedy 13.Coach: Cesare Pancotto.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi