Pagelle della NBA free agency 2019: Southeast division | Nba Passion
144210
post-template-default,single,single-post,postid-144210,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Pagelle della NBA free agency 2019: Southeast division

Southeast division-rockets-jimmy butler pista-possibile

Pagelle della NBA free agency 2019: Southeast division

In questa serie in collaborazione con NBAPassion ed NBA Anatomy (@nba.anatomy), andremo ad analizzare i movimenti e le operazioni di mercato delle varie squadre e li valuteremo. Quest’anno la free agency è stata ricca di sorprese ed ha stravolto il massimo campionato di pallacanestro al mondo. Questa è la prima puntata ed andremo ad osservare il mercato delle franchigie della Southeast Division: Atlanta Hawks, Miami Heat, Charlotte Hornets, Orlando Magic e Washington Wizards.

ATLANTA HAWKS

Gli Atlanta Hawks in questo mercato hanno eseguito moltissime trade, tutte intrecciate tra di esse. dal draft sono arrivati l’ala Marcos Louzada Silva, il lungo di Texas Jaxson Hayes e Cam Reddish da Duke. I primi due, Silva e Hayes,  sono stati spediti insieme a Nickel Alexander-Walker (ottenuto in cambio di Taurean Prince) ai New Orleans Pelicans.

Gli Hawks hanno ottenuto in cambio Solomon Hill, DeAndre Hunter e Jordan Bone da Tennessee. Hill è stato quindi immediatamente scambiato insieme a Mason Plumlee ai Memphis Grizzlies in cambio di Chandler Parsons. Jordan Bone è invece volato ai Detroit Pistons in cambio del lungo angolano Bruno Fernando.

L’ultimo scambio ha riguardato Omari Spellman, spedito ai Golden State Warriors in cambio di Damian Jones. Ultimo cambiamento, ma non meno importante, è stata la firma di Jabari Parker. gli Hawks hanno ottenuto in questa tornata di scambi giocatori buoni e funzionali, Jabari Parker e l’ex compagno di Zion Williamson e R.J. Barrett a Duke Cam Reddish su tutti, sacrificando il solo Jaxson Hayes, ragazzo dall’alto potenziale.

POSSIBILE QUINTETTO TITOLARE: Trae Young, Kevin Huerter, Allen Crabbe, Jabari Parker, John Collins.

VOTO MERCATO: 6.5

MIAMI HEAT

I Miami Heat hanno fatto la loro parte e si sono portati a casa Jimmy Butler, uno dei migliori colpi di questa free agency. Per arrivare all’ex giocatore dei Minnesota Timberwolves, gli Heat hanno dovuto rinunciare a Josh Richardson e Hassan Whiteside, ma con Butler Pat Rilley ed Erik Spoelstra hanno impresso un’accelerata al processo di rinascita, ricavando dalla complessa trade a quattro squadre il lungo Meyers Leonard da Portland.

Buono lo scambio che ha portato (via Phoenix Suns) a Miami l’ex Stanford KZ Okpala per tre scelte al secondo turno. Via draft è arrivato con la chiamata numero 13 il tiratore da Kentucky Tyler Herro. Un gruppo rinnovato, che permetterà agli Heat con ogni probabilità di partecipare ai playoffs dopo una anno di assenza e l’addio della leggenda Dwyane Wade.

POSSIBILE QUINTETTO TITOLARE: Goran Dragic, Jimmy Butler, Justise Winslow, Kelly Olynyk, Bam Adebayo

VOTO MERCATO: 8

Jimmy Butler-Miami Heat

CHARLOTTE HORNETS

Gli Charlotte Hornets sono ufficialmente una squadra in ricostruzione. La partenza in direzione Boston Celtics di Kemba Walker e gli onerosi contratti di Nicolas Batum, Bismack Biyombo, Marvin Williams e Michael Kidd-Gilchrist relegheranno – salvo sorprese – la squadra di coach James Borrego sul fondo della classifica della Eastern Conference

Dal draft 2019 il gm Mitch Kupchak ha pescato l’ottimo P.J. Washington, talentuosa ala da Kentucky che potrà rivelarsi un buon elemento e troverà spazio in una squadra giovane.

La stagione 2019\20 sarà per la franchigia di Michael Jordan la prima senza Kemba Walker, dopo nove lunghe stagioni. Attraverso una sign and trade con i Celtics, Charlotte ha ottenuto in cambio Terry Rozier, giocatore su cui coach Borrego punterà a fondo e possibile nuovo leader della squadra. Dopo tre stagioni ha invece lasciato il North Carolina Frank Kaminsky, volato ai Phoenix Suns.

Da qui alla trade deadline del febbraio 2020, gli Charlotte Hornets tenteranno di trovare acquirenti per i contratti di Batum, Biyombo, Marvin Williams, Cody Zeller e Michael Kidd-Gilchrist. L’obiettivo? Accumulare più asset e future scelte possibili al draft.

POSSIBILE QUINTETTO TITOLARE: Terry Rozier, Malik Monk, Nicolas Batum, Marvin Williams\Miles Bridges e Cody Zeller.

VOTO MERCATO: 5.5

ORLANDO MAGIC

L’obiettivo stagionale degli Orlando Magic è tornare ai playoffs e confermare quanto di buono dimostrato l’anno scorso, la stagione del ritorno alla post-season dopo 6 anni di assenza.

Dal draft 2019 è arrivato con la chiamata numero 16 il lungo da Auburn Chuma Okeke, ma le mosse più importanti hanno riguardato la free agency. Terrence Ross ha firmato un ricco quadriennale da 54 milioni di dollari, e dai Portland Trail Blazers è arrivato il prezioso Al-Farouq Aminu, due giocatori di sicuro impatto. Il lungo canadese al terzo anno Khem Birch, messosi in mostra nella seconda parte di stagione dopo l’infortunio di Mo Mamba, ha a sua volta rinnovato con i Magic con un contratto biennale.

Il colpo di mercato più importante è sicuramente il ritorno dell’All-Star Nikola Vucevic. Un mercato all’insegna della continuità per Orlando, che in attesa del ritorno in campo di Markelle Fultz tenterà di confermarsi squadra con ambizioni di post-season.

POSSIBILE QUINTETTO TITOLARE: D.J. Augustin, Evan Fournier, Jonathan Isaac, Aaron Gordon e Nikola Vucevic.

VOTO MERCATO: 7

Markelle Fultz.

WASHINGTON WIZARDS

Gli Washington Wizards hanno preso all’importante trade Anthony Davis, seppur con un ruolo marginale. Washington ha infatti ottenuto dai Los Angeles Lakers il lungo Moritz Wagner, le ali Jemerrio Jones e Isaac Bonga ed una futura seconda scelta. In un altro scambio è invece sbarcato nella capitale il lettone Davis Bertans.

Dwight Howard è stato spedito ai Memphis Grizzlies, ed in cambio del fu Super Man gli Wizards hanno ricevuto C.J. Miles.

Tomas Satoransky, giocatore in crescita e prezioso lo scorso anno per sostituire l’infortunato John Wall, ha lasciato Washington D.C. in direzione Chicago Bulls, in una sign and trade in cui il neo gm Tommy Sheppard ha ottenuto due future seconde scelte.

Perso Satoransky e perso Jabari Parker, gli Wizards hanno esteso il contratto del lungo Thomas Bryant, altra nota positiva della stagione 2018\19, e messo sotto contratto i veterani Ish Smith e Isaiah Thomas, che garantiranno esperienza di fianco alla star Bradley Beal. Rui Hachimura da Gonzaga sarà una delle matricole più attese ed osservate in stagione, sopratutto dopo una Summer League di livello che ha mobilitato un plotone di reporter giapponesi senza precedenti.

POSSIBILE QUINTETTO TITOLARE: Isaiah Thomas\Ish Smith, Bradley Beal, C.J. Miles, Rui Hachimura e Thomas Bryant.

VOTO MERCATO: 6.5

Giorgio Seghezzi
nba.anatomy@gmail.com
No Comments

Post A Comment