LeBron-Kyrie, James: "Siamo in ottimi rapporti dopo la telefonata"
130691
post-template-default,single,single-post,postid-130691,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

LeBron-Kyrie, James: “Siamo in ottimi rapporti dopo la telefonata”

LeBron-Kyrie, James: “Siamo in ottimi rapporti dopo la telefonata”

Nelle scorse ore LeBron James ha raccontato di una telefonata avuta con Kyrie Irving, suo ex compagno ai Cleveland Cavaliers.

 

Secondo Joe Vardon di The Athletic, il 23 giallo-viola avrebbe parlato positivamente del suo odierno rapporto con la stella dei Celtics: “Si, abbiamo un bel rapporto ora. Siamo entrambi in un buon posto adesso e mi piace l’uomo che sta diventando. Adoro la sfida che ha accettato andando a Boston e gli auguro sempre il meglio”.

 

LeBron-Kyrie: le parole di Irving

 

Il mese scorso fu proprio Irving a rivelare di aver chiamato LeBron per scusarsi di alcuni comportamenti sbagliati avuti nel periodo in cui erano compagni di squadra. Ecco quali furono le sue parole: “Ovviamente è stato un grosso problema per me visto che dovevo chiamare LeBron e scusarmi per essere stato un giovane un po’ fumantino che voleva tutte le responsabilità. Volevo essere un leader, quello che ci avrebbe portato a vincere il campionato e tutte quello che comporta essere uno dei migliori giocatori della lega, come guidare la propria squadra che non è per tutti”.

 

Il play dei Celtics ha poi continuato: “Lui è stato uno di quei giocatori che sono venuti a Cleveland per mostrarci come fare a vincere un campionato e spesso questo è stato difficile per lui visto che ottenere il massimo da un gruppo non è sempre facile”.

 

Kevin Love, lungo dei Cavs, ha raccontato a Vardon che era a cena con James nel momento in cui il giocatore dei Lakers ha ricevuto la chiamata di Irving.

 

LeBron-Kyrie: dall’addio alla possibile reunion?

 

Il rapporto LeBron-Kyrie si inclinò quando, dopo aver portato Cleveland a tre finali NBA, di cui una vinta, il giovane abbia chiesto la trade, accolta dalla franchigia dell’Ohio, per essere scambiato con i Boston Celtics, mossa che scioccò l’intera lega e che ha modificato drasticamente le forza in campo nella Eastern Conference.

 

Nonostante il suo addio, però, i Cavaliers furono comunque in grado di raggiungere le Finals, trascinati dal solito James, battendo proprio i Celtics nella Eastern Conference Finals in sette tiratissime partite, prima di essere travolti dai Golden State Warriors. Il Re, poi, ha firmato in estate con i Lakers, ma questa è storia nota.

 

Ad oggi lo score delle loro squadre non è del tutto ideale: Boston si trova al quinto posto ad Est mentre Los Angeles è a due partita dall’ottavo posto, l’ultimo valido per la qualificazione ai playoff, ed è concentrata sulla situazione legata ad Anthony Davis.

 

Una loro possibile reunion sembrerebbe difficile ma, tuttavia, non impossibile visto anche il malcontento di Irving e la voglia dei Lakers di spingere forte per firmare più big possibili. Sul possibile futuro insieme del duo LeBron-Kyrie bisognerà però aspettare almeno la prossima estate.

 

Andrea Notari
notus90@hotmail.it

Andrea Notari, redattore per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment