fbpx
Home NBA, National Basketball Association Euroleague Preview: Olympiacos Pireus- Darussafaka Dogus

Euroleague Preview: Olympiacos Pireus- Darussafaka Dogus

di Nicola Garzarella

Venticinquesima giornata di Eurolega che si chiude con i greci dell’ Olympiacos che ospitano i turchi del Darussafaka. Il team del “Pireo” vuole blindare il terzo posto puntando alle stelle, i turchi sognano un altro scalpo eccellente.

L’Olympiacos (17-7) sta vivendo l’ennesima grande stagione europea. Il team greco, nonostante le tante critiche subite, si sta confermando come una delle più grande potenze di questa Eurolega. La squadra di Sfairopoulos vuole chiudere il discorso playoff magari puntando,poi, ai piani altissimi. Il Darussafaka (12-12) si trova in una posizione molto scomoda. I turchi sono in piena lotta per l’offseason ma i recenti risultati non sono stati entusiasmanti. Vincere al “Pireo” non è impresa semplice per nessuna ma riuscirci potrebbe rappresentare la svolta di una intera stagione.

Il pronostico vede l’Olympiacos come la logica favorita per questo impegno europeo. La maggiore esperienza, la qualità superiore e il fattore casa rendono i greci avversari temibili. Tuttavia il Darussafaka dovrà provare a giocarsela con ogni mezzo. Uno scontro che potrebbe regalare emozioni…

OLYMPIACOS PIREUS

Printezis e Spanoulis, i due veterani del team greco

La squadra di Sfairopoulos sta attraversando uno straordinario momento di forma. 8 vittorie nelle ultime 10 gare con le uniche sconfitte maturate contro il Panathinaikos e il Fenerbahce. Il team greco ha come priorità il conservare la terza posizione sperando magari in passi falsi di Real e CSKA. L’ Olympiacos infatti meriterebbe, forse, qualcosa di più rispetto alla attuale terza posizione. Gli ellenici giocano il miglior basket d’ Europa insieme al CSKA. Circolazione palla spettacolare, difesa solida e diligente, spaziature perfette, gestione del gioco e del ritmo puntuali rendono l’Olympiacos una squadra molto gradevole da vedere. Al “Pireo” tutte queste caratteristiche vengono amplificate portando i greci ad essere, a tratti, davvero impeccabili sul parquet.

Il coach greco spera di recuperare il miglior Spanoulis ( 13 ppg 6 apg) per questa gara. Il playmaker greco si trascina da tempo ormai un fastidioso infortunio che sembra non volerlo lasciare in pace. Tuttavia sembra recuperato per questa gara e il parquet del Pireo lo attende con trepidazione. Oltre a Vassilis altri protagonisti potrebbero essere Erick Green (10.3 ppg) e , ovviamente, Georgios Printezis (13 ppg) che stanno vivendo un momento di forma sensazionale. In una gara, apparentemente, semplice la solidità di Mantzaris (6 ppg) e il talento di Papanikolau( 8 ppg) potrebbero essere importantissimi. Interessante potrebbe essere lo scontro nel pitturato dove Khem Birch ( 8 ppg 7 rpg) dovrà fare gli straordinari contro Zizic.

Capitolo Second-Unit. La panca dell’ Olympiacos è tra le migliori della competizione. Non tutti possono permettersi di avere giocatori come Matt Lojeski (11 ppg) , Ioannis Papapetrou ( 6 ppg) e Dominic Waters (7 ppg) in uscita dalla panca. Il loro cambio di ritmo, il loro dinamismo e i loro punti saranno fondamentali per le sorti della gara.

Ante Zizic, centro del Darussafaka

DARUSSAFAKA DOGUS

L’impresa che attende gli uomini di David Blatt è ai limiti dell’impossibile. Sbancare le mura dello ” Stadio della pace e dell’amicizia” è un risultato che in pochissimi possono vantarsi di aver conseguito. Il team turco tuttavia non ha più molto margine di errore. I playoff sono ancora un obiettivo raggiungibile ma le gare sono sempre meno e con esse vengono a mancare anche le occasioni. Blatt dovrà essere bravo a caricare i suoi in vista di questo impegno perché il momento non è dei migliori. 6 sconfitte nelle ultime 10 gare non sono un bottino lusinghiero ma le speranze ci sono ancora e le motivazioni dovranno essere alte. Il gioco del Darussafaka non è il più bello da vedere a livello estetico ma sa essere efficace. Quando i turchi riescono a sfruttare le loro qualità fisiche e dal perimetro allora possono mettere in difficoltà chiunque.

Brad Wanamaker(15 ppg 5 apg) e Will Clyburn (13 ppg) dovranno provare ad innalzare il proprio livello. Loro insieme a Scottie Wilbekin (11 ppg) e James Anderson ( 11 ppg) sono gli unici in grado di creare qualche grattacapo alla difesa dei greci. Tuttavia per abbattere il gigante ellenico ci sarà bisogno dell’apporto di tutti. Anche i vari Moerman ( 9 ppg) e Zizic ( 10.2 ppg) dovranno portare punti in dote alla causa turca. Sopratutto il giovane centro croato ha fatto intravedere ottime cose fino a questo momento. Oggi il suo avversario sarà Birch in uno scontro tutto da gustare

Capitolo Second-Unit. Il Darussafaka ha uomini che sanno essere pericolosi dalla panchina. Dairis Bertans (8 ppg) e Luke Harangody ( 6 ppg) saranno chiamati a reggere l’impatto con la panca greca e dovranno fornire punti importanti sopratutto dal perimetro.

CHIAVI DI GARA

Olympiakos BC

Vassilis Spanoulis con la maglia dell’ Olympiakos

L’attacco dell’Olympiacos (79 ppg) è uno dei più efficenti della competizione. Il gioco di squadra e le spaziature sono la base della produzione offensiva greca. Provare a stoppare una simile macchina da guerra è impresa ostica per qualunque squadra europea. Green,Printezis, Spanoulis, Lojeski sono tutti giocatori che possono essere letali se in ritmo. La difesa poi è il vero punto di forza dei ragazzi di Sfairopoulos. Raddoppi costanti, pressione asfissiante, spazi bloccati e cambi intelligenti consentono al team greco di subire spesso pochi punti dagli avversari. Anche oggi dovrà essere così, i turchi non sono avversari da sottovalutare e concedergli spazio potrebbe diventare deleterio.

L’attacco del Darussafaka ( 79 ppg) vive delle iniziative dei suoi uomini di punta. Wanamaker, Clyburn,Wilbekin e Zizic sanno essere giocatori decisivi in ogni momento della gara. Oggi sarà importante essere costanti in attacco sopratutto mantenendo le solite percentuali ( 38%). La difesa sarà una questione di vitale importanza. Attenzione e concentrazione devono essere una prerogativa per i turchi. Togliere spazio ai tiratori dell’Olympiacos ( specie Lojeski e Green ) è l’unico modo per provare ad uscire indenni dal Pireo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi