Powell pronto per il Canada al mondiale FIBA: "Vogliamo arrivare lontano"
144462
post-template-default,single,single-post,postid-144462,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Powell è pronto per il suo Canada al mondiale FIBA: “Vogliamo arrivare lontano”

Powell è pronto per il suo Canada al mondiale FIBA: “Vogliamo arrivare lontano”

Dwigth Powell, fresco di rinnovo da 55 milioni in 4 anni con i Dallas Mavericks, è stato convocato per il training camp del Canada per il mondiale FIBA. Nonostante le rinunce importanti di due giocatori come Tristan Thompson e Andrew Wiggins, il roster può vantare ben 17 giocatori NBA su 29 convocati. Coach Nick Nurse, che dopo l’anello NBA con i Toronto Raptors guiderà anche la nazionale, dovrà sceglierne solo 12 da portare in Cina per la fase finale.

Powell spera di rientrare nel gruppo di giocatori che partiranno alla volta dell’Asia. In due partite di qualificazione giocate con la maglia del Canada ha fatto registrare 10 punti, 6.5 rimbalzi e il 90% al tiro di media. Il lungo di Dallas ha ammesso, in un’intervista per il sito ufficiale della FIBA, di avere aspettative piuttosto alte per i suoi:

“Sarà un’estate entusiasmante per il mondo della pallacanestro canadese. Avremo una grande opportunità sul palcoscenico mondiale. (…) Qualificarci per Cina 2019 è stato incredibile, ma meritato dopo un percorso di qualificazione giocato alla grande. (…) Questo è stato fino ad oggi uno degli anni più eccitanti che mai per il basket in Canada, ma penso che il meglio debba ancora venire.”

Quando interrogato riguardo la relativa giovane età dei suoi connazionali, Powell, che ha compiuto 28 anni lo scorso 20 luglio, ha affermato:

“Tutti possono dare qualcosa alla squadra, sia i giovani che i veterani. E quando parlo di veterani parlo di ragazzi come Cory Joseph o Kelly Olynyk, che hanno solo 27 e 28 anni. Abbiamo davanti a noi ancora molti anni per giocare insieme. (…) Poi ci sono giovani che potranno avere un impatto importante sulla squadra, come RJ Barrett e Jamal Murray.”

Il giocatore dei Mavericks ha proseguito commentando il girone capitato ai suoi, sorteggiati con Australia, Lituania e Senegal:

“E’ un gruppo molto, molto competitivo. (…) La Lituania è sempre stata una squadra molto competitiva a livello internazionale, ed ha giocatori NBA del calibro di Sabonis e Valanciunas. Il Senegal sta facendo bene ultimamente e non verranno in Cina per fare da spettatori. (…) La prima partita sarà la più difficile, contro l’Australia. Loro sono una squadra che può puntare alle medaglie. Siamo due nazionali che puntano in alto. Loro hanno molti giocatori con esperienza che possono decidere le partite. Dovremo metterci molta intensità.”

Powell ha infine discusso degli obiettivi del suo Canada per questo mondiale:

“Vogliamo arrivare lontano. Siamo ambiziosi, ma sappiamo anche che la lotta per le medaglie sarà più aperta che mai. Il livello di competitività nel mondo è salito a livelli incredibili. (…) Se dovessi rientrare nei 12 selezionati per la fase finale? Sono un giocatore di squadra, la squadra viene sempre prima. E’ un ottimo segnale per il Canada che così tanti giocatori siano disposti ad aiutare la nazionale.”

Ormai il mondiale FIBA si avvicina sempre più. La manifestazione si svolgerà dal 31 agosto al 15 settembre, e solo allora potremmo finalmente tuffarci davvero nella competizione, che tutto il mondo sta aspettando in febbricitante attesa.

Lorenzo Brancati
lolbra99@gmail.com

Malato di sport a 360 gradi. Seguo e faccio finta di capire di diversi sport, dal basket al calcio, fino ai motori, passando per il football americano e il baseball. Mi piace leggere e provare a scrivere farneticazioni a riguardo. Aspettando Godot, mi diverto a giocare con le parole e la palla a spicchi.

No Comments

Post A Comment