Home Eurolega Spagna, Rudy Fernandez: “Devo godermi queste Olimpiadi”

Spagna, Rudy Fernandez: “Devo godermi queste Olimpiadi”

di Andrea Gordini
Rudy Fernandez in azione con la Spagna

La Spagna è riuscita a superare le Bahamas nel preolimpico di Valencia qualificandosi ai giochi di Parigi: sarà la sesta olimpiade per Rudy Fernandez il quale diventerà l’atleta con più apparizioni ai giochi nel basket maschile. La leggenda del Real Madrid andrà in scena col suo ultimo ballo, dopo il quale si ritirerà dal basket giocato. Una carriera incredibile quella dell’ala 39enne, che ha vinto di tutto e dappertutto: 7 campionati spagnoli, 7 coppe del re, 9 supercoppe spagnole, 1 Eurocup, 3 euroleghe, 2 mondiali e 4  europei FIBA sono solo alcuni dei trofei che ha vinto a livello di squadra, senza contare ciò che gli è stato riconosciuto individualmente: 1 MVP delle finali di LIGA ACB, oltre agli innumerevoli quintetti ideali in cui è stato inserito nel corso della sua carriera (fra cui anche il secondo team all rookie in NBA nel 2008/2009) e a tanti altri premi.

Immenso Rudy Fernandez: le sue dichiarazioni alla vigilia della sesta olimpiade della sua carriera

“È una sensazione incredibile poter vivere un’altra Olimpiade. Il duro lavoro paga. Ci abbiamo creduto, abbiamo giocato bene e siamo stati molto aggressivi. Sono grato al popolo di Valencia per il loro sostegno e per averci spinto a partecipare ad altri Giochi Olimpici. Devo godermi queste Olimpiadi. È qualcosa che ho promesso a mio padre quando è morto e sono molto grato per tutto il duro lavoro che ho svolto e per continuare a godermi questo viaggio con la Familia”.


“Questo è lo spirito della Famiglia, lo spirito che ci aiuta a continuare a crescere. Gioco con la Nazionale da due decenni e questo è ciò che ci hanno trasmesso i nostri giocatori veterani. Ora, da veterano, cerchiamo di instillare questo impegno nei giocatori più giovani, sottolineando l’importanza del nome della Famiglia. Possiamo avere stelle o meno, ma se giochiamo insieme e riusciamo ad essere noi stessi, possiamo ottenere grandi cose. Competere e stare con la Nazionale è qualcosa di molto speciale, e lo vivo da quasi 20 anni. Mi ritengo molto fortunata di poter vivere tutto questo ogni giorno e di continuare a farlo”

You may also like

Lascia un commento