Home WNBA, Women's National Basketball AssociationMinnesota Lynx Free agency WNBA, Breanna Stewart parlerà con 4 squadre

Free agency WNBA, Breanna Stewart parlerà con 4 squadre

di Michele Gibin
breanna stewart free agency wnba

Breanna Stewart, la free agent più importante della free agency WNBA 2023, si incontrerà con 4 squadre prima di decidere dove giocherà nella prossima stagione.

Stewart, 28 anni e 2 volte campionessa WNBA e Finals MVP con le Seattle Storm, incontrerà a Istanbul dove sta giocando la stagione europea con il Fenerbahce, con gli executive di Storm, Washington Mystics, Minnesota Lynx e New York LIberty. “Stewie” aveva già preannunciato a suo modo, via Twitter, la sua lista corta di squadre con cui considererà di giocare dalla stagione WNBA 2023 con una serie di Tweet con diversi emoji, una sorta di messaggio criptato e alla fine ridotto alle sole 4 ipotesi sopra citate.

Le Seattle Storm, che hanno appena salutato la star Sue Bird ritiratasi a fine stagione, cercheranno di trattenere Breanna Stewart a lungo termine ma dovranno dimostrare di voler rinforzare la squadra. Per sostituire Sue Bird ci sarebbe l’opzione Courtney Vandersloot, 4 volte All-Star e campionessa WNBA nel 2021 con le Chicago Sky, ma su di lei ci sono anche le Liberty e Chicago stessa, che vorrebbe riconfermarla.

Le New York Liberty hanno appena acquisito via trade Jonquel Jones da Connecticut e vogliono costruire un super team attorno a Sabrina Ionescu, per sfidare le Las Vegas Aces di A’Ja Wilson, Kelsey Plum, Chelsea Gray e coach Becky Hammon nel 2023.

Le opzioni Mystics e Lynx sono una novità. Washington è tornata ai playoffs nel 2022 con il rientro su buoni livelli di Elena Delle Donne, pari ruolo di fatto di Breanna Stewart e come lei ex MVP WNBA, e dal 2023 in panchina ci sarà Eric Thibault, figlio dello storico coach Mike Thibault che si è dimesso e resterà col solo ruolo di general manager.

Le Lynx hanno mancato i playoffs invece nel 2022, e Sylvia Fowles si è ritirata. Minnesota è squadra ambiziosa e programma vincente (4 titoli WNBA con Maya Moore) ma che necessita di rinforzi per la stagione 2023 per competere con le squadre più forti a Ovest.

A spingere Breanna Stewart verso New York c’è anche Sue Bird, che a The Ringer ha parlato della decisione che attende la sua ormai ex compagna di squadra e di vittorie: “Oggi, Stewie può permettersi di guardarsi attorno, e New York è New York. Lei è di Syracuse, che è li vicino e questo conta, sua moglie vive in Spagna ed è più vicino (rispetto a Seattle, ndr), lei ora ha una famiglia. La lista di priorità che cerchi in una squadra inizia a cambiare e i soldi non sono più l’unica cosa che conta. Certo, se Seattle potesse offrire un milione di più rispetto a New York le cose cambierebbero…“.

You may also like

Lascia un commento