Home Basket femminileWNBA, Women's National Basketball AssociationNew York Liberty WNBA, Liberty OK in gara 1. Ionescu: “Il miglior basket a New York? Il nostro”

WNBA, Liberty OK in gara 1. Ionescu: “Il miglior basket a New York? Il nostro”

di Michele Gibin
ionescu-wnba-playoffs-liberty-mystics

Prima della partita, Sabrina Ionescu aveva garantito: “Il miglior spettacolo di basket a New York City? E’ quello delle Liberty“, e in gara 1 del primo turno di playoffs contro le Washington Mystics ha supportato tale affermazione.

Ionescu ha segnato 29 punti, di cui 20 nel secondo tempo, con 6 rimbalzi e 7 su 13 da tre punti nella vittoria delle New York Liberty per 90-75 al Barclays Center sulle Mystics, Jonquel Jones ha chiuso con una doppia doppia da 20 punti e 12 rimbalzi e Betnijah Laney ci ha aggiunto 19 punti con 8 rimbalzi per l’1-0 nella serie d’esordio ai playoffs WNBA 2023.

Le Mystics, prive di Shakira Austin e Kristi Toliver, hanno giocato in trasferta per tre quarti una partita coraggiosa e efficace, con Myisha Allen-Hines (21 punti con 8 rimbalzi) e l’esperienza di Elena Delle Donne, Ariel Atkins e Brittney Sykes, e hanno dimostrato di potersela giocare anche in gara 2 per allungare la serie.

Washington è infatti la squadra a uscire più forte dal primo quarto, sul 29-23 aprendo il campo da tre punti contro la difesa a zona delle Liberty. Mira dalla distanza che però sparisce dal secondo periodo in poi (5 su 22 alla fine) mentre New York si sblocca con Courtney Vandersloot (7 punti con 6 rimbalzi e 6 assist), Jones e Laney e si porta avanti nel punteggio sul 46-42 a metà gara.

La cattiva notizia per le Mystics è che Breanna Stewart e Sab Ionescu non sono ancora entrate in partita. Stewie non ci entrerà mai almeno in attacco (3 su 16 al tiro per 10 punti con 8 rimbalzi) ma a New York non serve: basta l’ex star di Oregon nel quarto quarto.

Le 7 triple di Ionescu sono il nuovo record WNBA per i playoffs, nel quarto quarto la guardia delle Liberty gioca un pick and roll centrale dietro l’altro con Jonquel Jones e punisce la difesa di Washington, attenta a non allungarsi troppo, con la “bomba” numero 6 della sua partita New York fa 85-74 con poco più di 2 minuti ancora da giocare, e l’ultima tripla di serata arriva a 29 secondi dalla sirena, per la soddisfazione del record personale.

L’ultima volta qui in casa nostra ci avevano beffate, dovevamo restituire il favore“, così Ionescu dopo gara 1 “Ci avevano davvero messe sotto e noi dovevamo dimostrare di che pasta siamo fatte, e stasera lo abbiamo fatto. Grazie a Laney e Jones che hanno dominato sotto canestro, ci hanno permesso di aprirci e mi hanno dato lo spazio per segnare un po’ di tiri. Io? Sono solo entrata in ritmo, il canestro sembrava bello largo. Vincere gara 1 per noi è il meglio, per il pubblico qui che stasera era davvero elettrico, ci ha motivate e sostenute per giocare il nostro miglior basket“.

Prima di gara 1, Sabrina Ionescu aveva risposto a una domanda sul momento non esaltante delle squadre di New York nei maggiori sport USA, NBA compresa, e sulle discussioni social che immancabilmente dimenticano di citare la WNBA. La sua replica? Una dichiarazione di intenti: “Lasceremo che sia il nostro gioco a parlare per noi e a chiudere un po’ la bocca a chi su Twitter parla male dello sport qui a NY. Stiamo giocando il miglior basket che si sia visto in città da un bel pezzo, che la gente lo riconosca o meno. Ma se ne accorgeranno tra tre settimane, vedremo allora cosa diranno“.

Gara 2 si giocherà sempre al Barclays Center martedì, le Mystics dovranno vincere per portare la serie a gara 3 a Washington.

You may also like

Lascia un commento