fbpx
Home Eurolega Up and Down di Eurolega: giornate 27 e 28

Up and Down di Eurolega: giornate 27 e 28

di Alessandro Minola

Ecco gli Up and Down del penultimo doppio turno di Eurolega, giocato in settimana. Quali sono stati gli eventi che hanno segnato le ultime partite? Maccabi Tel Aviv CSKA Mosca hanno conquistato la qualificazione ai playoffs, ora potranno lottare per ottenere il fattore campo al primo turno. La corsa per arrivare tra le migliori 8 squadre d’Europa è sempre più dura: ben 8 team (tra i quali c’è anche l’Olimpia Milano) si stanno dando battaglia per gli ultimi 3 posti disponibili nella post-season. Ci aspetta un finale di stagione scoppiettante! Andiamo ora a vedere chi sono stati gli Up and Down di Eurolega in questo doppio turno.

Up and Down di Eurolega: i migliori del doppio turno

Walter Tavares: il centro capoverdiano ha avuto un ruolo fondamentale in entrambe le vittorie in rimonta della settimana dei “Blancos”. Ha realizzato un’ottima prestazione (13 punti, 12 rimbalzi e 4 stoppate) in trasferta contro l’Olimpia Milano, ed è quindi stato eletto MVP di giornata.

Tavares si è poi ripetuto nella sfida casalinga contro l’Asvel, mettendo a referto 9 punti,  8 rimbalzi e altre 3 stoppate. Tutto ciò è impreziosito dal fatto che si sia trovato di fronte a centri avversari di livello, quali sono Kaleb Tarczewski, Arturas Gudaitis Tonye Jekiri.

Kirolbet Baskonia Vitoria-Gasteiz: doppia vittoria settimanale per i baschi guidati da Dusko Ivanovic. Si sono imposti senza troppa difficoltà in casa del Bayern Monaco e poi hanno dato prova di grande tenacia con la rimonta operata a spese dell’Alba Berlino, nonostante fossero privi di due giocatori importanti come Shavon Shields e il neo-acquisto Zoran Dragic. Protagonisti di queste due vittorie sono stati senza dubbio il capitano Tornike Shenghelia e l’ex Siena Matt Janning, tornato ad essere decisivo dopo un periodo negativo.

Shane Larkin: martedì a Tel Aviv, nella sconfitta dell’Anadolu Efes contro i padroni di casa, si era visto un Larkin stranamente sottotono. Probabilmente deluso a causa della serata no, la guardia statunitense si è subito data da fare e contro l’Olympiacos ha messo a segno l’ennesima prestazione clamorosa: ha realizzato infatti 40 punti (per la seconda volta in stagione!) con un fantasmagorico 10 su 15 dalla distanza, eguagliando il suo record e quello di Andrew Goudelock per numero di triple segnate in una partita. Il premio di MVP della regular season è sempre più vicino.

Mike James: la guardia ex-Olimpia Milano ha praticamente avviato una sfida a distanza con il sopracitato Larkin. Finora non è stato in grado di eguagliarlo in termini di cifre, oltre ad aver perso lo scontro “diretto” a Mosca. A parte ciò, la stagione di James finora è stata ottima e lo ha dimostrato anche questa settimana: 27 punti nella vittoria fuori casa contro lo Zenit S.Pietroburgo, 18 punti con 4 rimbalzi e 5 assist nella vittoria, sempre in trasferta, contro il Panathinaikos. Ciò che più stupisce di James è la sua costanza a livello di prestazioni e la sua grande tenuta fisica (non ha ancora saltato nemmeno una partita).

Down del doppio turno di Eurolega: ecco i peggiori

Panathinaikos: settima peggiore dell’anno per i Greens di Rick Pitino. Martedì sera hanno malamente perso il derby contro gli acerrimi rivali dell’Olympiacos, poi giovedì in casa hanno subito una pesantissima sconfitta (-31) contro la corazzata CSKA. Complessivamente, i greci hanno perso 6 delle ultime gare; hanno perso così anche quel piccolo vantaggio in termini di classifica e ora sono invischiati nella lotta per la conquista dei playoffs. Ma non devono disperare: è solo un momento no e ci sono tutti i presupposti per terminare bene la stagione.

Valencia Basket: pessima settimana anche per i valenciani. Davvero nulla da dire riguardo la brutta prestazione all’Astroballe, contro l’Asvel. Nessuno ha giocato bene, e sono mancati soprattutto Bojan Dubljevic e il veterano Fernando San Emeterio. Contro l’Olimpia Milano si è visto invece un grande desiderio di rivalsa, in particolare da parte del giovane Alberto Abalde. Anche il capitano Dubljevic è tornato a fare la differenza facendo vedere tutto il talento di cui dispone. Nel finale sono però mancate la lucidità e la forza di volontà necessarie a chiudere la partita, vinta poi da Milano grazie alla bomba del “Professore” Vladimir Micov. Queste due sconfitte hanno anche complicato un po’ le cose, ma gli spagnoli hanno ancora la possibilità di conquistarsi un posto nelle Final Eight.

Alba Berlino Bayern Monaco: I berlinesi non si meriterebbero la menzione nei Down di giornata, ma purtroppo sono usciti sconfitti da entrambe le sfide settimanali. Sono stati beffati in tutti e due i casi, dato che sia contro FC Barcelona che contro Kirolbet Baskonia sono stati avanti in molti frangenti (mettendo in campo il solito buon basket in transizione che ha finora caratterizzato il loro gioco), per poi perdere all’ultimo.

I bavaresi invece nella prima gara settimanale non sono stati in grado di impensierire i baschi; venerdì hanno poi giocato un’ottima partita fino ai secondi finali, quando hanno subito lo strapotere tecnico del BarçaNikola Mirotic Pierre Oriola hanno poi chiuso la partita. Unica nota positiva è il miglioramento del giovane playmaker sloveno Zan Sisko. 

Per gli Up And Down della ventiseiesima giornata di Eurolega clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi