fbpx
Home Lega Basket AAcqua S.Bernardo Cantù Acqua San Bernardo Cantù-Reyer Venezia: il recap della sfida

Acqua San Bernardo Cantù-Reyer Venezia: il recap della sfida

di Daniele Morbio

La ventunesima giornata di Serie A offriva la sfida tra l’Acqua San Bernardo Cantù e la Reyer Venezia, match chiave per i lagunari in ottica rilancio in classifica dopo il ko con la Virtus Bologna e per i canturini in ottica salvezza/speranze di qualificazione ai playoff. La sfida di Desio delle ore 17 ha visto trionfare i padroni di casa dopo 40 minuti tiratissimi ed equilibratissimi, con la Reyer che ha sciupato troppe possibilità per operare un allungo decisivo nel finale di partita. Con questo successo Cantù si allontana dalla “zona rossa” e sale a 18 punti, mentre la Reyer prosegue nella sua balbettante stagione, restando fossilizzata a quota 20, che le vale il settimo posto in classifica.

Le chiavi della sfida

• la sfida a rimbalzo: 49 a 34 il computo finale dei rimbalzi per Cantù, di cui ben 22 offensivi. Kevarrius Hayes, che fa il diavolo a quattro sotto canestro con una doppia doppia da 14+14 e Jeremiah Wilson, con un’altra doppia doppia (13+10), permettono a Cantù di asfaltare Venezia sotto le plance in termini di energia, atletismo ed intensità.

• l’energia nel finale: le rotazioni ridotte all’osso per Venezia (Stone in campo solo 6′ per una distorsione, Vidmar in campo 3′ per problemi al ginocchio, Cerella recuperato da poco e Filloy inaffidabile) permettono a Cantù di arrivare a fine gara con più lucidità ed energia; la Reyer paga pesantemente una condizione fisica non ottimale di tanti suoi uomini, così come i 5 falli di un Austin Daye che stava giganteggiando in fase offensiva fino a quel momento, oltre alla poca lucidità di De Nicolao, Watt e Bramos, arrivati stremati al 40′.

Top e flop della sfida

• Jeremiah Wilson e Kevarrius Hayes: i principali artefici del successo canturino sono proprio loro, con un 27+24 combinato che taglia le gambe a Venezia; dominanti in termini di rimbalzi ed atletismo, Cantù tante volte rimane a galla grazie a loro.

• Gabriele Procida: il ragazzino classe 2002 che non ti aspetti: entra in campo e in 7′ segna 9 punti con un pesantissimo 3/3 dalla lunga. Sfidato al tiro o dimenticato, la differenza è minima: personalità da vendere per il ragazzino, di cui si parla molto bene, a ragion veduta verrebbe da dire.

• Austin Daye: croce e delizia. Determinante fino al 38′, poi 3 falli stupidi lo condannano ad una prematura uscita dal campo. Il numero 9 della Reyer segna 17 punti con 6/8 al tiro (3/4 da 2 e 3/4 da 3) in 21′ di gioco. Non si fosse disconnesso dalla partita, Venezia avrebbe sicuramente avuto più possibilità di portarla a casa.

Mitchell Watt: 25 punti con 12/17 al tiro (71%), 10 rimbalzi, 1 stoppata, 2 palle recuperate, 1 assist, per un totale di 31 di valutazione. Il centro originario di Goodyear fa letteralmente il vuoto nell’area canturina con il suo dinamismo e la sua enorme qualità, racchiusa in quella fatata mano sinistra. Arriva stremato a fine gara, dopo aver giocato 36′.

• Andrea De Nicolao: non bene al tiro il folletto padovano, ma quando metti in campo una prestazione da 6+6+14 assist si può perdonare anche qualche mancanza di precisione. Vero metronomo offensivo dei lagunari, dei 19 assist di squadra 14 sono suoi. Career high in termini di assistenze, anche lui arriva sulle ginocchia a fine gara dopo aver giocato 37′.

• Ariel Filloy: la prova con la Fortitudo è un lontano ricordo. Inconsistente, sconclusionato, inaffidabile, il play argentino dovrebbe aiutare De Nicolao vista la forzata assenza di Stone (solo 6′ in campo), eppure non prova a svoltare. De Raffaele lo panchina subito e non lo rimette più.

Tabellino e MVP

• Acqua San Bernardo Cantù: Young 11, Procida 9, Clark 10, La Torre, Hayes 14, Lanzi n.e, Wilson 13, Ragland 4, Burnell 11, Baparapè n.e., Simioni, Pecchia 9.

• Reyer Venezia: Casarin, Stone, Bramos 10, Daye 17, De Nicolao 6, Filloy, Vidmar, Chappell 14, Mazzola 3, Pellegrino n.e, Cerella 2, Watt 25.

MVP: Kevarrius Hayes. 14+14, 6/12 al tiro, 26 di valutazione.

Prossimi impegni

Venezia ospiterà mercoledì Oldenburg in un decisivo match di EuroCup, mentre in campionato ospiterà Treviso nel derby veneto Domenica alle 18.00. Cantù sarà invece ospite di Trento Domenica alle 17.30.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi