fbpx
Home Lega Basket ADe'Longhi Treviso Aquila Trento-De’Longhi Treviso: Treviso porta Trento alla sesta sconfitta consecutiva.

Aquila Trento-De’Longhi Treviso: Treviso porta Trento alla sesta sconfitta consecutiva.

di Francesco De Bonis

Dopo la disfatta subita in EuroCup sul campo del Partizan con il risultato di 71-43, la Dolomiti Energia torna in campo sul parquet casalingo della BLM Group Arena, per disputare il posticipo di giornata Aquila TrentoDe’Longhi Treviso.

La squadra trentina è reduce da ben 5 sconfitte consecutive e sarà costretta ad affrontare questo match priva di Kelvin Martin. Ad attenderla dall’altra parte c’è la De’Longhi Treviso; la squadra di coach Menetti, che ha riposato nell’ultimo turno di campionato, ha giocato la sua ultima partita domenica 3 gennaio, dove è stata costretta ad arrendersi alla Reyer Venezia con il risultato di 86-88.

La De’Longhi arriva a questa sfida dopo una settimana in cui si è soprattutto parlato dell’eventuale uscita di Jeffrey Carroll dalla squadra. Infatti, sembra che la società sia intenzionata ad intervenire sul mercato in questa direzione e inoltre sembra che abbia già individuato in Trevor Lacey (già visto in Italia con le maglie di Sassari e Pesaro) il sostituto.

Aquila Trento-De’Longhi Treviso: le chiavi del match

Treviso allunga a sei la striscia di sconfitte consecutive di Trento, vincendo con il risultato di 76-82.

Le due squadre si dividono il primo tempo: un quarto per ciascuna. Infatti la squadra di casa riesce a partire in maniera energica, riuscendo a piazzare subito un parziale di 10-2 ma soprattutto durante i primi 10 minuti di gioco i trentini mandano a bersaglio ben 5 triple.

Il secondo quarto, invece, è tutto della De’Longhi. Treviso infatti riesce a piazzare un grandissimo contro-parziale ad apertura del secondo quarto (15-2) che permette alla squadra allenata da coach Menetti di andare negli spogliatoi avanti di 5 lunghezze. Le cause principiali del contro-parziale firmato De’Longhi sono senza dubbio state la percentuale da dietro l’arco dell’Aquila (scesa al 40% con 6/15 nel secondo quarto rispetto al 70% con 5/8 del primo), e le numerose palle perse della squadra di coach Brienza: ben 9 infatti quelle arrivate a fine secondo quarto contro le sole 3 di Treviso.

A fine serata, però, l’eroe per Treviso è Matteo Chillo che chiude la sua partita con 12 punti, segnandone ben 8 nell’ultimo quarto. Insieme a lui è stata decisiva anche la prestazione del solito David Logan: 21 punti segnati per uno dei migliori marcatori del campionato.

Trento paga indubbiamente le palle perse che a fine serata sono addirittura 17. Insieme ad esse, la prestazione di Gary Browne (che chiude il suo match con 13 punti, 7 rimbalzi e 7 assist ma anche con ben 5 palle perse e uno scarso 4/12 al tiro) ha contribuito alla sconfitta trentina che come già detto, allunga a 6 la sua striscia di sconfitte consecutive.

Il tabellino statistico del match

Parziali singoli quarti: 21-15; 15-26; 18-16; 22-25.

Parziali progressivi: 21-15; 36-41; 54-57; 76-82.

Aquila Trento: G.Browne 13, T.Forray 0, V.Sanders 11, J.Morgan 15, L.Conti 0, K.Martin n.e., D.Pascolo 4, A.Mezzanotte 3, L.Maye 12, J.Williams 18, L.Lechthaler n.e., M.Ladurner n.e. Coach: Nicola Brienza.

De’Longhi Treviso: D.Russel 9, D.Logan 21, T.Cheese n.e., G.Vildera 2, V.Bartoli n.e., M.Imbrò 5, L.Piccin n.e., M.Chillo 12, C.Mekowulu 8, M.Sokolowski 17, J.Carroll n.e., N.Akele 8. Coach: Massimiliano Menetti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi