Home Lega Basket AGivova Scafati Cremona espugna Scafati dopo due Overtime

Cremona espugna Scafati dopo due Overtime

di Andrea Esposito
Vanoli Cremona Demis Cavina

Clamorosa partita quella tra Scafati e Cremona al PalaMangano, servono due overtime per decretarne la vincitrice al termine di una contesa emozionante. Alla fine la spuntano gli uomini di coach Cavina che dimostrano la loro concretezza, tanto amaro in bocca per i padroni di casa che hanno sprecato un vantaggio di 20 punti conquistato al termine del primo tempo.

Scafati – Cremona: l’analisi del match

La partita scorre via piacevolmente all’insegna dell’equilibrio, con un primo quarto dal punteggio elevato (25-21) molto godibile. Il primo vero strappo lo da Riccardo Rossato nella fase centrale del secondo quarto con tre triple: per il capitano scafatese alla fine saranno 18 i punti con un 4/5 dal perimetro, 3 assist e 2 rimbalzi. Sulle ali di questo strappo, Scafati scappa via nel punteggio, costringendo Cremona a 6 perse nel solo secondo quarto archiviato dai gialloblù sul +20. (53-35 il parziale al 20′).

Come troppo stesso succede in questo primo slot di campionato, la Givova Scafati scappa via salvo poi vivere un terzo quarto horror. Cremona a poco a poco, con tanta difesa e protagonisti inaspettati ricuce il punteggio. Dalla panchina Cavina trova un sublime Paul Eboua autore di 18 punti (3/3 da 2, 3/3 da 3, 3/4 ai liberi); oltre alla coppia Denegri-Lacey (39 punti in due). Cremona nel terzo quarto cala un parziale di 11-31 che stravolge gli equilibri del match.

Il quarto periodo ricalca gli equilibri della prima frazione; Scafati continua a subire psicologicamente la rimonta cremonese ma ha la forza di non sprofondare nel punteggio: Pinkins in questo da una grossa mano, altra prestazione da 20 punti per lui. L’esordio in cabina di regia di Strelnieks fa rifiatare Gerald Robinson. Cavina cambia spesso giochi, ma il protagonista principale resta Marcus Zegarowski: 25 punti per il play, 5 assist e 3 palle rubate con 4 triple.

Il tap-in di Kruize Pikins ad 1.2 secondi dalla fine dei regolamentari fissa il punteggio sull’87-87: OVERTIME. Nei supplementari Pecchia si accende col suo proverbiale agonismo, rimbalzi offensivi (3!) e tanta difesa. Tra i padroni di casa, offensivamente, quando la partita scotta c’è un solo uomo al comando: David Logan, la tripla decisiva per il secondo overtime è sua per il 105-105. Per il Professore 18 punti con un opaco 6/14 da dietro l’arco.

Il secondo supplementare sostanzialmente è a senso unico, con Cremona che concretizza una partita a tratti storica: il finale recita 112-122. Per Scafati c’è tanta amarezza per aver cestinato una contesa saldamente in controllo, poi ripresa per i capelli ma infine persa. Partita sostanzialmente identica al blitz di Pesaro ma dall’esito contrario. Per cremona siamo davanti alla slidin-door della stagione?

Il tabellino del match

Parziali singoli quarti: 25-21, 28-14, 11-31, 23-21, 18-18, 7-17

Parziali progressivi: 25-21, 53-35, 64-66, 87-87, 105-105, 112-122

Scafati: Sangiovanni NE, Gentile 6, Mouaha 0, Pinkins 20, De Laurentiis 4, Rossato 18, Logan 18, Robinson 15, Rivers 16, Nunge 8, Pini NE, Strelnieks 7.

Cremona: Adrian 10, Zegarowski 25, Pecchia 8, Denegri 21, Lacey 18, Piccoli 2, McCollough 10, Golden 10, Zanotti 0, Eboua 18

You may also like

Lascia un commento