fbpx
Home Lega Basket ABasket mercato A Derek Willis-Happy Casa Brindisi: ora è ufficiale

Derek Willis-Happy Casa Brindisi: ora è ufficiale

di Kevin Martorano

Derek Willis-Happy Casa Brindisi, è fatta. Colpo di mercato relativo al pacchetto lunghi per l’Happy Casa Brindisi, che firma l’ala forte americana Derek Willis, l’anno scorso in Germania con la canotta del Ratiopharm Ulm; dopo l’ingaggio dell’ala piccola James Bell, i pugliesi vanno a dare nuova linfa al parco lunghi con l’ingaggio del nativo di Louisville.

Derek Willis-Happy Casa Brindisi: alla scoperta del giocatore

Nato come detto a Louisville, Kentucky, il 21/06/1995, Derek cresce alla locale Bullitt East High School, dove negli ultimi due anni si mette in luce tanto da guadagnarsi la chiamata dalla storica University of Kentucky di Lexington: con la maglia dei Wildcats di Coach John Calipari spende tutti e quattro gli anni di eleggibilità, diventando uno degli idoli dei fan, la Big Blue Nation, grazie alla sua solidità sul campo, dove dimostra il suo valore a fianco di futuri giocatori NBA come Karl-Anthony Towns, Devin Booker,Jamal Murray, Bam Adebayo e De’Aaron Fox.

Terminato il college, Willis partecipa al PIT (Porsmouth  Invitational Tournament ), dove si guadagna l’invito alla summer league da parte dei Detroit Pistons, che dopo averlo firmato per il training camp lo mandano tutta la stagione in GLeague ai Gran Rapids Drive.

Dopo il primo anno da pro, ed un’altra Summer League, questa volta con i Pelicans, arriva la prima esperienza europea con il BG Goettingen della Bundesliga tedesca, dove in 34 partite mette a referto 12 punti e 5 rimbalzi di media con ottime percentuali al tiro (54.7% dal campo, il 42.5% da tre e l’80.6% in lunetta); dopo le buone prestazioni in terra tedesca, ed un’ulteriore Summer League con i Phoenix Suns, Ulm decide di puntare su di lui, facendolo debuttare in Eurocup, dove ben si comporta, dato che in 9 partite scrive 10.4 punti , 5.4 rimbalzi e un mostruoso 57.1% dall’arco, che lo rende il migliore della categoria.

Piccola nota di colore: la madre di Derek appartiene a tre tribù di Nativi Americani:  i Southern Arapahoe, i Pawnee e i Creek; Derek ha anche vissuto nella riserva indiana di Wind River in Wyoming, la settima più grande di tutti gli USA, e all’età di 5 anni si è trasferito a Mount Washington, vicino Louisville, insieme a suo padre, che è originario del Kentucky e di quella zona in particolare.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi