fbpx
Home Lega Basket ADe'Longhi Treviso Happy Casa Brindisi-De’Longhi Treviso: pugliesi on fire

Happy Casa Brindisi-De’Longhi Treviso: pugliesi on fire

di Alessandro Bisetto

Happy Casa Brindisi De’Longhi Treviso è il penultimo appuntamento di giornata in Lega Basket A. Due squadre reduci da momenti opposti, con i padroni di casa lanciati dopo i due successi nelle ultime uscite in campionato. De’Longhi che al contrario deve provare a ripartire dopo i recenti ko con Olimpia Milano e Germani Brescia. Il roster dei trevigiani che peraltro ha visto in settimana un cambiamento di uno dei suoi interpreti; lascia subito il Palaverde infatti l’americano Tyler Cheese dopo un avvio non di certo convincente. Al suo posto l’ala ex Legia Varsavia Michal Sokolowski. Di seguito l’analisi della gara del PalaPentassuglia.

Happy Casa Brindisi-De’Longhi Treviso: l’analisi della gara

Un match dai due volti quello del PalaPentassuglia tra Happy Casa Brindisi De’Longhi Treviso. Primo quarto equilibrato, in cui le due squadre rimangono a galla grazie alle buoni percentuali da oltre l’arco e una difesa particolarmente intensa. Seconda frazione in cui si assiste al break della De’Longhi, che dà il primo scossone alla gara e vola addirittura sul +15 alla pausa lunga. I due quarti finali, al contrario coincidono con un’altra Happy Casa. I pugliesi tornano sul parquet con un altro piglio, soprattutto in fase difensiva e ribaltano completamente le sorti del match fino al 99-83 finale.

Un successo che è figlio della buona percentuale da tre dei pugliesi (10-25 per un 40 % complessivo). Un fondamentale che a fasi alterne permette, agli uomini di coach Vitucci, prima di non sprofondare del tutto e successivamente di allungare definitivamente nel secondo tempo. Grande intensità per tre quarti su quattro anche in fase offensiva per Brindisi, che costringe la De’Longhi a ricorrere spesso al fallo. 21/27 il responso dei viaggi in lunetta, certamente un fattore importante nella lettura del match.

É sotto canestro che si assiste al maggiore divario tra le due contendenti,  come spesso accade a favore degli avversari del roster trevigiano. Nick Perkins è il secondo miglior realizzatore dei suoi e non è certamente un dettaglio; 18 punti per l’ex Niigata Albirex BB, secondo nel tabellino marcatori dei pugliesi dietro al solito D’Angelo Harrison che chiude il suo match a quota 27, con 4 assist e 4 rimbalzi e ben 5 falli subiti. Bene anche Derek Willis autore di una doppia doppia da 17 e 10 rimbalzi. 

Ennesima gara da dr. Jekyll e mr. Hyde per la De’Longhi. Prima metà di match ben condotta e con buon ritmo dai ragazzi di coach Max Menetti, mentre ultimi due quarti irriconoscibili. Il roster trevigiano smette addirittura di segnare per diversi minuti, costretta alla giocata forzata e messa all’angolo dall’ansia di dover improvvisamente recuperare una partita praticamente in tasca. Male anche in difesa e sempre in difficoltà sul fronte dei falli (26 quelli concessi). Non positivo nemmeno il dato del tiro da 3 ( 7/28 finale) malgrado l’ottimo inizio, proprio da dietro l’arco,  del suo uomo faro David Logan. Sale sempre alla ribalta inoltre, il problema difensivo sotto le plance, dove è tanta la fisicità concessa agli avversari. 

Pochi a salvarsi in casa Treviso, con il solito David Logan miglior realizzatore dei suoi con 23 punti, 3 rimbalzi e 4 assist. L’ex Sassari è l’unico a prendersi i tiri pesanti nei momenti critici del match.  Positiva la prova di Christian Mekowulu anche se sono, come detto, ancora molti i limiti in fase difensiva, come raccontano anche le 3 palle perse. Per il centro proveniente dalla A2 sono ben 22 i punti messi a referto, per un  9/13 totale dal campo. Altra doppia cifra infine per Jeffrey Carroll che si ferma a quota 10. 

Il tabellino del match

Parziale singoli quarti: 26-23; 12-30; 30-14; 31-16

Parziali progressivi: 26.23; 38-53; 68-67; 99-83

Happy Casa Brindisi: O. Krubally 7, A. Zanelli 3, D. Harrison 27, R. Visconti, R. Gaspardo 6, D. Thompson 10, R. Cattapan, A n.e, A. Guido, M. Udom, J. Bell 11, N. Perkins 18, D. Willis 17. Allenatore: Francesco Vitucci.

De’Longhi Treviso:  D.Russell 8, D.Logan 23, G.Vildera 8, M.Imbrò 3, L.Piccin n.e, M.Chillo 4, C.Mekowulu 22, J.Carroll 10, N.Akele 5, V.Bartoli. Coach: Massimiliano Menetti

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi