fbpx
Home Lega Basket AHappy Casa Brindisi Happy Casa Brindisi-Reyer Venezia: continuano a vincere gli oro-granata

Happy Casa Brindisi-Reyer Venezia: continuano a vincere gli oro-granata

di Daniele Morbio

Remake della finale di Coppa Italia del 2020 in programma al Pala Pentassuglia oggi: la sfida tra l’Happy Casa Brindisi e la Reyer Venezia non è soltanto la partita tra le due finaliste del trofeo vinto nel febbraio scorso dagli oro-granata, ma anche uno scontro di altissima classifica tra due squadre solide e con fisionomie ben diverse. La squadra pugliese è andata in leggera flessione dopo il grande successo di Milano ottenuto circa un mese fa, mentre i veneti stanno ritrovando compattezza, solidità e ritmo dopo lo sfortunato periodo legato al Covid-19.

Per quanto riguarda le scelte dei due tecnici, i bianco-blu sono al gran completo, mentre i veneziani hanno inserito Wes Clark in settimana e già oggi farà il suo esordio sul suo ex parquet. Restano a Venezia gli infortunati Isaac Fotu e Valerio Mazzola, mentre va in tribuna Jeremy Chappell.

La sfida delle 17.15 viene vinta dalla Reyer Venezia per 77-89 grazie ad un secondo tempo stellare dei ragazzi di Walter De Raffaele, con una vera e propria grandinata di triple messa a referto in un terzo quarto che ha scavato il solco a discapito dei padroni di casa, apparsi un po’ sulle gambe dopo la fatica europea di mercoledì. Tantissimi i protagonisti in casa oro-granata, con i soliti Andrea De Nicolao Stefano Tonut ad offrire buone prestazioni, ma sono soprattutto Mitchell Watt, Wes ClarkMichael Bramos a scavare il solco e a regalare i due punti a Venezia. In casa Brindisi è un po’ troppo solo D’Angelo Harrison nei momenti di tempesta: dopo il buon inizio Darius Thompson (8 punti al 10′) si incarta un po’ e incide solo a buoi scappati, mentre offre buoni spunti Ousman Krubally (9+5 rimb).

Happy Casa Brindisi-Reyer Venezia, le chiavi del match

Come detto in sede di presentazione una grande importanza è data dalle triple messe a bersaglio dalla Reyer Venezia (ben 16 su 33 tentativi), con una vera e propria sparatoria arrivata nel terzo quarto (addirittura 7/9) a tagliare le gambe ad un’Happy Casa Brindisi un po’ scarica e spesso in ritardo nelle uscite dai blocchi degli specialisti oro-granata. I 10′ dopo la pausa lunga trovano una squadra bianco-blu a soffrire tremendamente gli assalti di De Nicolao, Bramos e Tonut, che segnano ben 26 dei 33 punti oro-granata nel quarto. Altra chiave del match è la difesa messa in campo dalla squadra veneziana nei momenti più caldi della partita, tra fisicità, reattività e mani a sporcare ogni possesso pugliese: i ragazzi di coach Francesco Vitucci mettono a referto 40 punti nei secondi 20′, ma con grande fatica e quasi raramente con grande spazio. Altra chiave del match è data dalla profondità del roster in favore di Venezia (basti pensare ai 14 punti in 16′ di Clark), cosa che ha permesso agli oro-granata di tenere altissimo il ritmo ed allungare decisamente nei momenti di difficoltà brindisini.

Tabellini

Parziali singoli quarti: 21-25; 15-9; 18-33; 23-22.

Parziali progressivi: 21-25; 36-34; 54-67; 77-89.

Happy Casa Brindisi: O. Krubally 9, A. Zanelli, D. Harrison 23, R. Visconti 3, R. Gaspardo 2, D. Thompson 17, R. Cattapan n.e, A. Guido n.e, M. Udom 8, J. Bell 3, N. Perkins 9, D. Willis 3. Coach: Francesco Vitucci.

Reyer Venezia: D. Casarin, J. Stone, M. Bramos 20, S. Tonut 14, A. Daye 6, A. De Nicolao 15, L. Campogrande, G. Vidmar 2, W. Clark 14, L. D’Ercole n.e, B. Cerella, M. Watt 15. Coach: Walter De Raffaele.

MVP Nba Passion: Michael Bramos. 20 punti (7/11 al tiro – 6/10 da 3), 6 rimbalzi, 21 val.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi