Home Lega Basket A Olimpia Milano-Virtus Bologna: preview di una sfida infinita

Olimpia Milano-Virtus Bologna: preview di una sfida infinita

di Marco Baroni
Nicolò Melli e Marco Belinelli

Dopo il rinvio della giornata di Santo Stefano a causa di 6 casi di Covid-19 rilevati nel gruppo squadra dell’Olimpia Milano, la partita tra l’Armani Exchange e la Virtus Bologna si giocherà regolarmente il 5 gennaio alle 16:00. La LBA riparte quindi con il Derby d’Italia, una delle sfide più entusiasmanti di tutta la stagione.

L’Olimpia che vuole consolidare il primo posto in classifica e allungare sulla Virtus, i bianconeri che vogliono arrivare a pari punti con la capolista. Negli ultimi 5 incontri (finale del campionato 20-21 e finale della Supercoppa) hanno vinto sempre le V nere, ma Milano ha le carte in regola per interrompere questa striscia di vittorie e farà di tutto per riuscirci. In ogni caso l’Armani Exchange non perde in casa con la Virtus in stagione regolare dal 2008/2009.

L’ultima vittoria dei meneghini risale al 17 aprile 2021, dove si imposero per 94-84 con Shavon Shields che mandò a bersaglio ben 7 triple su 9 eguagliando il record di triple segnate in un derby d’Italia. L’altro record battuto recentemente appartiene ai bolognesi ed in particolare a Stefan Markovic che regalò 12 assist ai suoi compagni.

Vediamo come arrivano le due compagini alla partita.

Olimpia Milano-Virtus Bologna: come arrivano le due squadre

L’Olimpia è reduce da due sconfitte di fila, una in Eurolega contro il Real Madrid e l’altra contro Trieste in campionato. Dopo i due insuccessi i milanesi dovranno trovare la forza di rialzarsi. Tuttavia, la squadra di Ettore Messina arriva al match con la squadra decimata. Mancano molti elementi importanti tra i quali Shavon Shields e Luigi Datome.

I seguenti giocatori sono gli unici disponibili al 100%: Melli, Biligha, Grant, Rodriguez, Hines, Delaney, Bentil, Hall. Ettore Messina ha a disposizione solamente due giocatori italiani dato che Moraschini è stato squalificato e i recuperi di Alviti e Ricci non sono certi. I giocatori sono di tutto rispetto, anche se manca un’ala pura che riesca a tenere Kyle Weems che quando è in giornata ha dimostrato di essere straripante.

La Virtus Bologna arriva dopo la vittoria del derby di Basket City e la pesante sconfitta contro Gran Canaria in EuroCup complice la bravura degli avversari ma anche le numerose assenze. Saranno ancora out per la sfida Nico Mannion, Kevin Hervey e Isaia Cordinier, oltre ovviamente ad Ekpe Udoh ed Awudu Abass. Nonostante gli infortuni, Sergio Scariolo dovrebbe avere gli elementi per coprire tutti i ruoli. I disponibili certi di partecipare alla partita sono Belinelli, Teodosic, Pajola, Alibegovic, Ruzzier, Alexander, Weems, Sampson e Jaiteh.

Dopo la sconfitta in EuroCup, bisogna ripartire con il piede giusto in campionato. Nonostante le assenze, Milano non è assolutamente da sottovalutare visto che ha un roster profondo e gioca con aggressività. Non si dovranno ripresentare i grandi cali di concentrazione visti nelle ultime partite, altrimenti potrebbero essere fatali.

I duelli chiave del derby d’Italia

Il duello più atteso è quello tra Sergio Rodriguez e Milos Teodosic, sicuramente i giocatori con più classe all’interno dei due roster, spesso paragonati per la loro qualità nel servire assist ai compagni. Entrambi i giocatori possono essere molto pericolosi e decidere la partita. Inoltre il serbo ha recentemente dimostrato che può accendersi con giocate eccelse anche non essendo in giornata.

Uno dei fattori che influirà sulla gara è senza dubbio la lotta sotto canestro e i duelli Nicolò Melli-Jakarr Sampson e Kyle Hines-Mouhammadou Jaiteh saranno molto intensi per tutta la partita. Ciò provocherà falli e di conseguenza tiri liberi. Da questo punto di vista Milano è avvantaggiata poiché le percentuali realizzative dei suoi lunghi dalla lunetta sono nettamente superiori a quelle dei centri delle V nere.

You may also like

Lascia un commento