fbpx
Home Lega Basket A Openjobmetis Varese-Virtus Roma: le chiavi del match

Openjobmetis Varese-Virtus Roma: le chiavi del match

di Francesco Negro

L’undicesima giornata di Lega Basket Serie A ha visto, tra gli altri, Openjobmetis Varese-Virtus Roma nel lunch match di domenica. La squadra di coach Attilio Caja ha dominato il match fin da subito aumentando il distacco con il team di coach Piero Bucchi periodo dopo periodo, fino ad arrivare al 99-69 della sirena finale. Per la squadra lombarda si tratta della vittoria numero 5 in campionato, portandosi così in pari con il record, che ora dice 5 partite vinte e 5 partite perse. Per la Virtus Roma invece si tratta della seconda sconfitta consecutiva, dopo la disfatta di domenica scorsa contro la De’Longhi Treviso, ed in generale della sesta sconfitta stagionale, con il record della squadra capitolina che dice ora 5 partite vinte e 6 partite perse.

Openjobmetis Varese-Virtus Roma: le chiavi del match

  • L’atteggiamento: la squadra lombarda ha avuto fin dalla palla a due un atteggiamento aggressivo, non mollando nei primi 6 minuti di gioco nei quali i giallo-rossi sembravano voler prendere in mano la partita. Varese ha infatti sempre risposto ai canestri della Virtus Roma che ha provato ad allungare nell’avvio del match
  • Punti dalla panchina: fondamentale per l’economia del match è stata la differenza dell’apporto dato dalle  due panchine. Il match infatti si è indirizzato verso Varese proprio nel momento in cui i due coach hanno schierato le proprie seconde linee. Appare evidente infatti anche dal punto di vista statistico la differenza, Varese ha prodotto 37 punti dalla panchina mentre la Virtus Roma solo 9.
  • L.J.Peak determinante: è infatti risultata determinante per l’andamento del match la prestazione di L.J. Peak. Il giocatore statunitense ha sfornato la seconda miglior prestazione stagionale dal punto di vista realizzativo, mettendo a segno 22 punti in 34 minuti di utilizzo. Per coach Caja è infatti importante l’utilizzo della giovane ala che nelle due partite precedenti non aveva convinto segnando solo 6 punti complessivi.
  • Le percentuali al tiro: La differenza tra le due squadre è stata evidente anche dal punto di vista statistico. La Pallacanestro Varese ha infatti avuto percentuali migliori al tiro da ogni posizione: 75% da due punti per i lombardi, 45.5% per i romani; da 3 punti invece la squadra di coach Caja ha tirato con il 42.4%, mentre la squadra di coach Bucchi ha tirato da 3 con il 36%. Dal punto di vista individuale invece speciale menzione per Jeremy Simmons che ha tirato con il 100% dal campo.

Il tabellino del match

Parziali singoli quarti: 34-19; 24-20; 21-15; 20-15.

Parziali progressivi: 34-19; 58-39; 79-54; 99-69.

Pallacanestro Varese: Peak 22, Clark 11, De Vita, Jakovičs 18, Natali, Vene 9, Simmons 8, Seck n.e, Mayo 12, Tambone 7, Gandini, Ferrero 12. Coach: Attilio Caja.

Virtus Roma: Cusenza n.e, Moore 2, Alibegovic 11, Rullo 3, Dyson 12, Baldasso 3, Pini 1, Farley n.e, Spinosa n.e, Jefferson 15, Buford 15, Kyzlink 7. Coach: Piero Bucchi.

Per i recap delle altre partite dell’undicesima giornata di Lega Basket Serie A clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi