fbpx
Home Lega Basket A Unahotels Reggio Emilia-Olimpia Milano: buona la prima per Milano

Unahotels Reggio Emilia-Olimpia Milano: buona la prima per Milano

di Kevin Martorano

Unahotels Reggio Emilia ed Olimpia Milano si sono sfidate nella prima giornata di campionato alle ore 17.10, con la squadra meneghina che ha dovuto fare a meno di Vladimir Micov e Malcolm Delaney per infortunio, oltre che al centro Kaleb Tarczewski per turnover. Inoltre da segnalare il problema muscolare subito da Kevin Punter, il quale non ha messo piede in campo nel secondo tempo.

L’Olimpia Milano reduce dal trionfo in Supercoppa, in finale contro la Virtus Bologna, ha conquistato la prima vittoria in campionato battendo una Reggio Emilia che ha tenuto molto bene il campo per oltre 20 minuti, ma che al lungo andare si è dovuta arrendere allo strapotere fisico e tecnico degli avversari. Andiamo a vedere quali sono state le chiavi della partita.

Unahotels Reggio Emilia-Olimpia Milano: le chiavi del match

La squadra di coach Ettore Messina si conferma una squadra veramente difficile da battere, la quale ha conquistato la prima vittoria in campionato grazie alla principale costante emersa in questo inizio di stagione: le poche palle perse. Infatti la squadra milanese ha concluso la propria partita con soltanto 7 palle perse, di cui 4 sono arrivate nel finale e con la partita già saldamente in mano. 

Altra chiave del match sono stati sicuramente i rimbalzi offensivi, visto che l’Olimpia ha conquistato ben 12 rimbalzi offensivi contro i 3 di Reggio Emilia; questo fattore, unito alla differenza di palle perse tra le due squadre (7 per Milano come detto in precedenza, 16 per l’Unahotels), fanno si che ci sia un’enorme differenza di tiri presi dal campo (51 a 68 per i milanesi), fattore che fa tutta la differenza del mondo nell’arco di una partita.

Per l’Olimpia ottima la prova di Zach LeDay, autore di 17 punti con 6 rimbalzi e 6 falli subiti (11/11 dalla lunetta); per l’ex Zalgiris la solita prova di sostanza e silenziosa, la quale però è come al solito importante ai fini dell’esito del match. Inoltre da sottolineare anche le prove di Kyle Hines (12 punti, 7 rimbalzi e la solita ottima difesa) e di Luigi Datome, il quale ha concluso con 14 punti e 6 rimbalzi, oltre ad aver segnato 3 triple consecutive nel finale di secondo quarto, permettendo alla sua squadra di andare all’intervallo lungo in vantaggio.

Partita dalle due facce invece quella di Sergio Rodriguez, il quale chiude la sua partita con un brutto 1/9 dal campo che gli valgono 3 punti totali, ma sforna ben 9 assist, dimostrando di avere la squadra in mano e di saper sempre mettere i propri compagni nelle giuste condizioni per poter fare canestro.

Dall’altra parte coach Antimo Martino può essere sicuramente soddisfatto della prova dei suoi ragazzi, visto che hanno giocato una partita fisica ed hanno tenuto testa ad una corazzata come l’Olimpia Milano per più di 20 minuti, dimostrando sempre di avere l’atteggiamento giusto nelle due metà campo.
Da migliorare però il numero delle palle perse, visto che 16 sono veramente tante, ma siamo alla prima giornata di campionato e le basi per disputare una buona stagione ci sono tutte per Reggio Emilia.

Individualmente ottime la prova di Joshua Bostic, autore di 17 punti in 23 minuti di gioco, conditi da 4 rimbalzi e 4 assist. Ad aiutare Bostic ci sono stati degli ottimi Brandon Taylor e Frank Elegar, entrambi in doppia cifra per punti segnati ed una presenza costante in campo. 

Da segnalare invece l’ottimo primo tempo di Tomas Kyzlink, il quale conclude la sua partita con 14 punti, anche se con un brutto 1/6 dalla lunga distanza.

Il tabellino del match

Parziali singoli quarti: 17-19; 23-25; 13-20; 18-23.

Parziali progressivi: 17-19; 40-44; 53-64; 71-87.

Unahotels Reggio Emilia: J.Bostic 17, L.Candi 11, F.Baldi Rossi 2, B.Taylor 12, M.Giannini n.e, F.Elegar 11, I.Cham, A.Besozzi n.e, J.Johnson 4, F.Bonacini, M.Diouf, T.Kyzlink 14. Coach: Antimo Martino.

Olimpia Milano: K.Punter 8, Z.LeDay 17, D.Moretti, R.Moraschini 2, M.Roll 8, S.Rodriguez 3, P.Biligha 2, A.Cinciarini 3, S.Shields 14, J.Brooks 4, K.Hines 12, L.Datome 14. Coach: Ettore Messina.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi