Home Lega Basket ABasket mercato A Reyer Venezia, in arrivo anche Alex O’Connell

Reyer Venezia, in arrivo anche Alex O’Connell

di Daniele Morbio
La Reyer Venezia vicinissima ad Alex O'Connell

La Reyer Venezia ha raggiunto un accordo con Alex O’Connell, secondo quanto riferito da Sportando e confermato da Giuseppe Malaguti. L’ex Duke sarà dunque l’esterno tiratore che ruoterà con Parks nel roster di Neven Spahija, nei prossimi giorni è previsto l’annuncio del club veneziano. Con questa firma i lagunari si portano a 5 stranieri: l’unico ruolo finora non completato è il reparto playmaker, con Spissu e De Nicolao che saranno i cambi dello straniero, di cui – ad oggi non si sa il nome. Nei giorni scorsi il club oro-granata aveva annunciato il 4 titolare, che sarà Aamir Simms, classe 1999 proprio come l’ex Duke.

Reyer Venezia-Alex O’Connell, accordo chiuso

Come scritto sopra, sarà Alex O’Connell il cambio di Parks nel roster della Reyer. Classe 1999, 198cm di altezza per quasi 90 kg di peso, l’esterno americano uscito da Duke sarà il “3” di ricambio dei lagunari. Un innesto molto giovane ed alla primissima esperienza in Europa, figlio di David O’Connell, anch’egli passato per Duke tra il 1973 ed il 1976: è chiaro che a Venezia si cercano giocatori con esperienza ad alti livelli (e l’ex Duke ne ha oltreoceano) ma con una carta d’identità comunque giovane e non al di sopra dei 28 anni d’età. Ottimo tiratore con i piedi oltre l’arco, il classe 1999 è dotato di un grande atletismo con una buona fisicità come fatto vedere a Craighton. Ha giocato tre gare in Summer League con la maglia di Sacramento, andando in doppia cifra contro Miami al California Classic (14 punti con 4/5 da oltre l’arco) e contro Minnesota (15 punti in 17′ con 5/9 da lontano). Uscito – come detto – da Duke nel 2020 dopo averci giocato per tre stagioni (dal 2017-2018 al 2019-2020), è passato poi a Craighton per finire nella prima stagione da professionista con gli Stockton Kings, dove ha raccolto medie da 9 punti ed oltre 4 rimbalzi di media in 49 partite con 65/171 da tre punti.

Agli oro-granata ora manca soltanto il play titolare per chiudere un roster che a primo impatto è molto intrigante e ringiovanito decisamente: atletismo e fisicità le parole d’ordine nella nuova Reyer costruita da Neven Spahija in collaborazione con il suo staff e con il Presidente Federico Casarin.

You may also like

Lascia un commento