fbpx
Home Lega Basket A Reyer Venezia-Virtus Roma: il recap del match

Reyer Venezia-Virtus Roma: il recap del match

di Francesco Negro

La quindicesima giornata di Lega Basket Serie A ha visto affrontarsi Reyer Venezia-Virtus Roma, in una parttia che si è conclusa con la vittoria all’ultimo respiro dell’Umana Reyer Venezia grazie ad un canestro di Austin Daye a 8 secondi dalla fine dell’ultimo periodo di gioco. Oltre al danno la beffa per la squadra capitolina. Infatti la Virtus oltre a perdere il match viene anche agganciata in classifica dalla squadra lagunare. Festeggiano invece i veneti che con questa vittoria allungano la serie positiva e allontanano le critiche.

Reyer Venezia-Virtus Roma: i punti chiave del match

  • Il ritmo ha assunto un ruolo fondamentale nell’andamento del match. La Reyer ha provato sin da subito ad aumentare il numero di possessi, affrettando spesso le conclusioni e non ottenendo il risultato sperato. A partire dal secondo quarto però il team di coach De Raffaele ha tirato con maggior precisione mettendo a segno 30 punti nella sola seconda frazione di gioco. A lungo andare dunque il ritmo imposto dalla squadra di casa non ha permesso agli ospiti di esprimere al meglio il proprio gioco anche a causa del ridotto apporto della panchina giallo-rossa.
  • Proprio l’utilizzo e l’efficienza delle panchine è stato rilevante ai fini del risultato finale. La freschezza mentale e fisica dei giocatori della Reyer ha concesso maggior lucidità nei momenti cruciali del match. Lucidità che è mancata alla Virtus, che si è dovuta affidare, ancora una volta, quasi esclusivamente al suo quintetto base. Infatti la squadra di coach Piero Bucchi ha prodotto solo 9 punti grazie ai giocatori provenienti dalla panchina contro i 43 punti della Reyer. Da sottolineare in tal senso la prestazione di Austin Daye, MVP del match con 28 punti, nonostante sia partito dalla panchina.
  • Ancora una volta, nonostante una gara giocata alla pari con la Reyer, la Virtus Roma ha dimostrato di non avere quella cattiveria giusta e necessaria per chiudere definitivamente il match. Cattiveria che coach Bucchi dunque cercherà nel nuovo arrivato James White. Il giocatore statunitense, seppur trentasettenne, è dotato di grande atletismo e quindi potrà mettere a disposizione dei propri compagni e del coach i suoi mezzi fisici, oltre alla sua esperienza.
  • La motivazione e la voglia della Reyer di riscattarsi dopo un avvio di stagione difficile è stata superiore di quella della Virtus, che appare rinunciataria davanti alle difficoltà. Da questo momento però i giallo-rossi dovranno tornare a lavorare duro in vista degli ultimi due turni del girone di andata per poter riagganciare l’ottavo posto in classifica che varrebbe la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia, obiettivo fondamentale e raggiungibile per la squadra capitolina.

Tabellino del match:

Parziali singoli quarti: 10-17; 30-26; 18-21; 21-13.

Parziali progressivi del match: 10-17; 40-43; 58-64; 79-77.

Reyer Venezia: Casarin, Stone 5, Bramos 10, Tonut 10, Daye 28, De Nicolao 3, Filloy, Vidmar 2, Chappell 2, Mazzola 3, Pellegrino n.e, Watt 16. Coach: Walter De Raffaele.

Virtus Roma: Cusenza n.e, Moore, Alibegovic 14, Rullo, Dyson 10, Baldasso 7, Pini 2, Farley n.e, Spinosa n.e, Jefferson 15, Buford 16, Kyzlink 13. Coach: Piero Bucchi.

Per i recap delle altre partite della quindicesima giornata di Lega Basket Serie A clicca qui.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi