fbpx
Home Lega Basket A LBA Supercoppa 2020, day 3: sorridono Venezia e Trieste

LBA Supercoppa 2020, day 3: sorridono Venezia e Trieste

di Alessandro Bisetto

Si è conclusa anche la terza giornata della Supercoppa 2020 dopo la scorpacciata di partite della giornata di ieri: due le gare disputate in questa domenica che ha visto il successo dell’Umana Reyer Venezia nella gara delle 18 contro la De’Longhi Treviso.

Supercoppa 2020: questi i riassunti delle partite giocate nel day 3

  • Ore 18.00: Umana Reyer Venezia-De’ Longhi Treviso

Day 3 di Supercoppa che si apre con la sfida tra Umana Reyer Venezia e De’Longhi Treviso. Partita vivace e giocata a buon ritmo da entrambi i fronti. Un punteggio che non racconta fino in fondo la dinamica della gara, in equilibrio fino all’inizio dell’ultimo quarto. Ultima frazione in cui i Campioni d’Italia in carica riescono a scappare via in maniera definitiva e ad aggiudicarsi la prima vittoria di questo girone di Supercoppa.

Lagunari che fanno valere la maggiore qualità delle proprie rotazioni, ma devono sudare per portare a casa i primi due punti del suo torneo. Coach Walter De Raffaele ottiene subito ottime risposte da Chappell, miglior realizzatore dei suoi con 16 punti e dalla solida coppia TonutDaye entrambi in doppia cifra con rispettivamente 13 e 14 punti messi a referto. Sotto canestro bene l’ex Fotu che esordisce con 10 punti e 5 rimbalzi, accompagnati da una buona presenza fisica sotto i tabelloni. Nel complesso buona prova a livello di squadra per Venezia, più precisa della De’Longhi oltre l’arco e cresciuta di intensità a livello difensivo con il passare dei minuti, dopo un inizio un po’ contratto.

Treviso che nonostante la sconfitta gioca una buona pallacanestro considerando i molti nuovi innesti. Protagonista del match Mekowulu che mette a referto 20 punti con 8 rimbalzi in 19 minuti, tirando con il 100 % da 2. Il centro proveniente dalla A2 litiga con i falli a inizio partita ma è comunque il miglior scorer della De Longhi. Altre ottime risposte per coach Max Menetti provengono da Carroll, dominante a cavallo tra primo e secondo periodo. L’ex Bergamo chiude a quota 18 punti. Male il reparto esterni per Treviso con Logan, Cheese, espulso nel finale di gara per un doppio antisportivo e Russell che raccolgono appena 2 punti in tre. Bene invece l’accoppiata AkeleVildera, entrambi all’esordio con i nuovi colori e subito determinanti.

Parziali dei singoli quarti: 26-26; 20-17; 16-19; 27-13

Parziali progressivi: 26-26; 46-43; 62-62; 89-75

Umana Reyer Venezia: D.Casarin 3, J.Stone 4, M.Bramos 6, S.Tonut 13, A.Daye 14, A.De Nicolao 6, J.Chappell 16, V.Mazzola 8, L.D’Ercole n.e, B.Cerella n.e, I.Fotu 10, M.Watt 9.

De’ Longhi Treviso: D.Russell, D.Logan, T.Cheese 2, L.Faggian n.e, G.Vildera 13, V.Bartoli n.e, M.Imbrò 8, L.Piccin n.e, M.Chillo, C.Mekowulu 20, J.Carroll 18, N.Akele 14.

  • Ore 20.00: Allianz Pallacanestro Trieste-Dolomiti Energia Trento

Domenica di Supercoppa 2020 che si chiude con la partita dell’Allianz Dome vinta dai padroni di casa grazie a una tripla sulla sirena di Tommaso Laquintana. Match perennemente in equilibrio, con Trieste che ha avuto la possibilità di scappare ed è  andata anche in vantaggio di sette lunghezze nel corso del terzo quarto. Trento che però ha saputo reagire ed è rimasta in partita sistemando le cose a rimbalzo nella seconda metà di gara.

Coach Eugenio Dalmasson può essere estremamente soddisfatto del neo arrivato Mike Henry. L’americano è il vero trascinatore dei suoi e chiude con 27 punti, 3 rimbalzi e 4 assist la sua gara, con un ottimo 4/6 da tre punti. Dopo un ottimo inizio di Fernandez che chiuderà il suo match con 13 punti, sale in cabina di regia Laquintana, autore di 16 punti senza errori da oltre l’arco, compresa la tripla decisiva per il successo dei friulani.  Gara solida dell’altra novità Grazulis, con il lettone che mette a reperto 8 punti con 8 rimbalzi. Unico lato negativo sul fronte delle palle perse, 16 in totale per i friulani.

Dall’altra parte Trento ha il merito di non mollare dopo un inizio in sordina soprattutto in chiave difensiva. La Dolomiti si affida alla coppia BrowneWilliams per arrivare appaiata a Trieste nella volata finale. Il play portoricano chiude a quota 21 punti e 5 assist e ha dimostrato di saper prendere canestri importanti al suo esordio nel nostro campionato. Il lungo classe  ’94 sfiora la doppia doppia con 16 e 9 rimbalzi mettendo in mostra il suo grande atletismo sotto canestro. Partita in chiaroscuro per Morgan che termina la sua partita con 15 punti ma con qualche forzatura di troppo. Bene anche Sanders, in attesa di vedere sul parquet l’ultimo arrivato Kelvin Martin.

Parziali dei singoli quarti: 23-21; 25-23; 13-17; 25-22

Parziali progressivi: 23-21; 48-44; 61-61; 86-83

Allianz Pallacanestro Trieste: A.Coronica, D.Upson 4, J.Fernandez 13, A.Arnaldo n.e, T.Laquintana 16, I.Udanoh 3, M.Henry 27, D.Cavaliero n.e, M.Da Ros 3, A.Grazulis 8, M.Doyle 7, D.Alviti 5.

Dolomiti Energia Trento: A.Forray 4, D.Pascolo 6, G.Browne 21, V.Sanders 11, A.Mezzanotte n.e, J,Morgan 15, J.Williams 16, M.Ladurner, L.Lechtaler n.e, L.Maye 8.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi