fbpx
Home Lega Basket A Supercoppa 2020 day 13: vincono le bolognesi, Varese ok

Supercoppa 2020 day 13: vincono le bolognesi, Varese ok

di Kevin Martorano

La Supercoppa 2020 si avvia verso la fine della prima fase, con domani che sarà l’ultimo giorno di partite dei gironi di qualificazione alle Final Four di Bologna. Dopo aver visto le due partite del girone D nel day 12, oggi in campo abbiamo trovato l’intero girone B, in cui la Virtus Bologna ha strappato il pass per le Final Four ai danni della Unahotels Reggio Emilia, e la Fortitudo Bologna ha vinto contro la Vanoli Cremona in una partita che non aveva più nulla da dire. L’altra partita di giornata è stata quella tra Openjobmetis Varese e Germani Brescia, altra partita che aveva ormai poco da chiedere, visto che l’Olimpia Milano ha strappato da vari giorni il pass per le Final Four. Andiamo a vedere come sono andate le partite della giornata di Supercoppa 2020.

Supercoppa 2020, il recap del day 13

  • Unahotels Reggio Emilia-Virtus Bologna.

Nel tardo pomeriggio si è giocato il derby emiliano tra Unahotels Reggio Emilia e Virtus Segafredo Bologna. Partita molto importante per tutte e due le squadre, in quanto entrambe si giocavano il primo posto del girone B e di conseguenza la qualificazione alle Final Four di Supercoppa.

Dopo una partita piena di ostacoli e insidie ne è uscita vittoriosa la squadra di coach Sasha Djordjevic, che dopo aver accumulato un vantaggio di 15 lunghezze, ha rischiato di perderla o di andare all’overtime, opzione che avrebbe concesso a Reggio un’altra occasione per vincere di almeno 5 punti per superare la virtus nella differenza canestri. All’ultimo secondo, dopo due canestri in fila sbagliati da Filippo Baldi Rossi e Mouhamet Diouf, vincono gli ospiti.

Percentuali molto equilibrate tra le due squadre per quanto riguarda il tiro da due, intorno al 50% (15/29 per Reggio Emilia, 19/40 per la Virtus). Storia leggermente diversa per quanto riguarda il tiro dalla lunga distanza: la squadra bianconera continua a tirare male (5/20 sta sera), mentre Reggio Emilia tira leggermente meglio con un 8/25 da dietro l’arco.

Fondamentali i tre tiri dalla lunetta in più messi a segno dai bolognesi per portare a casa la partita sul finale (18/25 Unahotels, 21/26 Virtus). Molto importante anche la netta superiorità a rimbalzo in attacco della squadra di coach Djordjevic: 12 rimbalzi offensivi per la Virtus, 5 per Reggio.

Parziali singoli quarti: 18-17; 9-22; 25-19; 74-72.

Parziali progressivi:18-17; 27-39; 52-58; 20-16.

Unahotels Reggio Emilia: F. Baldi Rossi 9, M. Diouf 3, L. Candi 17, F. Elegar 9, B. Taylor 13, J. Blums 1, J. Johnson 5, T. Kyzlink 15, I. Cham, M. Giannini n.e., A. Besozzi n.e., F. Bonacini n.e. Coach: A.Martino

Virtus Segafredo Bologna: V. Hunter 11, K. Weems 15, A. Abass 8, G. Ricci 7, A. Alibegovic 7, J. Gamble 4, A. Pajola 9 , M. Teodosic 5, S. Markovic 9, J. Adams, L. Deri n.e., S. Nikolic n.e. Coach: S. Djordjevic

  • Vanoli Cremona-Fortitudo Bologna.

Cremona e Bologna concludono la loro Supercoppa 2020 nella gara del PalaRadi. Un match giocato con grande intensità da entrambe le compagini, soprattutto nella sua fase iniziale. Grande ritmo e difese aggressive hanno portato a tanti errori al tiro e a un numero non indifferente di palle perse. Lo strappo decisivo è arrivato per la Fortitudo a metà terzo quarto, con un micidiale parziale di 12-0 che ha di fatto consegnato la partita agli uomini di coach Meo Sacchetti.

I padroni di casa hanno comunque giocato un’ottima gara e coach Paolo Galbiati può essere soddisfatto dell’operato dei suoi. Aggressivi e fisici in difesa, i giocatori di Cremona hanno di fatto ceduto nell’ultimo quarto e mezzo alla maggiore qualità di Bologna. Miglior realizzatore dei suoi e dell’intera partita Daulton Hommes, in serata di grazia chiusa con 18 punti e un 8/12 complessivo dal campo. Doppia cifra anche per un sempreverde Giuseppe Poeta che aggiunge al suo bottino di 13 punti anche 4 assist ben 8 falli subiti. Conferma la sua crescita anche T.J Williams, terzo giocatore in doppia cifra per Cremona con i suoi 11 punti realizzati.

Fortitudo Bologna che è andata crescendo nel corso della gara. Un inizio difficile, con tanti errori al tiro che non hanno permesso agli ospiti di dare ritmo alle loro giocate. Il 9/25 da oltre l’arco è proprio figlio dell’inizio difficile dei primi quarti, un dato migliorato strada facendo per Pietro Aradori e compagni. Positivo il dato dei 43 rimbalzi offensivi, con i lunghi bolognesi che si sono resi protagonisti di diversi duelli fisici sotto i tabelloni con i pari ruolo avversari. Da rivedere invece le 15 palle perse finali. Buone risposte dai due americani Todd Whiters, miglior realizzatore della Effe con 15 punti e Tre’Shaun Fletcher che chiude a quota 13. Consueta partita di sostanza per Ethan Happ, che raccoglie 11 rimbalzi e sfiora la doppia doppia mettendo a referto 8 punti alla sirena conclusiva. Deludente invece Adrian Banks, che realizza un solo canestro dal campo e chiude con soli 6 punti segnati, con 1/6 da due e 0/4 da tre. Doppia cifra anche per Leonardo Totè che gioca solamente due quarti ma raccoglie 10 punti.

Parziali singoli quarti: 14-14; 23-20; 12-25; 14-14.

Parziali progressivi: 14-14; 37-34; 49-59; 63-73.

Vanoli Cremona: D.Hommes 18, F.Mian, l.Trunic 3, T.Palmi 2, J.Williams 9, A.Donda, M.Lee 7, A.Feraboli ne, G.Poeta 13, A.Ariazzi ne, T.Williams 11. Coach: Paolo Galbiati.

Fortitudo Bologna: P.Aradori 9; E.Happ 8, M.Fantinelli 4, T.Fletcher 13, T.Whiters 15, T.Totè 10, M.Palumbo, A.Banks 6, G.Sabatini 2, N.Dellosto 6, A.Simon n.e, S.Mancinelli n.e. Coach: Romeo Sacchetti.

  • Openjobmetis Varese-Germani Brescia.

Tanto spettacolo nell’ultima partita della Supercoppa 2020, visto che quella tra Varese e Brescia è stata una partita divertente e dal punteggio altissimo, decisa peraltro solamente nei possessi finali (102-100 per l’Openjobmetis il risultato finale).

La squadra di coach Massimo Bulleri conquista quindi la sua seconda vittoria nella Supercoppa 2020, la prima dell’era Bulleri, grazie ad una prestazione memorabile di Luis Scola, il quale ha messo a segno 27 punti (4/9 da tre punti) e catturato 7 rimbalzi in appena 25 minuti di gioco. Ottima la prova anche di Toney Douglas, che ha fatto registrare 18 punti con 5 assist serviti ai propri compagni.

Per quanto riguarda la squadra di coach Vincenzo Esposito da segnalare le prove di Kenny Chrey (21 punti), Andrew Crawford (17 punti) e soprattutto di un ottimo Giordano Bortolani, il quale fa vedere di che pasta è fatto e dimostra che è sicuramente pronto per la Serie A, che chiude anche lui con 17 punti con un incredibile 4/5 da tre punti.

In generale la partita è stata molto equilibrata, in cui gli attacchi sono sicuramente promossi, per via anche però di difese non eccezionali, complici anche le poche motivazioni che avevano entrambe le squadre. Entrambe le squadre infatti hanno tirato molto bene sia da due punti (64.5% Varese, 50% Brescia) che da dietro l’arco (41.9% Varese, 56% Brescia) e sono andate molto in lunetta (23/31 Varese, 24/29 Brescia).

Parziali singoli quarti: 33-29; 17-24; 32-30; 20-17.

Parziali progressivi: 33-29; 50-53; 82-83; 102-100.

Openjobmetis Varese: A.Morse 10, L.Scola 27, G.De Nicolao 4, I.Jakovics 8, M.Ruzzier 4, A.Strautins 15, N.De Vico 4, G.Ferrero 12, T.Douglas 18, N.Virginio n.e, M.Librizzi n.e. Coach: Massimo Bulleri.

Germani Brescia: L.Vitali 4, S.Parrillo, K.Chery 21, G.Bortolani 17, D.Magro 3, A.Crawford 17, C.Burns 12, T.Kalinoski 13, D.Moss 5, B.Sacchetti 8, A.Ancelotti. Coach: Vincenzo Esposito.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi