Home Lega Basket A L’Olimpia Milano spegne i sogni di F8 della Vanoli Cremona

L’Olimpia Milano spegne i sogni di F8 della Vanoli Cremona

di Kevin Martorano
milano brescia roll

Si è giocato il recupero della quindicesima giornata di Lega Basket Serie A tra Vanoli Cremona ed Olimpia Milano, una partita che ha deciso le sorti della squadra cremonese per quanto riguarda le Final Eight di Coppa Italia. Infatti se la Vanoli avesse vinto la partita sarebbe entrata tra le magnifiche otto che si giocheranno la Coppa Italia al Mediolanum Forum a febbraio, ma l’Olimpia ha fatto vedere perché si trova da inizio anno in zona playoffs in Eurolega vincendo la partita per 81-83.

Da segnalare che in casa milanese sono rimasti a riposo, oltre agli ormai noti indisponibili Vladimir Micov e Shavon Shields, anche Kyle Hines e Sergio Rodriguez, con lo spagnolo che è andato comunque a referto ma senza mettere piede in campo, come aveva fatto Malcolm Delaney nella sfida contro Reggio Emilia (che può esultare per la vittoria milanese, visto che grazie alla sconfitta meneghina andrà alle Final Eight di Coppa Italia).

Vanoli Cremona-Olimpia Milano: l’analisi del match

La partita tra Vanoli ed Olimpia è stata sicuramente una partita vera, con ambedue le squadre che hanno giocato una buona partita, con gli ospiti chiaramente non al 100% per cercare di risparmiare qualche energia utile in vista del big match di Eurolega di giovedì contro il Bayern Monaco.

La Vanoli Cremona ha messo letteralmente il cuore in campo, visto che ogni giocatore a disposizione di coach Paolo Galbiati ha dato il 100%, se non anche di più, di ciò che potevano dare, ma l’Olimpia Milano si è semplicemente dimostrata troppo forte per i propri avversari, come quasi sempre accade, almeno in campionato.

Infatti la squadra di casa ha messo in campo un’ottima fase difensiva, visto che ha costretto l’Olimpia ha perdere ben 15 palloni, decisamente sopra le medie stagionali della squadra allenata da coach Ettore Messina (10.2 di media in stagione).

Inoltre, dal punto di vista individuale ci sono state delle ottime prove: Peppe Poeta ha segnato 12 punti con 9 assist, caricandosi sulle spalle la squadra nel decisivo quarto periodo, portandola ad un possesso dalla vittoria; Daulton Hommes ha fatto registrare ben 22 punti (con 7/19 dal campo però); Marcus Lee ha sfiorato anche lui la doppia doppia con 10 punti e 8 rimbalzi.

L’unica pecca nella partita giocata dalla squadra di coach Paolo Galbiati è stata la percentuale al tiro da tre punti, visto che a fine partita è del 28.6% (8/28).

In casa Olimpia Milano invece come al solito la percentuale al tiro dall’arco è ottima: 47.6% per le scarpette rosse, ovvero 10/21. Il tiro da tre punti e la profondità e qualità del roster dell’Armani Exchange ha senza dubbio fatto la differenza, oltre ad una prova difensiva negli ultimi minuti di gioco di altissimo livello, che ha di fatto negato l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia alla squadra cremonese.

Per l’Olimpia ottime le prove di Kaleb Tarczewski, che chiude con una bella doppia doppia da 14 punti e 12 rimbalzi, di cui ben 7 sono arrivati sotto il canestro avversario, garantendo così tanti extra possessi alla sua squadra, e di Michael Roll, il quale ha chiuso con 10 punti e 4 assist la sua partita.

Da monitorare infine la situazione di Jeff Brooks, visto che nel terzo quarto è uscito per un problema muscolare e non è più tornato in campo: coach Messina rischia di aver perso un altro pezzo del suo scacchiere.

Il tabellino statistico del match

Parziali singoli quarti: 18-24; 17-20; 22-18; 24-21.

Parziali progressivi: 18-24; 35-44; 57-62; 81-83.

Vanoli Cremona: T.Williams 13, L.Trunic n.e, J.Williams 8, G.Poeta 12, F.Mian 3, M.Lee 10, D.Cournooh 4, T.Palmi 9, D.Hommes 22, A.Donda n.e. Coach: Paolo Galbiati.

Olimpia Milano: K.Punter 15, Z.LeDay 11, D.Moretti n.e, R.Moraschini 7, M.Roll 10, S.Rodriguez n.e, K.Tarczewski 14, P.Biligha 2, A.Cinciarini, M.Delaney 7, J.Brooks 8, L.Datome 9. Coach: Ettore Messina.

You may also like

Lascia un commento