fbpx
Home Lega Basket A Virtus Bologna-Olimpia Milano: la vince la Virtus

Virtus Bologna-Olimpia Milano: la vince la Virtus

di Kevin Martorano

Si è disputata la super sfida tra Virtus Bologna-Olimpia Milano, un match che ha tantissimi ricorsi storici e che tutti stavano aspettando. La partita è stata vinta con merito dalla squadra bolognese con il punteggio di 83-70 grazie ad una prova corale veramente importante.

Abbiamo assistito ad una partita di livello altissimo, con tantissime giocate spettacolari e frutto di un talento veramente abbacinante da parte di molti dei protagonisti in campo. La capolista si conferma una squadra veramente difficile da battere e, con questa vittoria, lancia il chiaro segnale che è la Virtus Bologna la squadra da battere. Andiamo a vedere quali sono state le chiavi del match.

Virtus Bologna-Olimpia Milano: dove l’ha vinta la Virtus?

  • La difesa: la squadra di coach Djordjevic ha disputato una partita difensiva di notevole livello, tenendo il settimo migliore attacco del campionato (80.1 punti di media) a soli 70. Infatti le V nere hanno dimostrato di essere in grado di difendere aggressivi sui portatori di palla per 40 minuti ed hanno tenuto l’Olimpia Milano al 39.3% da due punti ed al 33% al tiro pesante.
  • Coinvolgimento offensivo di tutti i giocatori: ogni giocatore chiamato in causa dal coach serbo ha portato il proprio contributo. Basta dire che il canestro che ha chiuso di fatto la partita lo ha segnato Filippo Baldi Rossi, con una tripla negli ultimi minuti del match, che ha regalato il +15 alla Virtus. Inoltre il miglior realizzatore della Virtus è stato un giocatore in uscita dalla panchina: Vince Hunter con 19 punti (ed è a tutti gli effetti un giocatore del secondo quintetto).
  • La percentuale al tiro da due punti: La Virtus Bologna è riuscita a tirare da due punti con il 56.4%, percentuale altissima e che ha di fatto deciso il match. Infatti i lunghi milanesi non sono quasi mai riusciti a proteggere il pitturato, perdendo il confronto fisico con i giocatori avversari.
  • Rimbalzi e contropiede: I giocatori della squadra bolognese hanno stravinto il duello a rimbalzo: non tanto nel numero totale di rimbalzi presi (42-36), ma soprattutto il confronto a rimbalzo offensivo: sono stati ben 15 i rimbalzi offensivi catturati dai giocatori bolognesi, veramente troppi. Inoltre la Virtus Bologna ha trovato tanti punti in campo aperto, approfittando della condizione atletica non esaltante da parte dei milanesi.

Cos’è mancato all’Olimpia?

  • Punti dai comprimari: alla squadra milanese sono mancati punti dai giocatori di contorno del roster: infatti oltre a Sergio Rodriguez (19 punti) e Vladimir Micov (16 punti, ma tirando 3/11 dal campo), non sono arrivati tanti punti dagli altri. Luis Scola 9 punti, ma 7 nel primo quarto. Arturas Gudaitis 8 punti, di cui 2 sulla sirena. Michael Roll ha addirittura chiuso con 0 punti in 20 minuti, con uno 0/4 dal campo. Troppo poco per un giocatore noto per la sua solidità e concretezza.
  • Lotta a rimbalzo: i giocatori milanesi hanno tenuto botta a rimbalzo nel primo tempo, crollando letteralmente nel secondo. I 15 rimbalzi offensivi concessi agli avversari hanno fatto la differenza.
  • Movimento di palla: l’attacco milanese ha fatto molta difficoltà a costruire buoni tiri, infatti ha prodotto soltanto 13 assist, contro i 23 bolognesi. Se non riesci a battere la pressione difensiva avversaria e muovere la difesa, difficilmente si vince una partita.
  • Freschezza fisica: l’Olimpia Milano è sembrata molto sulle gambe, specialmente nel secondo tempo. Infatti spesso la transizione difensiva non è stata efficace e raramente un giocatore milanese ha battuto in uno contro uno il diretto avversario. Sicuramente la trasferta lunghissima in Russia ha inciso molto, ma forse è anche frutto dell’età media molto avanzata nel roster milanese.

Virtus Bologna-Olimpia Milano: il tabellino del match

Parziali singoli quarti: 24-20; 22-20; 17-16; 20-14.

Parziali progressivi: 24-20; 46-40; 63-56; 83-70.

Virtus Bologna: F.Gaines 6, L.Deri n.e, A.Pajola, F.Baldi Rossi 6, S.Markovic 8, G.Ricci 7, D.R. Cournooh n.e, V.Hunter 19, K.Weems 9, S.Nikolic n.e, M.Teodosic 15, J.Gamble 13. Coach: Aleksandar Djordjevic.

Olimpia Milano: A.Della Valle 2, V.Micov 16, P.Biligha 2, A.Gudaitis 8, R.Moraschini 1, M.Roll, S.Rodriguez 19, K.Tarczewski 3, A.Cinciarini 3, C.Burns 2, J.Brooks 5, L.Scola 9. Coach: Ettore Messina.

Per recap, preview e news sulla Lega Basket Serie A clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi